Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cipolla rossa di Tropea’

INGREDIENTI

1 pollo di circa un chilo e mezzo

2 limoni non trattati

50 grammi di capperi sottosale

un mazzetto di menta

2 spicchi di aglio

1 cipolla rossa di Tropea

300 ml di brodo vegetale

olio extravergine d’oliva q.b.

pepe in grani q.b.

sale q.b

PREPARAZIONE

Tagliare in pezzi il pollo. Sistemarli in una ciotola con gli spicchi di aglio sbucciati e schiacciati; unire anche la cipolla tagliata a fettine, qualche foglia di menta e il pepe macinato grossolanamente. Terminare con un filo di olio evo con il succo e la buccia di mezzo limone, miscelare bene il tutto e coprirlo con la pellicola; lasciare insaporire per almeno un paio di ore. Scaldare qualche cucchiaio di olio evo in una teglia (che poi potrete porre anche in forno) e rosolarvi tutti i pezzi del pollo senza il condimento (che terrete comunque da parte). Quando la carne sarà rosolata, unire le cipolle del condimento che avete tenuto da parte. Affettare a fette spesse i limoni rimasti, regolare di sale e bagnare con qualche mestolo di brodo. Infornare in forno già caldo a 190°C per circa un’ora e mezza (in base a come avrete suddiviso il pollo). Rigirare ogni tanto la carne e aggiungere del brodo se ne serve. Circa una ventina di minuti prima della fine cottura, aggiungere i capperi dissalati e regolare con poco pepe macinato fine, unire in fine qualche fogliolina di menta fresca.

Read Full Post »

PATATE E CIPOLLE ROSSE AL ROSMARINO (1)+

Un “Dolcepensiero”: cucinare è una passione, un hobby e come tutti i passatempi, sono proprio attimi che godi durante i tuoi momenti liberi. Ascolti un po’ di musica, canticchi il ritornello, apri la finestra perchè ancora il sole scalda mentre sotto casa un gruppo di bimbi chiacchierano animatamente! intanto apri il forno! Ovvio anche che tutti noi vorremmo fare sempre le cose che più ci piacciono, ma ahimè non è possibile. Ma cosa veramente è possibile fare e avere nella vita? è una domanda che spesse volte mi pongo perché tra i tanti impegni della famiglia, di lavoro le giornate passano così in fretta che a volte non ti rendi conto fino in fondo cosa si fa in una lunga giornata. Come a volte non ti rendi conto di quanto le persone accanto a te sono importanti… tanto importanti che le vorresti sempre sorridenti, felici e spensierate… insomma personaggi da copertina! Non è così! la vita è fatta di troppe preoccupazione forse troppe, ma ci sono giornate in cui pensi che forse domani si… sarà “un altro giorno”. Sperare sempre sperare… attendere sempre attendere al banco del salumiere, ferma al semaforo, in una sala d’attesa medica e pensi che forse ieri tutto ha avuto un inizio e che forse oggi tutto avrà una fine… o quasi!

PATATE E CIPOLLE ROSSE AL ROSMARINO (17)+

INGREDIENTI

4-5 patate grosse

un paio di cipolle rosse di Tropea

sale di Cervia q.b.

pepe nero q.b.

un paio di rametti di rosmarino

olio extra vergine d’oliva q.b.

PREPARAZIONE

Pelare e lavare le patate, tagliarle a tocchetti. Pelare e tagliare in quattro le cipolle rosse. Versare dell’olio in una teglia che metterete a scaldare leggermente in forno. Nel frattempo pulire il rosmarino che in parte triterete finemente e in parte lascerete integro. Prelevare la teglia: mettere le patate, unire le cipolle, regolare di sale e pepe con il rosmarino. Infornare di nuovo e arrostire le patate per circa un’oretta o fino a quando saranno ben dorate e cotte, rigirandole di tanto in tanto (potete passare alla funzione grill negli ultimi minuti di cottura).

PATATE E CIPOLLE ROSSE AL ROSMARINO (23)+

…volevate le foto delle patate cotte??? finite in un battibaleno!!! prima di immortalarle!!!! sono troppo buone, successo garantito!

Dall’archivio di Dolcipensieri:

BISCOTTI “NOTTE DI HALLOWEEN”

ARROSTO DI VITELLO

BROWNIES DI CIOCCOLATO, MANDORLE E UVETTA

INSALATA LESSATA

TARTE TATIN AL BURRO SALATO CON SORBETTO ALLE MELE

Il piatto di oggi è un fantastico contorno per un pollo arrosto: incidere la pelle del pollo in più parti, con un pennello o semplicemente con le mani, inumidire tutta la carne con dell’olio piccante al peperoncino. Porre il pollo in una teglia, regolare con del sale “Inspiration Maya”, metterlo in forno per circa un paio di ore a 200°C rigirandolo di tanto in tanto. A metà cottura, porre al suo interno, qualche rametto di rosmarino, salvia e timo; finire la cottura…

Read Full Post »

FRITTATE ZUCCHINE E CIPOLLINA (13)+

Un “Dolcepensiero”: fa caldo finalmente! adoro questa stagione e anche se si boccheggia, si vive decisamente meglio senza maglioni, cappotti e simili. Un paio di infradito, una t-shirt e una gonnellina carina ma leggera e il gioco è fatto. E’ vero anche che si suda… ma com’è bello svegliarsi, aprire le finestre e godere già al mattino di tepore e caldo? La natura è del tutto sveglia, rigogliosa e verde e l’orto inizia a regalarci i suoi primi ortaggi; già qualche zucchina inizia ad arrivare, i fiori sono al culmine della loro bellezza e le erbe aromatiche rilasciano un profumo inebriante… interessante prospettiva per una cena leggera ma veramente tutta home-made!

FRITTATE ZUCCHINE E CIPOLLINA (8)+
INGREDIENTI PER DUE PIROFILE DA 10-12 CM

5 uova

1/2 cipolla rossa di Tropea

1 zucchina

una decina di pomodorini a grappolo

un mazzetto di basilico fresco

un mazzetto di origano fresco

un mazzetto di erba cipollina

6-8 fiori di zucca

un pizzico di Sale di Cervia

un pizzico di pepe nero

grana grattugiato q.b.

burro q.b.

IMG_3643+

PREPARAZIONE

Pulire e tagliare finemente la cipolla che stuferete in una padella con un filo di olio e appena leggermente cotta, aggiungere dell’acqua tiepida per stufarle al meglio. Lavare e affettare a dadini la zucchina che aggiungerete alla cipolla finendo la cottura per una decina di minuti, regolare con acqua se si sciugano troppo. Lavare e tagliare in quattro i pomodorini che aggiungerete alla cipolla e zucchina, finire la cottura a fuoco basso. In un mixer o con la mezzaluna, tritare finemente il basilico, l’origano, l’erba cipollina. Aprire e lavare i fiori di zucchina tamponandoli leggermente per asciugarli. Sbattere le uova con un pizzico di sale e pepe. Unire le erbe e la verdura cotta ma intiepidita, unire una generosa spolverata di grana grattugiato. Con il burro, ungere leggermente le pirofile per le frittate, versare il composto di uova distribuendolo in modo equo. Terminare con i fiori di zucca in superficie premendoli leggermente verso il basso; porre in forno già caldo a 200°C per una ventina di minuti. In forno tenderanno a gonfiarsi, quindi con una forchetta incidete qualche buchetto al momento in cui spegnerete il forno, lasciare al caldo ancora qualche minuto o fino a doratura.

FRITTATE ZUCCHINE E CIPOLLINA (9)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

BRIOCHES CON MIELE E FICHI

FRITTATINE AL FORNO CON TALEGGIO E FIORI DI ZUCCA

FRITTATINE AL TIMO E GRANA

FRITTATINE CON FETA, PEPERONCINO E AROMI

SPIEDINI DI GAMBERI AL SESAMO E ANANAS CON CREMA BIANCA

FRITTATINA AGLI SPINACI E PINOLI

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: quando ho una fame particolare, corro subito a prendere una bella pagnotta e mi cucino delle bruschette confenzionando ogni volta un nuovo “condimento”. Ero appunto al negozio sotto casa, e mi sono imbattuta in tocchi freschissimi di feta appena consegnati e memore di un servizio televisivo dedicato alla Grecia, ho deciso di mischiare qualche ingrediente ispirato a questa meravigliosa isola. Quest’anno si dice sia una meta molto gettonata per le vacanze: sono sincera che mi ispira parecchio anche a me da un po’ di tempo soprattutto le isolette attorno, ricche di colori marini, cibo molto particolare e legatissimo alla tradizione oltre che una storia invidiabile da vivere e non solo da leggere. Parlando con Marco gli ho detto che sarebbe bello magari l’anno prossimo, “tradire” la nostra Sardegna per un intinerario da quelle parti… devo dire che l’idea ha stuzzicato anche lui. Per ora godiamoci dei sapori “greci”…

INGREDIENTI

1 pagnotta di grano duro

150 grammi di feta

100 grammi di olive nere denocciolate

1 cipolla rossa di Tropea

sale q.b.

olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Affettare il pane, con un pennelo spennellarle con l’olio evo miscelato ad un pizzico di sale (se volete prepararle al momento, potete scottare le fette di pane sul barbecue o su una griglia); in una ciotola mischiare le olive nere tritate grossolanamente con la feta tagliata a dadini. Affettare a velo la cipolla che unirete al composto. Mescolare bene il tutto, porre sul pane e servire con un buon e fresco bicchiere di vino bianco. Come finale, qualche fogliolina di timo e/o maggiorana.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

FRISELLE CON POMODORI E CIPOLLOTTI

BRUSCHETTE CON CODE DI GAMBERO

BRUSCHETTA FONDENTE

MI TROVI ANCHE QUI:

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” salato: qualche post fa e precisamente qui, vi ho descritto tre tipi di sale che non avevo mai ne visto tanto meno assaggiato. Oggi vi presento una ricetta per un contorno saporito e piccante con un pizzico di Sale Inspiration Maya, un mix di pepi e sale che dona anche alle verdure un perfetto aroma.

INGREDIENTI

3 zucchine grosse

un cucchiaino di Sale Inspiration Maya de “La Drogheria”

olio extravergine d’oliva q.b.

100 grammi di salsa messicana piccante

1 cipolla rossa di Tropea

PREPARAZIONE

Pulire le zucchine, tagliarle a fettine sottili. Affettare la cipolla a velo e soffriggerla con un filo di olio evo: appena sarà bella rosolata, unire le fette di zucchina. Continuare la cottura per almeno un venti minuti a fuoco basso a pentola coperta, aggiungendo qualche cucchiaio di salsa messicana piccante (quella che serve per il dip delle nachos, per intenderci), mescolando di tanto in tanto. Quando saranno già a fine cottura, spolverare con il Sale Inspiration Maya. Servire come contorno.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

ZUCCHINE ALLA MESSICANA CON CARNE

PATATE AL CARTOCCIO CON SALE VIKING

ZUCCHINE ALLA MENTA E ORIGANO

Read Full Post »

Un “dolcepensiero” tecnico: la pasta FIDELIN è un prodotto ottenuto dalla trafilazione, laminazione e conseguente essicamento di impasti di farina integrale di grano saraceno semolato e semola di grano duro. Si presenta di colore bruno, tipico dei prodotti a base di grano saraceno. Per questa ricetta ho pensato di utilizzare i fidelin cucinandoli con una verdura di stagione e cioè il RADICCHIO TARDIVO, che è il più diffuso; in cucina si usa solitamente cotto pur avendo un ottimo sapore anche da crudo. Mentre come formaggio ho utilizzato il KALTBACH, un formaggio confezionato come fosse un panetto di burro stagionato in grotta.Il clima particolare della grotta in quel del canton di Lucerna, è l’ambiente ideale per la stagionatura che ne conferisce la sua particolarità. Dopo la selezione, le forme restano a riposo nelle grotte per ben un anno, sviluppando così il colore ed il suo sapore particolare e inconfondibile formandosi dei cristalli bianchi che rendono le forme inconfindibili e di conseguenza squisite.

fidelin1

FIDELIN CON PATATE, TARDIVO E KALTBACH

fidelin-8

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE:

320 grammi di FIDELIN

120 grammi di RADICCHIO TARDIVO

150 grammi di patate

1/2 cipolla rossa di Tropea

120 grammi di KALTBACH

120 grammi di burro

olio extravergine d’oliva

rametti di timo

grana gratuggiato

sale e pepe nero.

PREPARAZIONE

Pulire il RADICCHIO, lavarlo bene e sfogliarlo.

fidelin-11

Sbucciare la cipolla rossa e dividerla a pezzettini piccoli; pelare poi le patate, lavarle, tagliarle a tocchetti. Tagliare a cubetti piccoli il KALTBACH.

fidelin-2

Mettere sul fuoco una padella antiaderente con un filo d’olio, aggiungere, dopo pochi minuti, le foglie del radicchio. Far cuocere a fuoco vivace per un paio di minuti scuotendo spesso la padella, aggiungere poi dei rametti di timo lavati e asciugati e un cucchiaio di acqua tiepida per non far asciugare il tutto.

fidelin-3

Tuffare le patate e i FIDELIN in acqua bollente salata non esageratamente visto che il KALTBACH è saporito.

fidelin-4

Far cuocere per circa dieci minuti. Nel frattempo fondere a fuoco dolce il burro con la cipolla rossa di Tropea. Scolare la pasta con le patate e distribuirla nella pentola del soffritto, far saltare il tutto per un paio di minuti.

fidelin-5

Prendere una ciotola capiente, versare la pasta con tutto il soffritto, aggiungere il formaggio e mescolare energicamente scaravoltando il tutto in modo che il formaggio a contatto con la pasta calda, si fonda.

fidelin-6

Impiattare con una spolverata grana gratuggiato, di pepe nero e con i rametti di timo brasati.

fidelin-7

Read Full Post »

risotto-al-vinaccio-rosso-1

Un “dolcepensiero” su questa ricetta: perchè l’ho chiamato al “vinaccio rosso”? per un seplicissimo motivo: il vino rigorosamente rosso per questa ricetta dagli ingredienti tutti rossi, è un vino che mi è stato regalato tempo fa da un amico che ha la passione di imbottigliare questa “pregiata essenza”; purtroppo non so che tipo di vino sia, posso dire solo che è veneto e leggermente frizzantino. L’aggettivo vinaccio in questo caso non lo uso in senso dispreggiativo, bensì per rendere il nome della ricetta un pò più particolare… ma ecco qua la ricettina per questo RED RICE!!!

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

300 grammi di riso carnaroli

300 grammi di radicchio lungo

1 cipolla piccola rossa di Tropea

50 grammi di burro

100 grammi di ricotta

brodo vegetale con: un pizzico di dado vegetale in polvere, qualche granello di sale grosso, 1 carota, 1 zucchina, 1 gambo di sedano

pepe

vino rosso

100 grammi di salsiccia fresca

PREPARAZIONE

Tritare la cipolla e tagliare a listelli il radicchio ben lavato e scolato. Mettere a bollire il brodo fatto con gli ingredienti sopra citati. Far fondere in una casseruola il burro e rosolarvi la cipolla. Unire il riso e lasciarlo tostare per 2 o 3 minuti.

risotto-al-vinaccio-rosso-2

Sfumare con il vino rosso, minimo un bicchiere.

risotto-al-vinaccio-rosso-3

Aggiungere il radicchio e quando sarà appassito cominciare a versare il brodo, un mestolo alla volta, fino a completa cottura del riso.

risotto-al-vinaccio-rosso-4

Ma mentre questo cuoce, a metà cottura in una pentola antiaderente, far rosolare la salsiccia tagliata a pezzetti  con una spolverata di pepe nero facendola sfumare con pochissimo brodo.

risotto-al-vinaccio-rosso-5

Aggiungerla al risotto, finire la cottura; mantecare il riso per un paio di minuti con la ricotta frantumata in pezzetti piccoli, mescolare bene e lasciare riposare il risotto nella pentola a fiamma spenta.

risotto-al-vinaccio-rosso-6

Servire ben caldo con una spolverata di pepe nero, chi vuole il grana grattugiato adagiato su una foglia di radicchio lungo.

risotto-al-vinaccio-rosso-7

Read Full Post »

Il piacere al gusto di sentire insieme il sapore della mela e della cipolla saltati nel burro, danno a questo panino che è poi il semplice pranzo da fast-food, una certa eleganza che ripropone semplici ingredienti e una piccolissima perdita di tempo in cucina.

appleburger

INGREDIENTI E PREPARAZIONE

Tagliate a metà un classico panino da fast-food: io ho scelto quello con i semi di sesamo; fatelo tostare sulla griglietta, poi cuocete alla piastra un hamburger per ogni vostro commensale, salatelo, pepatelo e aggiungete un filo di olio a crudo. Affettate la mela rossa e mezza cipolla rossa di Tropea nel senso della larghezza e dorate tutte le fette in 30 grammi di burro con sale e pepe per 3 minuti non di più, in modo che le fette non si sfaldino.

appleburger1

Distribuite la cipolla sulla base del panino, posatevi l’hamburger caldo e completate con le fette di mela rossa. Ottimo con della birra…

appleburger2

SPUNTO DA: SALE & PEPE MESE DI OTTOBRE 2008

Read Full Post »

Un “dolcepensiero” che tanto nuovo non è: molte volte faccio questo sughetto semplice semplice che ho denominato CARBONARA ROSSA, perchè al posto dell’uovo metto pomodorini freschi di giornata ma rimane sempre l’ingrediente principale e cioè la PANCETTA, con tanto pepe e un pò di peperoncino. Ma ecco la mia ricetta nel dettaglio e BUON APPETTITO…

carbonara-rossa-5

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

400 grammi di mafalda corta (ideali anche i fusilli…)

200 grammi di pomodorini freschi

200 grammi di pancetta dolce

olio extravergine d’oliva

cipolla rossa di Tropea

sale e pepe

peperoncino

PREPARAZIONE

Mettere l’acqua a bollire per la pasta mentre in una pentola antiaderente far soffriggere l’olio extravergine d’oliva con la cipolla rossa tritata finemente. Aggiungere la pancetta dolce tagliata a dadini e far soffriggere a piccoli salti, il tutto su fiamma viva per alcuni minuti; abbassare la fiamma, aggiungere un pò di acqua tiepida e nel frattempo che continua la cottura, tagliare a mezzelune i pomodorini. Aggiungerli al sughetto, far saltare il tutto su fiamma vivace, aggiungere una spolverata abbondante di pepe. Dopo alcuni minuti, abbassare la fiamma e se troppo asciutto, aggiungere un pò di acqua di cottura, aggiustare di sale e pepe e condire la pasta precedentemente fatta cuocere in acqua salata.

carbonara-rossa-2




Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: