Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 28 ottobre 2008

Autunno inoltrato…

L’autunno è arrivato in un tripudio di colori, profumi e sapori. Gli alberi, sovrani incontrastati dei nostri boschi, si tingono delle sfumature più calde e accese del rosso, del giallo e dell’arancio; i meli sono carichi di rossi frutti maturi, i melograni ai rami iniziano a creparsi per far scorgere i loro rubini frutti mentre i kiwi hanno raggiunto la loro forma e grandezza tanto coltivata in estate e si stanno preparando a maturare.

I giardini si riempiono di funghi dai colori gialli e nocciola formando in alcuni casi dei cuscini.

Il prato ricoperto dalle foglie sembre che sia pronto anch’esso per il letargo invernale. Solo aprendo la finestra, oggi che è una giornata uggiosa, dal terreno si alza un profumo di humus e muschio che ti fa venire voglia di inforcare gli stivali ed uscire per boschi.

Ma anche in autunno si possono avere gli stessi colori dell’estate nelle varie tonalità dei ciclamini, nel rosso vivo del pungitopo che tanto ti fa pensare al natale e nelle ultime rose che sbocciano in giardino.

 

Ed ecco che invece domenica era una giornata con un pigro sole che ci siamo goduti in giardino prima di sederci a tavola dai nonni TREZZI, per gustare uno special menù tipico autunnale che vi descriverò prossimamente… Matteo e Nick con la complicità di Mec, si sono fatti delle belle corse fra il fruscio delle foglie secche ed il profumo che emanava sia il terreno che i funghi. Carissimi amici, godetevi anche l’autunno che ci sa regalare splendide emozioni…

Read Full Post »

 

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE:

400 grammi di farfalle

125 ml di panna da cucina

16 mazzancolle

200 grammi di gamberetti piccoli

noce moscata

pepe e sale

1 bustina di zafferano

1 noce di burro

latte q.b.

PREPARAZIONE:

far bollire l’acqua salata per la cottura delle mazzancolle e dei gamberetti, mentre si prepara il condimento; in una padella antiaderente far sciogliere la noce di burro con un goccio di latte, stemperare la panna da cucina e far cuocere a fuoco lento. Aggiungere la noce moscata, il sale, il pepe e lo zafferano sciolto nel latte. Con una schiumarola, scolare i pesciolini rosati, aggiungerli al sughetto, far saltare a fuoco vivace per un paio di minuti, riabbassare la fiamma lasciando cuocere a fuoco lentissimo mescolando di continuo e aggiungendo latte se si asciuga troppo. L’acqua dove avete fatto bollire i pesciolini dorati verrà usata per lessare la pasta al dente per circa 10 minuti ( 5 se sono mini farfalle). Una volta cotta la pasta, unirla al composto di zafferano, far saltare il tutto e servire con un’altra spuzzata di pepe se lo amate in modo particolare.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: