Feeds:
Articoli
Commenti

Posts contrassegnato dai tag ‘pesto’

Un “Dolcepensiero” da appuntare: è passato il primo mese dedicato al “CONTEST: CHE PESTO TI FRULLA?”

Oggi vi voglio ricordare che, ancora per tutto il mese di ottobre, potrete postare i vostri pesti. Io, Claudia e Alessia siamo molto felici del successo che sta avento il contest e siamo sicure che, anche in questi ultimi 30 giorni, ci donerete tante soddisfazioni… e tante ricettine, ovvio!Ringraziamo già da ora tutti coloro che vi hanno partecipato, ringrazio in anticipo tutti coloro che posteranno nuove ricette. Sto’ già pensando a qualcosa di nuovo per novembre… ma questa è un’altra storia, anzi un altro post… Vi lascio con la ricetta del pesto di rucola, il mio preferito perchè leggero e perfetto per essere insaporito con altri ingredienti sfiziosi.

PESTO di RUCOLA CON ARACHIDI, NOCCIOLE

INGREDIENTI

100 grammi di rucola fresca

100 grammi di pecorino sardo semistagionato

40 grammi di caprino fresco

30 grammi di arachidi tostate

30 grammi di nocciole

pepe bianco q.b.

olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Lavare con cura la rucola, asciugarla con un canovaccio tamponandola. Porla nel mixer con un filo di olio extravergine d’oliva e azionarlo. Quando tutta la rucola si sarà spezzettata, unire le arachidi e le nocciole, azionare ancora il tutto unendo altro olio per amalgamare bene il tutto, se necessario. Quando il composto sarà fluido, aggiungere il pecorino grattugiato e il caprino fresco, regolare di pepe e continuare a frullare per ottenere una salsa compatta ma morbida. Se necessita aggiungere ancora olio. Lasciare riposare il pesto ottenuto per almeno mezz’ora, poi potete utilizzarlo per condire la vostra pasta oppure potete conservarlo in freezer fino al momento del consumo.

Questo pesto l’ho variato molte volte, grazie alla sua versatilità:

al posto di ARACHIDI TOSTATE e NOCCIOLE, potete usare NOCI E PINOLI oppure ANACARDI

al posto del CAPRINO FRESCO potete usare del BRIE, del MASCARPONE

al posto del PECORINO SARDO SEMISTAGIONATO potete usare del GRANA PADANO, del PECORINO ROMANO o della RICOTTA SALATA STAGIONATA…

Perfetto per condire pasta corta anche integrale o di farina di kamut.

Read Full Post »

Siamo arrivati finalmente al P-DAY….il giorno del pesto!!!!!! Adorabile pesto… io farei tutto a mo’ di pesto!!! che risale fin dai primi dell’800 ed è un tipico condimento ligure a base di basilico. La ricetta originale prevede sette ingredienti base: foglie di basilico di Pra’ giovani, quelle più piccole (il basilico adatto proviene tradizionalmente dalle coltivazioni poste sulle alture di Pra’, un quartiere di Genova. Questo basilico gode attualmente della denominazione di origine protetta); olio extra vergine di oliva ligure (l’olio prodotto in Liguria è tipicamente delicato non “pizzica” e non “attacca in gola”); pinoli italiani (più gustosi rispetto ad altre qualità, meglio se pisani); Parmigiano-Reggiano o Grana Padano stravecchio (invecchiato almeno trenta mesi); formaggio pecorino “Fiore Sardo”; aglio di Vessalico (località nell’imperiese che tra l’altro risulta meno forte e più digeribile); sale marino grosso. Tradizionalmente il pesto viene prodotto con l’uso di mortaio di marmo e pestello in legno. Le foglie di basilico vengono lavate e lasciate ad asciugare. Nel mortaio si schiacciano gli spicchi d’aglio, e i pinoli col sale. Si aggiungono poi le foglie di basilico, procedendo quindi a schiacciare il basilico tramite movimento rotatorio del pestello. Quando il basilico forma un liquido verde e non è a pezzi grossi, si aggiungono i formaggi (preventivamente grattugiati) e si amalgama il tutto. Infine si aggiunge l’olio d’oliva, il quale deve formare una pellicola sulla superficie, per preservare il pesto dall’ossidazione. La lavorazione dovrebbe terminare il prima possibile proprio per evitare l’ossidazione degli ingredienti. Il pesto deve risultare come una crema densa di colore uniforme verde, non troppo scuro. I diversi ingredienti devono essere amalgamati per raggiungere equilibrio nei gusti, senza prevalenze. In commercio invece si trova prodotto con il frullatore (l’uso del frullatore ha lo svantaggio di ossidare le foglie di basilico e di scaldare la crema). Di sicuro è il procedimento più veloce in quanto lo si mette tutto insieme e si miscela finchè diventa cremoso. Ma abbiamo scoperto che il pesto può subire delle varianti molto molto moooolto originali… da qui l’idea del nostro contest

“CHE PESTO TI FRULLA?”

Il contest di Dolcezze di Nonna Papera, MyRicettarium e Dolcipensieri

Amiche/amici foodblogger credetemi…l’eccitazione è alle stelle… Alessia, Claudia ed io sono giorni e giorni che pensiamo a come rendere accattivante questo contest e più ci pensiamo più ci esaltiamo e …..divertiamo.

 Ecco le regole base…. semplici.. semplici:

  • valgono tutti i pesti… di tutti i gusti… sbizzarritevi a più non posso!!!!
  • valgono tutte le ricette postate da quando è nato il vostro blog, non lesiniamo su nulla
  • potete postare tutte le ricette che volete
  • chi ha un blog metterà il link della ricetta come commento a questo post.
  • chi non ha un blog potrà inviare la ricetta a questo indirizzo e-mail: serecrivi@tin.it
  • il contest avrà inizio oggi 01/09/2011 e scadenza il 31/10/2011 alle 23.59
  • il banner del contest dovrà essere visibile sulla vostra home page e sul post della ricetta con il link al mio post ed al post di Alessia e Claudia
  • non siete obbligati a diventare sostenitori dei nostri blog, ma se vorrete farlo (del mio, di quello di Alessia e di quello di Claudia), ci farebbe piacere. A me, in particolare, farebbe piacere se diventaste sostenitori del mio gruppo facebook (a destra trovate il banner dove cliccare, c’è anche quello del mio profilo personale, se volete). Vi aspetto numerosi…
  • non ci saranno nè vincitori… nè vinti… ma un fantastico PDF che alla fine verrà preparato e condiviso con tutti

ECCO IL LINK PER SCARICARE

IL PDF DELLA RACCOLTA

http://www.filedropper.com/chepestotifrulla

(febbraio 2012)

Ora tocca a voi…che pesto vi frulla?????
Vi auguro una buona giornata e vi aspetto numerosissimi!!! e via con la fantasia!!!
VI LASCIO I MIEI PESTI FINORA PUBBLICATI:
ELENCO RICETTE PERVENUTE SU “DOLCIPENSIERI”:
  1. BLOG DOLCI GUSTI by Monica: http://www.dolcigusti.com/2011/08/pesto-genovese-pesto-zeneize.html
  2. BLOG DOLCI A GO’ GO’ by Imma: http://dolciagogo.blogspot.com/2011/08/totelloni-verdi-di-spinaci-con-ricotta.html
  3. BLOG STASERA SI CENA DA NOI by Elisa: http://staserasicenadanoi.blogspot.com/2011/07/pesto-di-rucola-del-nostro-orto.html
  4. BLOG DOLCI E SALATE TENTAZIONI by Lory: http://dolciesalatetentazioni.blogspot.com/2009/07/coda-di-rospo-sottolio-al-pesto.html
  5. BLOG DOLCI E SALATE TENTAZIONI by Lory: http://dolciesalatetentazioni.blogspot.com/2009/08/fusilli-con-crema-di-burrata-pomodorini.html
  6. BLOG DOLCI E SALATE TENTAZIONI by Lory: http://dolciesalatetentazioni.blogspot.com/2009/10/baci-digrana.html
  7. BLOG IL BLOG DI GIORDANA TALAMONA by Giordana: http://www.giordanatalamona.it/blog/2011/07/27/il-pesto-di-pistacchi/
  8. BLOG COOK AND THE CITY by Sara: http://www.cookandthecity.it/2011/07/18/pesto-pantesco/
  9. BLOG ITALIANS DO EAT BETTER by italians do eat better: http://italiansdoeatbetter.blogspot.com/2011/09/fusilli-con-pesto-di-noci.html
  10. BLOG LA SCIMMIA CRUDA by Milena: http://www.lascimmiacruda.info/2011/09/03/che-pesto-ti-frulla-le-mie-ricettine/
  11. BLOG SOLO ZUCCHERO E FANTASIA by Dorydodo: http://solozuccheroefantasia.blogspot.com/2010/11/noi-lo-chiamiamo-pesto-ai-peperoni-d.html
  12. BLOG L’ELEGANZA DEL POLPO by Sara: http://leleganzadelpolpo.blogspot.com/2011/09/trofie-con-olive-taggiasche-e-pesto-di.html
  13. BLOG BAMBINI GOLOSI by Arianna: http://bambinigolosi.blogspot.com/2011/09/maccheroni-al-mio-pesto-leggero-senza.html
  14. BLOG PROVARE PER GUSTARE by Lia e Pina: http://provarepergustare.blogspot.com/2011/08/da-una-piantina-ecco-cosa-viene-fuori.html#comments
  15. BLOG PROVARE PER GUSTARE by Lia e Pina: http://provarepergustare.blogspot.com/2011/07/gnocchi-di-melanzane-con-il-bimby-su.html
  16. BLOG PROVARE PER GUSTARE by Lia e Pina: http://provarepergustare.blogspot.com/2010/06/una-insolita-insalata-di-riso.html
  17. BLOG PROVARE PER GUSTARE by Lia e Pina: http://provarepergustare.blogspot.com/2010/11/tagliatelle-al-basilico.html
  18. BLOG CARTA DA MUSICA by Sara Favilla: http://cartadamusica.blogspot.com/2011/08/il-pesto-eoliano-e-laperitivo-nellorto.html
  19. BLOG CARTA DA MUSICA by Sara Favilla: http://cartadamusica.blogspot.com/2011/09/maccheroncini-con-pesto-di-pistacchi.html
  20. BLOG LA MIA CUCINA by Roberta Lecca: http://roberta-la-mia-cucina.blogspot.com/2011/08/pennette-con-pesto-di-rucola.html
  21. BLOG IMPARANDO CUCINANDO by Francesco: http://imparandocucinando.blogspot.com/2011/09/busiate-con-pesto-alla-trapanese-e.html
  22. BLOG LA CUCINA DI ECCO by Valentina: http://lacucinadiecco.blogspot.com/2011/08/mezze-penne-rigate-con-pesto-di-capperi.html
  23. BLOG IN CUCINA CON GIOIA by Gioia: http://incucinacongioia.blogspot.com/2011/09/conchiglie-alla-eoliana.html
  24. BLOG UNA CHEF TRA NOI by Marica: http://unacheftranoi.altervista.org/2011/09/spaghetti-pesto-alle-carote/
  25. BLOG PECCATI DI GOLADI FRANCESCA by Francesca: http://peccatidigoladifrancesca.blogspot.com/2011/10/pesto-di-melanzane.html
  26. BLOG CASA DI MONY by Monica: http://casadimony.blogspot.com/2011/08/tagliatelle-al-pesto.html
  27. BLOG RICORDI E TRADIZIONI by Ros: http://ricordietradizioni.blogspot.com/2011/10/bruschetta-con-pesto-di-pomodori-secchi.html
  28. BLOG SIMONA’S KITCHEN by Simona: http://simonaskitchen2.blogspot.com/2011/10/gnocchi-alla-farina-di-castagne-con.html
  29. BLOG DANIELA E DIOCLEZIANO by Daniela: http://danieladiocleziano.blogspot.com/2009/07/rigatini-di-riso-aromatizzati-al-verde.html
  30. BLOG DANIELA E DIOCLEZIANO by Daniela: http://danieladiocleziano.blogspot.com/2011/10/spaghettoro-al-pesto-di-semi-di-zucca-e.html
  31. BLOG GLU.FRI by Simonetta: http://glu-fri.blogspot.com/2011/10/pesto-di-cicoria-pesto-de-radicheta.html
  32. BLOG GLU.FRI by Simonetta: http://glu-fri.blogspot.com/2010/08/las-recetas-de-los-amigos-noquis.html
  33. BLOG GLU.FRI by Simonetta: http://glu-fri.blogspot.com/2011/06/spaghetti-de-arroz-con-gamberoni-y.html
  34. BLOG GLU.FRI by Simonetta: http://glu-fri.blogspot.com/2010/09/lenguado-al-vapor-con-pesto-liviano-y.html
  35. BLOG RICORDI E TRADIZIONI by Ros: http://ricordietradizioni.blogspot.com/2011/10/tortino-con-pomodori-ripieni-di-ricotta.html
  36. BLOG CUCCHIAIO E PENTOLONE by Dauly: http://cucchiaioepentolone.blogspot.com/2011/10/pesto-trapanese-ma-col-segreto.html
  37. BLOG UN PIZZICO DI MAGIA by Chiara: http://unpizzicodimagia.blogspot.com/2011/10/lasagna-con-pesto-di-nocciole-e-noci.html
  38. BLOG PER UN PUGNO DI CAPPERI by Luca: http://perunpugnodicapperi.blogspot.com/2011/10/fettuccine-di-pesto-basilico-e-mandorle.html
  39. BLOG CENERENTOLA IN CUCINA by Alice: http://www.cenerentolaincucina.com/2011/07/orecchiette-al-mio-pesto-mediterraneo.html

Aggiornato al 05 novembre 2011

RICETTE PERVENUTEMI VIA E-MAIL

…”Non ho un mio blog…. Non saprei proprio come fare a stargli dietro e aggiornarlo, ma seguo voi e tanti altri foodblogger; a voi tutti dico: grazie di esistere! Ti mando la ricetta di un pesto, che a dire proprio tutta, la verità non ricordo se ho inventato, mangiato, letto o chissà cosa, ma di sicuro l’ho  apprezzato! Ho provato anche le nocciole al posto dei pistacchi e devo dire che è fantastico comunque! Buono sulla pasta, ma ottimo anche sui crostini! Un caro abbraccio e buon blog!”

Barbara Benatti

Pesto di sedano e pistacchi

100 gr. di sedano, un bel ciuffo di prezzemolo, 80 gr. di pistacchi, 80 gr. di pecorino sardo, 50 gr. di ricotta salata, olio extravergine d’oliva q.b., pepe bianco q.b., sale q.b.

VI LASCIO I  PESTI DI “MY RICETTARIUM” FINORA PUBBLICATI:
  • Maccheroni al pettine con pesto calabrese
  • Pennette al pesto di barbe e gambi di finocchio
  • Linguine con pesto di capperi e menta
  • Rigatoni con pesto di gambi di carciofo ed olive verdi
  • Penne al pesto di melanzane
  • Penne al pesto di pachino ed anacardi
  • Gnocchi con pachino e pesto di piselli
  • Penne al pesto di pistacchi
  • Penne al pesto di verza e pomodori secchi
  • Pasta con pesto genovese e pomodorini
  • Spaghetti con pesto piccante di capperi ed acciughe
  • Pasta con pesto di cicoria e feta
  • Pennette al pesto di zucchine e menta
  • Pasta al cacao al pesto di radicchio e noci aromatizzato al mandarino

ELENCO RICETTE PERVENUTE SUL BLOG “MY RICETTARIUM”:

  1. Anna – Pesto genovese
  2. Nani e Lolly – Pasta fredda con peperoni, melanzane e pesto di rucola
  3. Manuela – Fusilloni con pesto di zucchine e basilico
  4. Kà – Pacchetti di crepe di zucchine e feta con pesto di menta
  5. Nani e Lolly – Polpettine di seppioline e mazzancolle
  6. Sarah – Mezze maniche con ricotta e pesto
  7. Agave – Pesto alla pantesca
  8. Agave – Busiate con pesto alla trapanese 
  9. Mimì – Sedanini al pesto di basilico e crema di salmone
  10. Franca – Spaghetti al pesto e tonno
  11. Paola – Fusilli al pesto di frutta secca con i sapori del mediterraneo
  12. Kà – Pesto alla Trapanese
  13. Sarah – Orecchiette con pesto, ciliegini e mozzarella
  14. Manuela – Spaghetti con pesto rosso 
  15. Anna – Pesto alla siciliana
  16. Supermamma – Spaghetti pesto e pomodorini (il suo pesto qui)
  17. Zucchina – Pesto di basilico e mandorle
  18. Elisabetta – Rigatini con pesto di pomodori secchi e rucola 
  19. Sarah – Crostata ligure al pesto e stracchino
  20. Luisa – Gnocchi con pesto di zucchine e capesante
  21. Cristina – Pesto di radicchio e mandorle

VI LASCIO I  PESTI DI “MY RICETTARIUM” FINORA PUBBLICATI:

 ELENCO RICETTE PERVENUTE SUL BLOG “DOLCEZZE DI NONNA PAPERA”:

  1. Federica-Pesto di piselli e fave
  2. Sonia-Cous cous al profumo di pesto
  3. Sonia-Pesto trapanese
  4. Sonia-Pesto profumato
  5. Sonia-Trofie al pesto
  6. Sonia-Pappardelle al pesto e gamberetti
  7. Sonia-Pesto di pomodorini
  8. Sonia-Corona di trota salmonata al pesto
  9. Sonia-Filetto di branzino su letto di patate
  10. Sonia-Insalata di farfalle alla siciliana
  11. Vevi-Pesto di peperoni e porri
  12. Vevi- Pesto di pistacchi
  13. Tiziana-Pesto di asparagi, mandorle e capperi
  14. Tiziana-Pesto di olive, pistacchi e capperi
  15. Tiziana-Pesto di zucchine
  16. Donatella-Pesto ligure
  17. Donatella-Pesto di aglio orsino
  18. Donatella-Tapenade
  19. Donatella-Pesto di pomodori secchi
  20. La magica zucca-Pesto di erbe
  21. La magica zucca-Pesto di rucola e noci
  22. Giù-Pesto di rucola
  23. La scimmia cruda-Pesto genovese
  24. La scimmia cruda-Pesto siciliano
  25. Dorydodo-Pesto ai peperoni
  26. Patrizia-Tartallette con melanzane, mozzarelle e pesto
  27. Ambra-Pesto espresso e light
  28. Jeggy-Pesto alla rucola
  29. Dolcemela-Pesto alla rucola
  30. Roberta-Pesto alla rucola
  31. Francy-Pesto di rucola selvatica e prezzemolo
  32. Francy-Pesto di basilico e pomodorini
  33. Lacerba-Pesto di pomodori secchi e rucola
  34. Francy-Pizza al pesto
  35. Arianna-Pesto leggero
  36. aTuttaCannella-Pesto di fagioli
  37. aTuttaCannella-Pesto di rucola
  38. Pasticcia con me-Pesto di rucola
  39. Pippi-Pesto di noci e speck
  40. Loredana-Melanzane gratinate al pesto
  41. Loredana-Pesto di rucola con pomodorini
  42. Loredana-Pasta ai profumi di primavera
  43. Loredana-Trofie alla crema di asparagi
  44. Pippi-Pesto alle noci
  45. Silvi-Gratin di pasta al pesto
  46. Timo e maggiorana-Pesto
  47. Commis-Pesto alla rucola
  48. Antonietta-Pesto di fichi e mandorle
  49. Le ricette di Tina-Pesto rosso
  50. Silvi’s Kitchen-Pesto siciliano a modo mio
  51. Giovanni-Mezze maniche zucchine e pesto
  52. Debby-Lasagne 5 sapori d’Italia
  53. Gioia-Pesto all’eoliana
  54. Claudia-Pesto di nocciole
  55. Deborah-Pesto pomodori, zucchine e ananas
  56. Mary-Pesto al cioccolato e basilico
  57. Monica- Pesto pazzo
  58. Laura-Pesto di rucola a modo mio
  59. Due bionde in cucina-Pesto di peperoni
  60. Paola- Pesto zucchine e peperoni
  61. Vicky-Pesto zucca, zenzero e noci
  62. Lisa-Pesto zucchine e basilico
  63. Alessandra-Pesto di menta
  64. Un’Arbanella di basilico-Pesto di frutta secca ed erbe
  65. La banda dei broccoli-Pesto agli agrumi e pesto alla rucola
  66. Un’arbanella di basilico-Pesto di arance
  67. Un’arbanella di basilico-Pesto alla siciliana
  68. Valentina-Pesto ai pinoli
  69. Federica-Pesto di salvia
  70. Mariabianca-Pesto di un grande
  71. Patrizia-Pesto di noci
  72. Donatella-Pesto di broccoli
  73. Tittina-Pesto di prezzemolo
  74. Paola-Il mio pesto
  75. Fra-Pesto povero
  76. Fra-Pesto aromatico

Read Full Post »

IL “MIO” PRIMO CONTEST…

Buongiorno pochi giorni alla partenza… ma oggi sono euforica – e non solo io – per un altro motivo… vi dirò perchè, anzi vi diremo perchè: ho accolto ieri la proposta di Alessia del blog “Dolcezze di Nonna Papera” di collaborare con lei e con Claudia del blog “My Ricettarium” (per me una nuova amica) ad un nuovo contest dal titolo:

 “CHE PESTO TI FRULLA?”

Il contest di Dolcezze di Nonna Papera, MyRicettarium e Dolcipensieri

Sarà una bella raccolta in PDF di tutti i pesti che avete “creato” nella vostra vita di food-blogger oltre che di nuovi che potrete inventare!!! Essendo periodo di ferie un po’ per tutti… questo post è solo un’anteprima del Contest… giusto delle indicazioni generali.. un modo per mettervi la “pulce nell’orecchio”.

Ecco le regole:

1- valgono tutti i pesti… di tutti i gusti

2- valgono tutte le ricette postate da quando è nato il vostro blog

3- potete postare tutte le ricette che volete

4- chi ha un blog metterà il link della ricetta come commento NON a questo post….ma ad un successivo post che verrà publicato da Alessia. Al rientro dalle ferie, verranno date indicazioni specifiche. Chi non ha un blog farà riferimento ad un indirizzo e-mail sempre comunicato successivamente.

5- il contest avrà inizio il 1° settembre e scadenza da definire

6- il banner del contest dovrà essere visibile sulla vostra home page e sul post della ricetta con il link al mio post ed al post di Alessia e Claudia (i link verranno comunicati successivamente)

 7- non siete obbligati a diventare sostenitori dei nostri blog, ma se vorrete farlo (del mio.. di Claudia e di Alessia), ci farebbe piacere

8- non ci saranno nè vincitori, nè vinti ma un fantastico PDF che alla fine verrà preparato e condiviso con tutti.

 Il 1° settembre daremo il via definitivo con maggiori dettagli, quindi seguiteci.

 Se ne avete già fatti… questo contest sarà l’occasione per inviarceli e se non ne avete mai fatti di diversi dal “pesto genovese”.. forse è ora che vi scervelliate per realizzarli!!! vi sbizzarrirete con la vostra fantasia.

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”… è tempo di conserve per l’inverno, poi agosto sarà all’insegna di mare e cibi veloci e tanto pesce. Una delle “poche” provviste che mi faccio per l’inverno, è il pesto; avendone ancora di solo basilico nel freezer dallo scorso anno – saranno più o meno un paio di vasetti – ho optato per una variante un po’ più sostanziosa dopo aver visto le mie piantine di menta molto rigogliose con belle foglie verdi e sode. E’ una variante semplice da realizzare, molto gustoso ottima alternativa in cucina per il prossimo inverno.

INGREDIENTI per quattro vasetti da 125ml

150 grammi di gherigli di noci

60 grammi di grana gratuggiato

una trentina di foglie di basilico

3 foglie di menta

olio extravergine d’oliva q.b.

sale grosso q.b.

qualche granello di pepe bianco

PREPARAZIONE

Sterilizzare i vasetti in acqua bollente, farli raffreddare. Nel mixer raccogliere le noci, il grana, le foglie di basilico e menta ben lavate e fate asciugare, qualche granello di sale e pepe. Iniziare a unire dell’olio, frullare versando altro olio fino ad ottenere una salsina omogenea. Versare il composto nei vasetti, ricoprire con un leggero strato di olio e porli nel freezer fino al loro consumo.

Questo pesto l’ho usato per condire delle MEZZEPENNE, vi ho unito del buon e fresco formaggio di capra: mentre cuoce la pasta, in una ciotola schiacciare i caprini, unire il pesto e mischiare bene il tutto. Porre sul fuono una padella con fondo in ceramica con un filo di olio evo, unire dei pinoli e la crema di formaggio con il pesto. Mischiare bene il tutto, scolare la pasta, condirla con il sugo e servire con una bella spolverata di grana e pepe macinato al momento.

Con questa ricetta partecipo al contest della dolcissima ALESSIA

del blog: “DOLCEZZE DI NONNA PAPERA”

dal titolo “METTI LA NATURA SOTTO VETRO”

Dall’archivio di “Dolcipensieri”:

SPAGHETTI CON PESTO DI RUCOLA E CRESCENZA

TORTA PROFUMATA AL CARDAMOMO CON MELE E CIOCCOLATO

CAPRINI AROMATIZZATI

FRAPPE’ DI FRAGOLE E MENTA

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” per tutti coloro che amano: oggi è san valentino, chi mi segue sa che per me è un giorno ancor più pieno di amore perchè lo dedico sempre a due miei amori. Si perchè oltre ad amare immensamente mio marito, la giusta parte di me che mi mancava fino a 14 anni fa, amo immensamente anche il mio piccolo angelo che ha voluto contradistinguere con tanto amore in più questo giorno fatto di tenerezza: parlo di mio figlio Matteo che venne alla luce il giorno di san valentino ben 5 anni fa… oggi qui è uggioso come uggiosa fu la giornata fuori 5 anni fa… ma non dentro il mio cuore fin dal primo minuto che lo abbracciai… ecco l’essenza dell’amore!!!

La ricetta di oggi forse per alcuni non è proprio “valentiniana” ma sicuramente è una portata che accontenta sia l’amore grande, sia l’amore piccolo… il pesto usato è di semplice preparazione, perfetto anche per farne scorta in freezer come ho fatto io, per la ricetta potete leggerla qui: infatti, in seguito, l’ho confezionato in vasetti da 150ml circa e messi in freezer.

BUON SAN VALENTINO A TUTTI COLORO CHE SANNO AMARE…

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi di spaghetti nr.5

200 ml di pesto alla rucola profumato al pepe

150 grammi di crescenza

poco peperoncino

grana grattugiato

PREPARAZIONE

Lessate in acqua bollente salata gli spaghetti. In una pentola antiaderente, stemperare il pesto di rucola con qualche cucchiaio di acqua di cottura a fuoco bassissimo. In una ciotola, setacciare con una forchetta, la crescenza in cui unirete il peperoncino. Aggiungerla al pesto e miscelare bene il tutto. Scolare la pasta e farla saltare in pentola con il pesto, servire nel piatto con una bella spolverata di grana grattugiato.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

SPAGHETTI E GAMBERI MARINATI

IL PESTO DI BASILICO

CIALDINE DI GRANA CON BRESAOLA

FUSILLI CON RADICCHIO E PERE

Read Full Post »

La ricetta la trovate QUI:

vi aspetto di là per i commenti…


Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” voglioso: avevo voglia di pasta, avevo voglia di bruschetta a cui non dico mai no ma di uscire a prendere del pane casereccio ormai non c’era più tempo! avevo solo un paio di fette un po’ rafferme del giorno prima, quindi davanti alla dispensa, mi sono imbattuta nei crostini di pane e mi è balenata quest’idea facile e buona per creare questa pasta. Se poi profumata con il mio pesto, l’idilio nel piatto… piatto è servito: spazzolato in un “nano momento” sia da me che da mio marito e dimenticavo anche da Matteo!!! Voi direte che sembra più un piatto estivo per gli ingredienti usati? può darsi ma posso dirvi che lo propongo tutto l’anno: il pesto fatto qui, lo congelo in vasettini da circa 125 ml quindi sempre pronti all’uso, i pomodori ormai ci sono tutto l’anno ed è vero anche che non avranno lo stesso sapore di quelli estivi magari raccolti nel proprio orto, ma questo “piccolo particolare” non mi ferma nel gustarmi questa bella pasta… quindi che ne dite, bruschettiamo anche la pasta???!!!

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi di pennette rigate

4 pomodori medi

1 spicchio di aglio

200 ml di pesto alla genovese (qui e qui le ricette)

qualche cucchiaio di gherigli di noci

fette di pane casereccio e crostini

sale e pepe

olio extravergine d’oliva

grana grattugiato.

PREPARAZIONE

Portare a bollore l’acqua per la pasta. Lavare e tagliare i pomodori a pezzettini privandoli dei semi interni. Porli in una ciotola con olio evo e lo spicchio di aglio (o una piccola parte a secondo dei vostri gusti), tagliato molto finemente, regolare di sale mescolando il tutto. In una pentola, stemperare il pesto con un po’ di acqua di cottura, aggiungere i gherigli di noci tritati finemente e il grana grattugiato, calare la pasta e mentre questa cuoce, tagliare a dadini il pane e tuffarli in una pentola insieme ai crostini con un filo d’olio e farli dorare per bene. Aggiungere al pesto i pomodori conditi, amalgamate bene il tutto a fuoco basso. Scolare la pasta, condirla con il pesto, porvi sopra dei pomodorini e i crostini di pane, regolare di pepe e un filo di olio evo a crudo. Servire ben caldo!

Dall’archivio di Dolcipensieri:

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: compro tutti i mesi questo giornale perchè lo trovo molto interessante con ottime ricette leggere e indicate anche per chi purtroppo è intollerante ad alcuni alimenti. Hanno dedicato un lungo articolo sui “fratelli e cugini” del più dei classici pesti, quello alla genovese. In effetti sono il condimento ideale per pasta e carne: infatti non necessitano di cotture perchè gli ingredienti principali possono essere usati a crudo aromatizzati con del buon olio, quindi facili da realizzare anche senza l’uso del mortaio, che ritengo comunque indispensabile per ottenere un signor pesto!!! Sempre o quasi, sono presenti frutta secca che rilasciano la loro base oleosa. Quello che propongo oggi, è una variante molto buona del mio pesto alla rucola, godendo di alcuni preziosi consigli.

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

1 mazzo di rucola

un grappolo di pomodorini (circa una decina)

50 grammi di pinoli

pepe nero, bianco e rosa in grani

2 cucchiai di parmigiano reggiano

olio extravergine d’oliva

sale

origano fresco.

PREPARAZIONE

Mettere i pomodorini tagliati in quattro fettine in una ciotola e condirli con olio evo, sale, qualche granello di pepe e origano fresco; porre in frigo per qualche minuto. Tostare leggermente i pinoli in una padella antiaderente con un filo leggero di olio. Frullare la rucola nel mixer con olio evo, aggiungere i pinoli; continuare aggiungendo il parmigiano gratuggiato, i pomodorini con il loro condimento (compresi i granelli di pepe) e frullare fino ad ottenere un composto cremoso. Controllare di sale. Utilizzarlo per condire paste, carni oppure congelarlo in monoporzioni.

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” di fine stagione: l’estate sta finendo, l’asilo ha riaperto i battenti e in cucina è tempo di fare scorte per l’inverno; uno dei prodotti che preparo e metto in freezer, è il pesto che avevo già proposto qui. Questa volta ho modificato un po’ la ricetta, tantè che non me la sono sentita di intitolare il post in PESTO GENOVESE, bensì PESTO DI BASILICO. Su questo straordinario condimento, si potrebbero aprire svariate scuole di pensiero: il vero pesto senz’altro deve avere come protagonista principale del bel/buon basilico. Nel mio caso è di produzione propria, direttamente dal mio orticello alla tavola che verrà pestato nel mortaio con del buon olio extravergine d’oliva ligure, s’intende. La parte salata la regala il formaggio che può essere o parmigiano reggiano o pecorino e chi può destare qualche discussione in merito a quale sia meglio, si unisce l’aglio, i pinoli o le noci e anche questo passaggio trova diversi pensieri, per finire con qualche granello di sale grosso. In qualunque modo si confezioni, rimane sempre un buon condimento che facilita in cucina: una volta preparato, il pesto può essere congelato per essere consumanto in qualsiasi momento semplicemente su della pasta in bianco. Il pesto è ormai il simbolo principe della cucina ligure, in particolar modo di quella genovese: il basilico coltivato in questa striscia di terra a mezzaluna, è ottimo perchè racchiude tutti i sapori della riviera fra mare e colline.

INGREDIENTI

un mazzo di basilico (solo foglie gr.140)

4 spicchi di aglio bianco

3 cucchiai di pinoli (circa 40 grammi)

2 cucchiai di gherigli di noci tritati (circa 30 grammi)

90 grammi di pecorino semistagionato sardo

150 grammi di parmigiano grattugiato

olio extravergine d’oliva q.b. (circa 250 ml)

sale grosso q.b.

PREPARAZIONE

Lavare le foglie di basilico, asciugarle tamponando con uno strofinaccio. Lavorarle in un mortaio di pietra insieme con l’aglio, i pinoli e le noci. Dopo un po’, unire anche i formaggi grattugiati e qualche granello di sale. Appena si avrà un composto omogeneo, diluire con olio quanto basta per ottenere una cremina non troppo fluida. Dividerlo in contenitori o vasetti di vetro sterilizzati, porli in freezer fino al momento del suo utilizzo versando un filo di olio in superficie prima di chiudere i tappi.

Al momento del suo utilizzo, prelevare il vasetto di pesto a tempo utile, allungare il pesto con qualche cucchiaio dell’acqua di cottura della vostra pasta e terminare con una spolverata di formaggio: ottimo per ogni tipo di pasta, riso, gnocchi e minestre.

Ogni “tipo di pesto”…

PESTO DI… ASPARAGI

PESTO ALLA FRUTTA SECCA

CON LA RUCOLA - PESTO FRESCO DI RUCOLA

ALLE NOCI

CON PREZZEMOLO E NOCI

PESTO VALTELLINESE

Read Full Post »

 

Un “Dolcepensiero” quando si fa la spesa: ecco il periodo più bello per andare dal fruttivendolo perchè iniziano ad arrivare sui banconi tutte le verdure e le primizie di stagione quali gli asparagi. Come non comprarli??? Ma come si riconosce la loro freschezza? Per acquistare i migliori, bisogna piegare delicatamente i gambi che se si flettono facilmente, non sono più freschi avendo preso troppa acqua. Inoltre le punte devono essere ben erette e le loro squamette ben chiuse fra loro. Se acquistati freschi, potete conservarli anche una settimana avvolti in pellicola trasparente oppure direttamente nel sacchetto del fruttivendolo. Gli italiani più famosi provengono dal Veneto e dall’Emilia Romagna. Ci sono diverse varietà: quelli verdi molto croccanti, quello bianco tipico perchè cresce sottoterra, è più morbido e delicato (famosissimo quello di Bassano); il violetto dal gusto più rustico, è molto sodo; quello violetto di Albenga è invece dolce e burroso, infine quello selvatico detto aspargina, caratteristico per i suoi steli lunghi e sottili. Per la mia ricetta ho scelto gli asparagi verdi…

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

PER IL PESTO

una dozzina di asparagi verdi (solo i gambi)

25 grammi di pecorino toscano stagionato

aglio q.b.

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

1 cuccchiaio di noci e nocciole tritate

PER IL RISOTTO

320 grammi di riso carnaroli

una dozzina di asparagi (solo le punte)

2-3 cucchiai di gherigli di noci e nocciole

una noce di burro

un bicchiere di vino bianco secco

1 cucchiaio di dado vegetale in polvere

1 scalogno.

PREPARAZIONE

PREPARARE IL PESTO. Lavare e sfibrare i gambi degli asparagi con un pela patate, eliminare la parte legnosa finale del gambo. Far bollire dell’acqua, salarla e cuocerci gli asparagi legati per almeno un quarto d’ora (i miei erano belli grossi). Scolarli senza buttare la loro acqua che utilizzerete per fare il brodo del risotto aggiungendo il dado in polvere. Tagliare le punte che conserverete per il risotto, mentre i gambi passateli nel mixer fino a quando avrete ottenuto una vellutata. Unire l’olio, il pecorino, le noci e nocciole tritate, mescolare molto bene (se necessario unire dell’acqua di cottura). Finire con dell’aglio (mi raccomando poco!).

PREPARARE IL RISOTTO. Far fondere la noce di burro, far rosolare lo scalogno, gettarvi il riso e continuare a mescolare fino a quando il riso traspare. Sfumare con il vino bianco, unire durante la cottura e poco alla volta, il brodo. Appena il risotto vi sembra cotto, abbassare la fiamma, unire il pesto poco alla volta, mescolare bene aggiungendo anche parte delle punte di asparagi. Spegnere la fiamma, far riposare qualche minuto.

IMPIATTARE IL PIATTO. Disporre il risotto sui piatti, aggiungere qualche punta di asparago e una generosa manciata di noci e nocciole. Servire ben caldo accompagnato con un vino bianco, lo stesso usato per sfumare i chicchi: vi consiglio il GIOGANTINU Tancarè, un vino bianco frizzante dei colli del Limbara (indicazione geografica tipica). Prodotto con uve di vitigni della zona di Berchidda, è un vino dal colore giallo paglierino, con un profumo delicato, dal sapore secco. Ottimo con il pesce soprattutto i crostacei, io l’adoro anche con risotti alle verdure.

… dall’archivio di Dolcipensieri:

RISOTTO ALLA RUCOLA CON CRESCENZA

MELUZZO CON TARTARE DI POMODORI E PESTO DI FRUTTA SECCA

PANINO IN SFOGLIA CON ASPARAGI E UOVA

MINI TROFIE AL PESTO, GRANA E FRUTTA SECCA

RISOTTO CON PESTO DI PREZZEMOLO E NOCI

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

LET ME TALK ABOUT...

https://www.facebook.com/giuliosmoke88

Giuls in the World

La vita ed i sogni di una noiosissima studentessa universitaria

Ricette di coppia

Il miglior sito WordPress.com del mondo!

Creare Scout

Lasciate una traccia del vostro passaggio! Commentate! :) grazie

Articolando

Articolando is rolling, the others are stoned

Food & Wine Tuscany

The Tuscan one to Drink and to Eat

C'era una volta

les fabuleoux destin de Amelie Poulan

Ascolta i sapori

Questa pagina e' un omaggio a chi mi ha fatto amare la cucina, i sapori di una volta, la qualita' e la ricerca, la passione, e qualche colpo di testa!

cucinachespasso

La nostra famiglia ai fornelli

Gran Bretagna Gastronomica

un mondo di sapori britannici

Beni Culturali 3.0

Promuovere Tutelare Valorizzare

Tavole Romane Blog

per chi vive a Roma e per chi vuole viverla e gustarla come i romani

secondastella72

I pensieri, le parole (di una mamma "in corriera")

Emanuelandia...

Di tutto un pò...

Cucinando con Amore

L'uomo va preso per la "panza"!

sweet petit

petit & sweet, un spazio in cui il cibo nelle monoporzione è il protagonista, sbizzarrendo con colori e piccoli dettagli... un mondo di style semplice, divertente come un vero arte artigianato.

A fine binario

voglio solo ricominciare

lapappapronta

il mio angolo cottura..

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.586 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: