Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 3 settembre 2012

Partire da Palau per raggiungere l’Arcipelago della Maddalena, è molto semplice: è possibile fare una gita in barca con pranzo a bordo con piccoli traghetti, è possibile fare gite in barca a vela dove gli ospiti sono poco più di una dozzina, è possibile noleggiare gommoni per escursioni private per girare questo meraviglioso arcipelago con acque cristalline e spiaggette piccole e incontaminate. Partenza Palau:

La prima sosta è La Maddalena…

L’arcipelago della Maddalena è un parco nazionale, un gruppo di isolette vero tesoro naturale dell’isola. Nel periodo tra maggio e ottobre, per visitare l’arcipelago, occore munirsi di un’apposita autorizzazione. Comprende ben 24 isole, con baie e cale naturali già vissute in epoca romana. Famosissma è Caprera per l’esilio di Garibaldi: l’isola è possibile visitarla grazie all’istmo artificiale che la collega alla Maddalena, come si può visitare la casa che lo accolse. Queste isole erano facili insiediamenti avendo come punto di riferimento la famosa roccia a forma di orso, Capo d’Orso appunto che dal mare si scorge visibile su un picco di montagna e punto di riferimento per i marinai.

Una delle isole più belle è quella di Spargi: abbiamo fatto il bagno a Cala Granara con sabbia bianca e acque trasparenti. La natura ancora selvaggia, ne fa di quest’isola un luogo bellissimo meta di molti bagnanti soprattutto se muniti di gommone, è molto facile raggiungere la spiaggia.

Siamo nella parte meridionale dell’isola di Spargi, di proprietà di privati. Tra le caratteristiche della zona c’è anche la strana forma di molte rocce dovuta al modellamento da parte degli agenti atmosferici, soprattutto il vento.

Dopo Spargi ecco Budelli con la famosissima Spiaggia Rosa, zona non raggiungibile da soli perchè zona protetta visitabile solo con una guida del parco; la sua famosissima sabbia ha un colore fantastisco tendente al rosa, che si forma grazie allo sbriciolamento di milioni di gusci di animali marini rosacei. La spiaggia ora è protetta soprattutto per ricreare il giusto equilibrio naturale in quanto i turisti in passato, si prendevano sempre un pugno di sabbia per ricordo portando la spiaggia alla quasi sparizionde della sabbia. In Sardegna, è proibito su tutte le spiagge, prendere sabbia… ricordatevelo! le multe sono salate. La spiaggia Rosa è stata immortalata nel film del 1964 “Deserto rosso” di Michelangelo Antonioni.

Il Porto della Madonna è uno strepitoso specchio d’acqua azzurrissima; è racchiuso tra le isole di Razzoli, Santa Maria e Budelli. Luogo perfetto per l’ultimo bagno della giornata in questo posto meraviglioso.

Non fatevi mancare questo tour per l’arcipelago, le proposte sono molteplici sia con partenza da Baia Sardinia, Palau e La Maddalena ma anche da Porto Rotondo è possibile visitare la costa con viaggi organizzati…

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: