Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 13 agosto 2011

PEPE BIANCO – via Catello Piro – OLBIA

Una bella passeggiata per il centro di Olbia tra aperitivo e cena: il centro storico della città, tutte le estati, regala ai turisti negozi aperti fino tardi, intrattenimenti vari nella piazza antistante il porto, giocollieri di strada e un mercatino grazioso lungo le sue vie principali: non poteva mancare qualche acquisto di cui un bell’abito nelle tinte degli azzurri/blu senza spalline e una graziosa collana confezionata con prodotti naturali creati da una ragazza francese molto carina e colorata. Per godervi un aperitivo e/o una cena, c’è poi l’imbarazzo della scelta tra i tanti ristoranti e bar per una svariata scelta per tutti i vostri gusti. Posti tutti ai lati del viale o nascosti nelle viette laterali, con i loro tavoli tutti assiepati – mi ha ricordato tantissimo Parigi con i suoi caffè e bistrot tutti sulle strade con i mini tavolini – potete godervi la buona cucina gallurese a qualsiasi prezzo vogliate e a qualsiasi grado di piacere vogliate: insomma ce nè per tutti i gusti e portafogli. A noi è piaciuto molto il ristorante PEPE BIANCO FASHION posto lungo una vietta laterale al vialone centrale ornato di negozi: un ristorante/pizzeria molto moderno e giovanile con un menù discreto dalla pizza al pesce, dai primi ai secondi sia di carne sia di pesce. Il personale giovane, dinamico, simpatico; l’ambiente modernissimo di salottini bianchi in pelle sia nella sala interna sia lungo la striscia del marciapiede all’esterno. Grossi lampadari all’interno, regalano all’ambiente un po’ di glamour. La nostra cena è stata molto leggera e semplice ma direi buona e gradevole: Marco ha mangiato una pizza ben cotta ma forse poco salata la pasta (abbiamo rimediato con dell’olio piccante), comunque buona, sottile e ben guarnita con crudo e rucola, Matteo si è gustato i Malloreddus di pasta bianca e verde quelli lunghi e stretti, con sugo di salsiccia mentre io avevo optato per una frittura di pesce ma causa maestrale, purtroppo il pescato del giorno era stato scarso e quindi pesce fresco non disponibile. Punto a favore del ristorante che poteva servirmi una bella frittura congelata, di quelle che si tengono di scorta per non deludere il cliente, per intenderci!!! in opzione mi sono gustata un buon e fresco salmone dalle fettine spesse per essere un carpaccio su un letto di insalatina fresca, pomodorini e qualche goccia di balsamico… perfetto! volevo restare leggera ma senza perdere il gusto e sono stata accontentata. Per finire una bella e abbondantissima insalata mista con un po’ di tutto, bastata per entrambi. Caffè, birre e coca per Matteo al prezzo di 42 euro, quindi conto finale tranquillo e ben speso!

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: