Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 10 settembre 2008

Un “dolcepensiero” di fine estate: quest’anno l’estate si sta prolungando per un nostro bellissimo piacere. Quindi ho ripresentato in cucina questa facile ma gustosa ricetta adatta ancora per questo caldo settembre. Da abbinare a del semplice prosciutto crudo o speck con del melone, ci ricorda ancora le cene d’estate al mare…

Ingredienti per quattro persone

400 grammi di mini tortiglioni

2 zucchine verdi

250 grammi di formaggio cremoso alle erbe

pepe

prezzemolo

aglio

olio extra-vergine d’oliva.

Preparazione

Mettete l’acqua a bollire per la pasta, nel frattempo dedicarsi al sughetto: prendete la grattugia (del formaggio) e dalla parte più larga grattugiare le zucchine lavate e spelate della parte verde, in modo da ottenere una pappetta. Prendiamo il prezzemolo e tritiamolo finemente; in una padella soffrigiamo l’aglio con poco olio extra-vergine d’oliva più un pò di prezzemolo, quindi aggiungiamo la polpa della zucchina e lasciamo soffriggere il tutto per una decina di minuti scarsi. Mescolando uniamo il formaggio cremoso alle erbe, aggiungiamo un pò di acqua di cottura e lasciamo cuocere per altri cinque minuti a fuoco bassissimo per non farlo asciugare troppo. Amalgamata la crema, uniamo altro prezzemolo e un pò di pepe. Togliamo dal fuoco, scoliamo la pasta e versiamo la crema sui mini tortiglioni. Per questa ricetta sono ottime anche le mezze penne.

Read Full Post »

cavolfiore fritto (9)+

Un “dolcepensiero”: l’autunno è alle porte e con esso arrivano le prime verdure di stagione; ed ecco che oggi ho ripreso una ricetta che faccio sempre con mia madre. Si tratta di un contorno appetitoso che io accompagno ad una semplice degustazione di formaggi magri.

INGREDIENTI:

1 cavolfiore dal peso di circa un chilo

2 uova

sale fine e grosso

grana gratuggiato

pan grattato

olio di semi di mais per frittura

PREPARAZIONE

cavolfiore fritto (8)+

Mettere a bollore dell’acqua, circa due litri, in una pentola; prendere il cavolfiore e pulirlo eliminando le foglie e spezzettarlo in base alle ramificazioni in ciuffetti. Al bollore, aggiungervi del sale grosso e immergervi i pezzi di cavolfiore facendoli cuocere per circa 15 minuti (il cavolfiore non deve essere tanto cotto). Scolarlo e lasciarlo raffreddare. Quindi si procede all’impanatura in pastella: in una ciotola, sbattere le uova con un po’ di sale, immergervi i pezzi di cavolfiore; in una fondina mischiare del pan grattato con del grana gratuggiato, un pizzico di sale e passarvi i pezzi di cavolfiore. Ripetere l’operazione per tutti i “rametti”. In una padella scaldare l’olio per frittura (il livello dell’olio deve coprire per metà i ciuffi): immergervi i pezzi di cavolfiore, farli rosolare fino al raggiungimento di un bel colorino ambrato. Scolarli su un foglio di carta assorbente, passarli su di un piatto da portata e spolverizzare con grana gratuggiato.

cavolfiore fritto (4)+

Read Full Post »

Ingredienti per 6 ciotoline:

mezzo litro di latte fresco intero

2 cucchiai di cacao amaro

2 cucchiai di zucchero

2 cucchiai di fecola di patate oppure di farina bianca

6 biscotti frollini di vostro gusto

1 cucchiaio di gocce di cioccolato più 1 cucchiaino per la decorazione.

Preparazione

Preparate le sei ciotoline mettendo al centro per ognuna un frollino. In una casseruola alta mettere il latte, unire la fecola (o la farina) e amalgamarla al latte con l’aiuto di una frusta; aggiungervi allo stesso modo il cacao, di seguito lo zucchero e amalgamate bene il tutto; unitevi le gocce di cioccolate, mescolate fino alla completa ebollizione. Spegnete il fuoco ma continuate a miscelare con la frusta fino allo sgonfiore della crema. Depositate per ogni ciotola almeno quattro cucchiai di crema, la rimanente crema ridistribuitela nelle ciotole. Dopo 10minuti decorate la superficie con qualche goccia di cioccolato e riponete in frigo i budini così ottenuti.

 

Un dolce per un “dolcepensiero”: questo budino lo faccio molte volte per il mio bambino, perchè rimane più leggero di quello al cioccolato e senza dubbio più genuino di quelli di grande distribuzione. A dir la verità è una ricetta rubata a mia mamma che a sua volta lo proponeva a noi ragazzi per la merenda. E’ di facile esecuzione ma il risultato è veramente buono da utilizzare per le voste festicciole con i bambini.

MATTEO e quel che resta del... budino

MATTEO e quel che resta del... budino

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: