Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 21 agosto 2010

Un “Dolcepensiero”: qui in Sardegna è impossibile non sfruttare le materie prime che il luogo ci regala. Avete mai assaggiato il prosciutto crudo sardo? beh, se siete amanti dei sapori decisi e saporiti, questo crudo fa per voi: infatti il prosciutto crudo sardo è un po’ salato, molto profumato soprattutto se potete mangiare quelli ancora insaccati artigianalmente. Quest’anno ho potuto provare un prosciutto da agriturismo veramente ottimo, qualche fetta lo usata per confezionare questi saltimbocca con l’aggiunta di pecorino semistagionato. E’ un prosciutto che viene stagionato con aromi del posto e una volta pronto per il consumo, si presenta di un bel rosso intenso; è ottenuto dal pezzo intero della coscia e della spalla. Negli anni passati è stato sempre considerato un prezioso alimento per contadini e pastori che lo consumavano, ed è giusto tutt’ora consumarlo, non a fette sottili, ma tagliate grossolanamente a coltello abbinandolo al pane carasau. La produzione è nata a carattere famigliare, ma ora si possono trovare anche ottimi prosciutti a livello industriale. Vengono utilizzati solo maiali allevati in Sardegna, ottenendo così un prodotto confezionato solo con materia prima di assoluta qualità. La stagionatuta è la fase più importante per avere un’ottimo prosciutto grazie all’eccezionale equilibrio climatico della regione, creando la giusta condizione per la stagionatura dei prosciutti; essi durante la lavorazione vengono salati, pressati e passati poi all’aromatizzazione con pepe e aglio per un periodo che può variare da 4-5 mesi fino a un anno. Le zone di maggiore produzione sono l’Ogliastra e la Barbagia.

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

8 fettine di petto di pollo

8 fettine di prosciutto crudo sardo

8 fettine di pecorino sardo semistagionato

olio extravergine d’oliva

sale e pepe

il succo di limone

timo.

PREPARAZIONE

Battere leggermente le fettine di pollo, disporre sopra ad ognuna una fetta di prosciutto crudo e poi una fetta di pecorino. Piegare le fettine in due e fermarle con uno stecchino. Oliare una capiente padella antiaderente, porvi i saltimbocca, regolare di sale e pepe, rigirarli appena iniziano a dorare e spolverarli con il timo. Continuare la cottura rigirandoli spesse volte, irrorare con il succo di limone. Servire appena sono ben cotti. Io li ho serviti con piselli al burro e soffrittino di cipolla bianca con qualche pezzetto di prosciutto crudo. Una delizia.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

INSALATA DI POLLO CROCCANTE AGLI AROMI CON CAVOLO CAPPUCCIO

RISO CON ZAFFERANO SARDO E FONDUTA DI PECORINO

RISOTTO MANTECATO CON PECORINO SARDO E SALSICCIA SARDA

Pubblicità

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: