Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cioccolato al latte’

TORTA GELATO CIOCCO VANIGLIA (20)+

Un “Dolcepensiero” fresco… anzi gelato! ieri a pranzo dai suoceri, ci siamo gustati un bel pranzo a base di pesce per sfamare anche quella voglia di mare… Per quest’anno, haime’, niente mare: io abituata a farmi sia giugno che agosto nella mia adorata Sardegna… ma si sa prima il lavoro! quindi per consolarci ci siamo tuffati letteralmente in frittura di pesce, insalata di mare e il più classico degli antipasti estivi quali prosciutto e melone. Resta comunque il fatto che una capatina sull’isola la farò, non in costa bensì in quel di Ortueri per un matrimonio a fine agosto, ottima occasione per visitare parte della regione al sud. Per la prima volta ho realizzato una torta gelato da gustare a fine pasto, fresca e perfetta per la giornata caldissima che è stata. Tutto rigorosamente “Home Made”…

TORTA GELATO CIOCCO VANIGLIA (22)+

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DI CM 22

GELATO AL CIOCCOLATO

150 grammi di cioccolato extra fondente al 80% di cacao

25 cl di latte intero

200 ml di panna fresca liquida

100 grammi di zucchero alla vaniglia

1 uovo

un pizzico di sale alla vaniglia

GELATO ALLA VANIGLIA

25 ml di latte intero

200 grammi di zucchero semolato

200 ml di panna liquida fresca

2 tuorli

1 stecca di vaniglia del Madagascar

PER LA TORTA

130 grammi di meringa (qui la ricetta)

60 grammi di gocce di cioccolato

100 grammi di cioccolato al latte

100 grammi di lamponi

TORTA GELATO CIOCCO VANIGLIA (16)+

PREPARAZIONE

PER LA TORTA: sbriciolare la meringa con le mani in pezzi grossolani: metà dose metterla alla base di una tortiera apribile, porla in freezer.*

PER IL GELATO AL CIOCCOLATO: spezzettare il cioccolato e farlo fondere a bagnomaria con una piccola parte di latte. Nel frattempo nella planetaria, sbattere l’uovo con un pizzico leggero di sale, unire lo zucchero fino ad avere un composto gonfio e spumoso, poi aggiungere il latte rimasto e azionare ancora per miscelare bene il tutto. Aggiungere il cioccolato fuso raffreddato, mescolare bene. Unire la panna, rendere tutto il composto omogeneo. Versarlo nella gelatiera e azionarla fino a quando si formerà il gelato: mi raccomando tenetelo morbido (per me una mezz’oretta circa).**

PER LA TORTA: prelevare la tortiera con la meringa, sovrapporre il gelato al cioccolato e riporre il tutto in freezer per una mezz’oretta. Dopo di che, prelevare la tortiera se il gelato si è abbastanza solidificato e sbriciolare l’altra metà della meringa con tutti i lamponi e una parte di gocce di cioccolato. Rimettere in freezer.

PER IL GELATO ALLA VANIGLIA: tagliare a metà il baccello di vaniglia e mettere i semini in un pentolino con il latte e metà dello zucchero, unire anche la stecca. Mescolare fino a quando lo zucchero si sarà sciolto, portare fin quasi a ebollizione. Togliere la pentola dal fuoco, coprire e lasciare in infusione per almeno 15 minuti. Montare i tuorli con il restante zucchero finché il composto sarà ben gonfio e chiaro. Versare a filo sulle uova montate il latte filtrato dalla stecca di vaniglia, azionare la planetaria per mescolare molto bene. Unire infine la panna miscelando di nuovo tutto insieme.  Versarlo nella gelatiera e azionarla fino a quando si formerà il gelato  mi raccomando tenetelo morbido (per me una mezz’oretta circa).**

PER LA TORTA: prelevare la tortiera con i primi tre strati, sovrapporre il gelato alla vaniglia e riporre il tutto in freezer. Prima del consumo, sciogliere il cioccolato al latte e mettere il cioccolato fuso in una tasca e creare i disegni che più gradite… i miei li ha realizzati Matteo. Terminare con delle gocce di cioccolato.

*la meringa preparatela anche il giorno prima oppure acquistate delle piccole meringhette.

**i gelati vi consiglio di prepararli al momento in modo che quando li ponete nella tortiera siano ancora morbidi per essere ben livellati. Se li preparate il giorno prima, dovreste scongelarli per ammorbidirli per poi ricongelarli una volta che li avete messi in tortiera. Non è molto consigliabile.

TORTA GELATO CIOCCO VANIGLIA (5)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

TORTA SETTE VASETTI

GELATO MALAGA AL CIOCCOLATO BIANCO

FLOGNARDE ALLE ALBICOCCHE E CIOCCOLATO

TORTINO AL CIOCCOLATO E VANIGLIA IN TAZZA

CIAMBELLONE AL MASCARPONE E VANIGLIA CON GLASSA AL LIMONE

Con questa ricetta partecipo al contest:
contest-v
Annunci

Read Full Post »

MUFFIN CON CIOCCOLATO AL LATTE (40)+

Un “Dolcepensiero” riciclato: un’altra ricettina sul riciclo perché in cucina non si butta nulla. Con l’ultimo uovo di Pasqua, ho voluto realizzare questi muffin velocissimi da fare per una merenda genuina ma golosa per Matteo e i suoi amichetti. Una merenda perfetta dopo una giornata di scuola: alle quattro Matteo esce affamato da scuola e appena arriva a casa apre la dispensa per prendersi qualcosa da mangiare. Trovare sul tavolo un cesto di muffin cioccolatosi è stata una bella sorpresa non solo per lui ma anche per l’amichetto e perché no… anche per i nonni che hanno gustato questi muffin alla sera come dolcetto di fine pasto.

MUFFIN CON CIOCCOLATO AL LATTE (36)+

INGREDIENTI

200 grammi di cioccolato al latte

300 grammi di farina 00

200 grammi di fecola di patate

250 grammi di zucchero extrafine

125 grammi di burro

1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

4 uova

latte q.b.

1 bustina di lievito per dolci

un pizzico di sale

zucchero a velo vanigliato q.b.

MUFFIN CON CIOCCOLATO AL LATTE (32)+

PREPARAZIONE

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato al latte con il burro. Nella planetaria sbattere le uova con un pizzico di sale e lo zucchero fino a quando saranno ben gonfi, unire la farina setacciata con il lievito e la fecola, unire il cioccolato sciolto con il burro al composto e montare il tutto aggiungendo ancora latte, se occorre, per rendere l’impasto più morbido. Preparare i pirottini nella teglia per muffin, porre il composto in una tasca da pasticcere e riempire i pirottini per 3/4 e infornare a 180°C per una mezz’oretta. Lasciar poi raffreddare i muffin, spolverarli di zucchero a velo vanigliato.

MUFFIN CON CIOCCOLATO AL LATTE (22)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

UN MUFFIN PER SAN VALENTINO

MOUSSE DI CIOCCOLATO AL LATTE

MUFFIN CON CIOCCOLATO AL LATTE E FRUTTA SECCA

MUFFIN CON CIOCCOLATO AL LATTE (16)+

Con questa ricetta partecipo al contest di “Oggi pane e salame, domani…”

Banner-Raccolta-Voglia-di-Aprile-100-DPI1-e1366019588162

Read Full Post »

MOUSSE AL CIOCCOLATO (36)+

Un “Dolcepensiero”: un dessert perfetto per sfruttare in pieno tutto il cioccolato della Pasqua. Infatti per questa mousse il protagonista è il cioccolato al latte, magari poco sfruttato per fare delle torte dove si predilige quello più amaro, il fondente. E’ un dolce che si può preparare in anticipo: unico accorgimento quando lo mettete in frigo, copritela con della pellicola per non assorbire altri odori e profumi presenti nel frigo; è molto versatile nella presentazione dove potete utilizzare delle classiche ciotole oppure variare usando la vostra fantasia: io le ho presentate nelle tazze da thè alte, quelle più belle ed eleganti. E’ un dessert perfetto per un fine pasto magari non troppo pesante in modo da gustarla appieno essendo un buon dolce comunque corposo. Ideale un Moscato italiano per accompagnarla.

MOUSSE AL CIOCCOLATO (30)+

INGREDIENTI

4 uova

200 ml di panna da montare già zuccherata

1 cucchiaio colmo di zucchero semolato

120 grammi di cioccolato al latte

un pizzico di sale

cacao amaro q.b.

PREPARAZIONE

Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale. Riporli in frigo. Montare la panna con lo zucchero. Riporla in frigo. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato mescolando spesso finché non sarà cremoso. Togliere dal fuoco del bagnomaria e aggiungere i tuorli frullandoli nella planetaria alla velocità massima. Con una spatola, aggiungere al cioccolato la panna montata e mescolare delicatamente incorporando aria; appena miscelato bene il tutto, aggiungere gli albumi e continuare a mescolare fino a quando il tutto sarà ben miscelato. Lasciar la mousse in frigo per un paio di ore minimo oppure fino al suo consumo. Preparare le monoporzioni come meglio gradite, spolverate di cacao amaro.

MOUSSE AL CIOCCOLATO (25)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

MOUSSE ALLE MORE CON CIOCCOLATO E GELATO ALLA PANNA

MUFFIN CON CIOCCOLATO AL LATTE E FRUTTA SECCA

CIAMBELLONE AL DOPPIO CIOCCOLATO

Read Full Post »

COOKIES AL CIOCCOLATO E SALE ALLA VANIGLIA (5)+

Un “Dolcepensiero” ma anche leggermente salato: il sale alla vaniglia mi ha letteralmente affascinato. Sapevo della sua esistenza e della possibilità di farlo “home made” ma ancora non l’avevo assaggiato nella mia cucina. Complice la collaborazione con la “DROGHERIA” di via Diaz a Como, dove acquisto e scopro parecchie novità su spezie, sali e thè vari, in questi giorni sto’ sperimentando questo sale aromatizzato con la vaniglia. Ieri sul filetto, oggi nell’impasto di questi biscotti fra i più classici della cucina americana, ovvero i cookies al cioccolato. Conferiscono quella nota salata che fa un buon contrasto unito al burro e allo zucchero di canna. La vaniglia con il suo aroma inconfondibile, fa occhiolino al cioccolato. Per oggi la merenda con l’amichetto di Matteo è assicurata!

COOKIES AL CIOCCOLATO E SALE ALLA VANIGLIA (8)+

INGREDIENTI PER UNA CINQUANTINA DI COOKIES

350 grammi di farina 00

1 cucchiaino di sale alla vaniglia della  “DROGHERIA” di via Diaz a Como

170 grammi di burro leggermente salato

50 grammi di burro

175 grammi di zucchero semolato bianco

175 grammi di zucchero di canna

1/2 stecca di vaniglia

2 uova

1/2 bustina di lievieto per dolci

125 grammi di gocce di cioccolato fondente

125 grammi di cioccolato al latte

COOKIES AL CIOCCOLATO E SALE ALLA VANIGLIA (31)+

PREPARAZIONE

Scaldare il forno a 190°C (per me ventilato). Nella planetaria, sbattere i burri leggermente ammorbiditi con gli zuccheri e i semini della stecca di vaniglia per ottenere un composto cremoso. Aggiungere le uova e sbattere unendo la farina, il lievito e il sale alla vaniglia. Per ultimo aggiungere il cioccolato al latte a pezzettini piccoli e anche le gocce di cioccolato fondente mescolando con la spatola. Prendere un terzo dell’impasto e formare un cilindro del diametro di circa cinque centimetri (attenzione l’impasto deve rimanere molto morbido, non impastate solo arrotolate). Tagliare il cilindro formando dei biscotti rotondi alti circa due centimetri che adagerete su una teglia con carta forno distanziandoli fra di loro perché in cottura aumentano del doppio la circonferenza. Ripetere l’operazione altre due volte. Cuocere per una ventina di minuti fino a quando diventano dorati. Si conservano in scatole di latta o a chiusura ermetica per un tre giorni.

COOKIES AL CIOCCOLATO E SALE ALLA VANIGLIA (12)+

Godetevi questi adorabili biscotti quando volete magari mentre vi concedete qualche minuto di relax in compagnia di un buon libro; io vi consiglio “Mirtilli a colazione” e se volete sapere qualcosa sulla trama, ne ho parlato qui.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

ORANGE COOKIES

COOKIES CON ARACHIDI, CIOCCOLATO E CANNELLA

BISCOTTI CON GLASSA

I BISCOTTI DELLA DAMA

BISCOTTINI DI RISO E CIOCCOLATO IN GOCCE

Read Full Post »

CIAMBELLONE AL DOPPIO CIOCCOLATO (14)+

Un Dolcepensiero… ciambelloni mon amour…. non resisto proprio davanti ad una richiesta di ciambellone! se fatta poi dal mio maritino Marco; era già da un po’ che mi chiedeva una torta cioccolatosa, quindi non potevo esimermi dal cucinare una bontà di dolcezza, se poi con il cioccolato beh… il risultato è garantito. Due tipi di cioccolato al latte e fondente che si sono fusi molto bene conferendo tantissima golosità ad un ciambellone soffice soffice!

INGREDIENTI

360 grammi di farina

2 uova intere

2 uova separate, albumi montati a neve

160 grammi di zucchero

160 grammi di burro leggermente salato

un bicchiere di latte intero

una bustina di lievito per dolci

200 grammi di cioccolato misto (latte+fondente)

1 bacello di vaniglia del Madagascar

PREPARAZIONE

Nella planetaria, setacciare la farina con il lievito, incorporare le due uova intere più altri due soli tuorli; gli albumi montarli a neve con un pizzico di sale. Unire anche lo zucchero, il burro sciolto a bagnomaria, un bicchiere di latte filtrato che avrete scaldato e a cui avrete aggiunto i semini della vaniglia, stecca compresa. Miscelare bene il tutto, aggiungere poi gli albumi ben montati, continuare a mescolare bene il tutto ma con l’aiuto di una spatola cercando di non smontare troppo gli albumi. Unire metà dei cioccolati tritati finemente; trasferire metà impasto in uno stampo per ciambella: io ho usato uno stampo stretto e alto di silicone che ho posto sopra una teglia da forno e che ho spennellato con olio extravergine d’oliva al suo interno. Distribuire metà del cioccolato avanzato, sovrapporre il resto dell’impasto e terminare con il cioccolato avanzato. Cuocere il ciambellone in forno preriscaldato a 180°C per circa un’oretta. Terminata la cottura se il ciambellone non risulta troppo secco, lasciarlo in forno spento e aperto un poco per una decina di minuti. Perfetto per una merenda o una tranquilla colazione.

CIAMBELLONE AL DOPPIO CIOCCOLATO (26)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

CIAMBELLONE AL MASCARPONE E VANIGLIA CON GLASSA AL LIMONE

CUPCAKES CON GOCCE DI CIOCCOLATO

MUFFIN CON GOCCE DI CIOCCOLATO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” troppo buono: una crostata buona con una frolla che utilizza farine senza glutine che fa da guscio ad una crema pasticcera e a tante fragole con qualche scheggia di cioccolato al latte. Un dolce perfetto per la stagione primaverile anche se questa ci sta facendo aspettare… ma oggi no!!! c’è un caldo sole e un cielo azzurro da mozzare il fiato anche se all’orizzonte fanno capolino grosse e gonfie nuvole bianche. La base della frolla non solo è perfetta per far crostate, ma anche biscotti… ottima soluzione per coloro che hanno allergie al glutine. Io la uso spesse volte per far biscotti con e per i bambini avendo Matteo qualche amichetto celiaco. Io l’ho trovata molto buona!

INGREDIENTI

PER LA FROLLA

2 uova biologiche

225 grammi di farina di riso

25 grammi di farina di mais

100 grammi di zucchero semolato

100 grammi di burro leggermente salato+una noce di burro per la teglia

1/2 bustina di lievito per dolci

PER LA CREMA PASTICCERA

100 grammi di zucchero

60 grammi di farina bianca

4 tuorli d’uovo

mezzo litro di latte intero

una stecca di vaniglia

PER LA FINITURA

un cestino di fragole

gelatina per torte alla frutta (io uso Tortagel Paneangeli)

qualche goccia di limone

un pezzo di cioccolato al latte

PREPARAZIONE

PER LA FROLLA. Nel mixer, passare la farina di mais per renderla molto fine. Nella planetaria unire le due farine con il lievito, aggiugere le uova e il burro ammorbidito tagliato a tocchetti, infine lo zucchero. Impastare per bene fino a quando inizia a formarsi una palla che rifinirete lavorandola con le mani. Ricoprire il panetto con della pellicola e fatelo riposare per un’oretta nel frigo. Togliere il panetto dal frigo, rinvigorire la frolla con le mani e con un poco di farina, stenderla tanto quanto l’ampiezza della pirofila da cm 26. Porre la frolla all’interno della teglia imburrata ed infarinata, eliminare la pasta in eccesso e bucherellare il fondo con una forchetta. Prendere un foglio di carta da forno, inumidirla con acqua e strizzarla molto bene, metterla sulla pasta e ricoprirla con fagioli secchi. Porre in forno a 180°C per circa 40 minuti o fino a doratura.

PER LA CREMA. Prelevare i semini dalla stecca di vaniglia. Sbattere i tuorli fino a quando risultano omogenei, aggiungere lo zucchero e continuare a mischiare fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungere sempre mescolando la farina setacciata. In un tegamino far bollire il latte con i semini e la stecca di vaniglia, aggiungerlo filtrandolo al composto e continuare a mescolare energicamente fino ad avere una crema densa ma senza grumi. Far raffreddare.

FINITURA DELLA CROSTATA. Prelevare la base di frolla dal forno, versare la crema sulla crostata. Tagliare le fragole a tocchetti o a fettine come più vi piace e ricoprite per intero tutta la crostata. Grattugiare direttamente sulle fragole il pezzo di cioccolato in piccole scaglie. Preparare la gelatina per torte alla frutta seguendo le indicazioni sulla confezione: io aggiungo sempre qualche goccia di limone. Servire.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

FROLLA AL MASCARPONE E AMARETTI

CROSTATA FRAGOLE E CREMA

TORTA DELLA NONNA CON FARINA DI RISO

CROSTATA ALLA CREMA

TORTA MORBIDA DI RICOTTA CON FRAGOLE E COCCO

Con questa ricetta partecipo al contest “La fragola vien mangiando”

del blog “L’AMORE IN CUCINA”

Con questa ricetta partecipo al contest del blog “CUCCHIAIO E PENTOLONE”

dal titolo “RICETTE RIPIENE … Dall’antipasto al dolce”

nella categoria DOLCI

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di “DOLCIZIE… LE MIE DOLCI DELIZIE”

dal titolo “L’ALBERO GOLOSO”

categoria TORTE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” da bis: ho detto che per questi brownies è stata la mia prima volta. Non potevo non bissare anzi triplicare per la castagnata dell’asilo del  mio bimbo, in cui noi mamme prepariamo dolci e torte per la vendita il cui ricavato, quest’anno, andrà per un bellissimo progetto di musica molto stimolante per i bambini. E’ molto bello frequentare l’asilo anche per noi mamme: è vero anche che non tutte hanno tempo da dedicarci ma durante l’anno sono molteplici le attività che si creano, dando ottime possibilità ai genitori di partecipare attivamente alle manifestazioni. C’è anche da dire che questi appuntamenti danno vita anche ad amicizie –  come nel mio caso ho travato una dozzina di nuove amiche con cui divertirmi e passare qualche ora in compagnia – ma anche a momenti di agregazione e di scambio di pareri per l’educazione dei propri bimbi. Ma torniamo alla cucina: ho fatto due belle versioni di brownies… una come la scorsa volta, la seconda con l’aggiunta del cioccolato ma al latte, le mandorle a tocchetti e l’uvetta. Ottimi! tanto ottimi che li ho dovuti poi rifare per mio marito Marco: decisamente golosi e ottimi per una colazione domenicale fatta in tutta tranquillità e relax, una coccola gustosa per Marco!!! Ma ideali anche come dessert di fine pasto… perchè troppo buoni!!!

INGREDIENTI PER UNA PIROFILA DI CM 20×24 circa

100 grammi di cioccolato al latte

60 grammi di uvetta sultanina

20 grammi di cacao amaro+una leggera spolverata finale

60 grammi di mandorle

200 grammi di burro leggermente salato

200 grammi di zucchero semolato

4 uova

140 grammi di farina bianca antigrumi

zucchero a velo vanigliato q.b.

PREPARAZIONE

Mettere a bagno in acqua calda l’uvetta. Fondere a bagnomaria il burro con il cioccolato: nella planetaria – frusta a K flexi – unire al cioccolato e burro lo zucchero, azionare fino a quando sarà omogeneo. Aggiungere le uova, azionare ancora fino a completa omogeneità. Passare ad unire la farina, il cacao e amalgamare molto bene. Terminare con le mandorle spezzettate con la mezzaluna e l’uvetta ben strizzata. Versare nello stampo imburrato ed infarinato, infornare in forno già caldo a 180°C per 30 minuti. Passato il tempo utile, sfornare, lasciar raffreddare quindi tagliare in quadrotti.

Con questa ricetta partecipo al contest de “LA SCIMMIA CRUDA”

“DUE CUORI E… IL CIOCCOLATO”

Dall’archivio di Dolcipensieri:

TORTA CIOCCO CAFFE’ PROFUMATA DI CANNELLA

BRUSCHETTA FONDENTE

FARFALLE IN GIALLO CON FAGIOLINI, MANDORLE E NOCI

BIRYANI DI RISO E SPEZIE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” goloso: una torta molto golosa con il caffè, la crema che c’è all’interno e che la ricopre tutta fuori è con cioccolato e aromatizzata alla cannella, perfetta per un dopo cena in giardino. Trovo questa torta perfetta sia in inverno ma anche in estate per quel sentore che rilascia la cannella… e poi chi di noi potrebbe rifiutare la glassa al cioccolato??? Questa è una delle prime torte che ho cucinato da ragazzina quando mi ritrovavo sola in casa – e non capitava molto spesso avendo tre fratelli – ma quando arrivava il tardo pomeriggio o magari la sera, veniva sbaffata in un nano secondo non solo da loro ma anche da fidanzate e amici.

INGREDIENTI

PER LA TORTA

180 grammi di farina 00

50 grammi di maiazena

100 grammi di burro leggermente salato

150 grammi di zucchero semolato

3 uova

1 tazzina di caffè espresso

1 bustina di lievito vanigliato per dolci

PER LA CREMA AL CIOCCOLATO

200 ml panna fresca

130 grammi di cioccolato fondente

140 grammi di cioccolato al latte

1 tazzina di caffè espresso

1 cucchiaio di cannella in polvere

PER LA FINITURA

1 cestino di fragole

1 cestino di lamponi

PREPARAZIONE

Preparare la torta: nella planetaria, lavorare i tuorli con lo zucchero, aggiungere il burro fuso a bagnomaria, unire anche il caffè, la maiazena e la farina setacciata insieme, infine il lievito. Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale. Aggiungerli al composto e amalgamare bene il tutto. Versare il composto in una tortiera di cm 24 imburrata ed infarinata, infornare in forno già caldo a 180°C per 45 minuti.

Preparare la ganache: mettere su fuoco basso una pentola dove fare bollire leggermente la panna con il caffè tiepido a cui unirete il cioccolato a pezzi, fino quando tutto sarà sciolto. Togliere dal fuoco, unire la cannella, mischiare per bene e lasciar raffreddare. Porre nel frigo appena intiepidita fino al momento di glassare la torta.

Finire la torta: sfornata la torta e fatta raffreddare, tagliarla a metà; cospargere la superficie interna con qualche cucchiaiata di crema – che avrete tolto dal frigorifero e rimescolata molto bene per renderla fluida – sovrapporre la calotta sopra e finire glassandola per intero. Al centro porre le fragoline lavate e tagliate, intorno i lamponi. Lasciare in ambiente fresco oppure visto la stagione, nella parte meno fredda del frigorifero e toglierla qualche minuto prima di servirla.

Partecipo al Giveaway “Il Mio 1° Blog Compleanno”

di La dolce vita

 Con questa ricetta partecipo al contest de:

“LA MASSAIA CANTERINA”

inerente al caffè “I LOVE COFFEE”

Dall’archivio di Dolcipensieri:

TORTA CRISTINA

BRUSCHETTA… FONDENTE

BICCHIERINI AL CACAO

BIRYANI DI RISO E SPEZIE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” alternativo: oggi vi propongo un tiramisù un po’ più delicato perfetto per queste giornate di festa dove sulle nostre tavole ci sono leccornie di ogni genere. Un tiramisù fresco senza la presenza del caffè che per qualcuno soprattutto alla sera potrebbe causare insonnia ma trovo che sia anche più abbinabile ad un buon prosecco o spumante dolce italiano per il brindisi finale dei vostri pranzi o cene . E’ una versione leggera, delicata per un dolce molto tradizionale ma rivisitato in chiave più moderna per una cena “elegante” ma non impegnativa, come può essere quella per la fine dell’anno.

LA RICETTA DEL TIRAMISU’ DELLE FESTE

LA TROVATE QUI

Read Full Post »

La ricetta la trovate cliccando sul banner sotto: vi aspetto di là per i commenti…….

Read Full Post »

Older Posts »

Mamma for dummies

Gravidanza, vita da mamma, idee per bambini

Pensieri sparsi in ordine caotico

Raccolta di appunti scritti nel corso degli ultimi dieci anni, forse più. Una volta erano raccolti in quaderni, poi una parte mi è stata rubata ed ora, grazie al cloud (non è uno locuzione romanesca), è tutto rigorosamente online. Dal mondo dell'informatica (non più aggiornato da anni ma tenuto in vita per una questione "sentimentale") a pensieri e riflessioni sulla vita, sul mondo, sulla società, sulle emozioni e su di me, senza prendermi troppo sul serio.

ristorar

Ristorazione d'azione, per sapere come fare

Caramello Salato

Raccolta di ricette di cucina con foto passo passo e procedimenti - i miei appunti in cucina

Gourmet Wine Lover

Esperienze di gusto

DrGlennE

Craft -DIY- Homedecor- handmade- Cook

anjalimeow

Ancient soul and Limitless mind

Seidicente,

altrimenti tutto è arte.

Autoscatto Televisivo

Recensioni televisive in autoscatto

aroundelisa

l'unica guida online per eleganti giramondo

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

Tasting Life

Una vita tra cibo, viaggi e fotografia

Menù di viaggi

gastro(eco)nomici

FeniceInPigiama

Aspirazioni e sogni di un'imbrattacarte

Giorgia Podeschi Official Fashion Blog

Blog personale di moda, fashion, lifestyle, shooting fotografici, fashion design, aesthetics and beauty

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: