Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘CODE DI GAMBERI’

Un “Dolcpensiero” alla fine delle feste… sono arrivate, si sono fatte sentire, le abbiamo godute e ora se ne sono andate e già ne sento la malinconia!!! io adoro le feste natalizie e tutto ciò che gli gira intorno: addobbi, acquisti, regali, pensierini e tanti buoni auspici celati dietro ad una sola parola AUGURI. Sentiti, veri o falsi che siano stati, la felicità e il calore del Natale non lo cambierei per niente al mondo, almeno per una decina di giorni all’anno è bello pensare di vivere come su di una nuvola o meglio ancora sospesi in una bolla. In questi giorni aimè ho riaperto gli scatoloni degli addobbi per riporli pronti all’uso il prossimo anno ed accanto a quelli ormai usati, se ne sono aggiunti di nuovi per ricordarmi del 2011 appena passato. Anno dopo anno i miei addobbi conferiscono alla mia scatola dei ricordi sempre più bei momenti e pensieri legati a loro: si crea così quella che definisco la vera tradizione, lasciata dalla mamma quella della mia infanzia, con Matteo e Marco dopo sette anni abbiamo già dato atto ai nostri ricordi di essere rispolverati di anno in anno…

INGREDIENTI E PREPARAZIONE PER 4/6 PERSONE

Sbollentare in acqua bollente salata per qualche minuto le code di gambero, circa una decina, lasciarle poi raffreddare. In una capiente ciotola unire del soncino fresco (100 grammi), spinacini novelli (50 grammi), due o tre cucchiai di olive verdi snocciolate, un paio di ravanelli tagliati a fiammifero, dell’insalata riccia (anche qui circa una 100 grammi). In una ciotola sbattere qualche cucchiaio di olio extravergine d’oliva fruttato con un po’ di succo di limone e una spolverata di miscela di pepe e fiori persiana che userete per condire l’insalata e cui avrete aggiunto qualche coda di gambero tagliata a tocchetti. Impiattare in ciotoline con una coda di gambero integra e qualche piccolo crostino tostato in un poco di burro salato.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

INSALATA GUSTOSA CON CANNELLINI

VOUL AU VENT PER IL 2012

FARFALLE AL SALMONE CON SEDANO BIANCO DI SPERLONGA IGP

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” di buon anno… che sia come quello appena passato! per me il 2011 è stato un anno intenso, volato via come se niente fosse ma ogni giorno è stato vissuto in pieno. Per Matteo è stato un anno di impegno, con ottimi risultati: la sua terapia logopedica ha saputo dare dei buonissimi risultati, lui è stato un ometto con ” i baffi” e se prima lo spronavamo per parlare oggi a volte – con il sorriso sulle labbra – gli diciamo di “stare zitto”; Marco si sta realizzando sempre più sul lavoro e anche per lui tutto l’impegno che ci ha messo sta venendo premiato e infine io… che dire se non che sono strafelice per i miei uomini, che sto bene, mi sento felice e appagata quindi mi auguro e auguro alla mia famiglia un 2012 come questo appena passato, non mi posso lamentare, anzi!!! I miei auguri per un buon anno li allargo anche a voi: che sia un anno pieno di soddisfazioni, magari basta vedere qualche TG in meno per pensare più positivamente, non trovate? la cosa più importante è la salute e la serenità vostra e dei vostri cari, ai vostri bimbi – come al mio – auguro tutto cio’ che di meglio il destino gli ha riservato… noi ci rivedremo – se non tutti i giorni – qui nel mio spazio privato (che poi tanto privato non è, ih ih ih) ma è proprio questo il bello: la vostra fiducia, che spero mi seguirà anche nel 2012. Buon anno cari amici e care amiche!!!

INGREDIENTI PER 24 VOUL AU VENT

24 voul au vent

CON RIPIENO ALLE OLIVE per 6 voul au vent

una dozzina di olive verdi denocciolate

2 philadelphia alle olive

semi di sesamo “I gusti vegetali” della Ditta Ferri

un pizzico di pepe

CON RIPIENO ALLO ZOLA

50 grammi di gorgonzola dolce

una dozzina di gherigli di noci

semi di papavero “I gusti vegetali” della Ditta Ferri

CON RIPIENO DI GAMBERI

8 code di gamberi

1 ravanello

maionese q.b.

germogli di soia q.b.

qualche fogliolina di soncino

PREPARAZIONE

CON IL RIPIENO ALLE OLIVE: nel mixer unire le olive con il formaggio philadelphia e azionare solo per qualche secondo fino a quando le olive saranno ridotte in tocchettini fini. Unire un pizzico di pepe miscelando con una spatola. Riempire 6 voul au vent terminando con una spolverata di semi di sesamo.

CON IL RIPIENO ALLO ZOLA: in una ciotola schiacciare con una forchetta lo zola fino a ridurlo in crema, unire le noci spezzettate finemente mischiando bene il tutto. Riempire altri 6 voul au vent terminando con una spolverata di semi di papavero e un mezzo gheriglio di noce.

CON IL RIPIENO DI CODE DI GAMBERO: sbollentare in acqua salata le code di gambero per qualche minuto poi appena raffreddate, nel mixer mettere le code di gambero – tranne un paio per la finitura – con la maionese quanto basta per ottenere un composto morbido che utilizzerete per riempire i rimanenti voul au vent. Per sei terminare con qualche germoglio di soia e una fogliolina di soncino, per gli altri con una spruzzatina di maionese, qualche fiammifero di ravanello e con un pezzo di coda di gambero.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

VOUL AU VENT “BUFFET” 

VOUL AU VENT CON LA CREMA DI SCAMORZA

INSALATA DI MARE CON VINAIGRETTE ALL’ARANCIA E PEPE ROSA

CREMA PASTICCERA

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” dal dolce rientro: tornati dal mare mi sono letteralmente immersa nella SAGRA PAESANA 2011 della PRO LOCO e tra polenta, stracotti, primi piatti a tema e cene in perfetto stile festiero – passatemi il termine – ho ancora un paio di post con il profumo del mare e la voglia di qualcosa di buono ma veloce. Queste bruschette sono perfette per una cena leggera e rilassante magari dopo una giornata passata fuori in barca accompagnate da un buon e fresco Vermentino di Gallura. Il ricordo delle vacanze appena trascorse è ancora vivo: quest’anno niente maestrale, sole caldo e cielo azzurro senza nuvole e la linea dell’orizzonte fra mare e cielo appena poco visibile di qualche diversità. Insomma che dire se non che ci sarei rimasta ancora e molto volentieri: Matteo cresce di anno in anno e mai come al mare in pieno relax e senza pensieri, che noti quanto il mio piccolo uomo sta crescendo e domani inizia quello che sarà il suo ultimo anno di scuola materna con il pensiero che prima di natale lo dovrò iscrivere alla prima classe primaria. Mamma mia come vola il tempo…

Con le mie ricette mi potete leggere anche qui

INGREDIENTI PER QUATTRO

2 fette grandi di pane per bruschette

4 code di gamberi grosse

250 grammi di pomodorini a grappolo

1 cipolla bianca

1 spicchio di aglio bianco

qualche cetriolo in agrodolce

qualche filetto di peperoni gialli in agrodolce

qualche foglia di basilico fresco

olio extravergine q.b.

un pizzico di sale

PREPARAZIONE

Spalmare con lo spicchio di aglio le fette di pane per bruschette che affetterete in quattro parti; tostarle nel forno fino a quando saranno abbastanza croccanti ma ancora morbide. Nel frattempo tagliare in quattro i pomodorini che metterete in una ciotola con i cetrioli tagliati a dadini e i filetti di peperoni a pezzi piccoli. Affettare a velo la cipolla e unire il tutto condendo con olio evo, un pizzico di sale e il basilico tagliato finemente. Mescolare bene il tutto, porre sul pane caldo, finire con una coda di gambero su ogni due parti di pane e servire con un buon e fresco bicchiere di vino bianco.

Le bruschette sono un perfetto piatto di salvataggio: possono essere un’ottimo aperitivo fra amici arrivati all’ultimo momento oppure un salva-cena sfizioso ed invitante, insomma un piatto che stuzzica anche l’appetito… perfette da preparare anche in anticipo e da gustare poi in compagnia: detto ciò per presentarvi il nuovo contest de: “LA SCIMMIA CRUDA” dal titolo “PIATTI DI SALVATAGGIO”

Con queste bruschette partecipo alla raccolta di: “COCOGIANNI O CUOCOGIANNI” dal titolo “SANDWICHES HOT AND COLD

Partecipo anche al contest di: CUCINANDO E ASSAGGIANDO dal titolo LA BRUSCHETTA

Read Full Post »

CODE DI GAMBERI

Un “Dolcepensiero” al profumo di mare: mancano pochi giorni alle meritate vacanze estive, tre settimane belle piene di relax, buona cucina da passare con i miei gioielli… ma anche qui, in quel di Lipomo, si può iniziare ad assaporare quel profumo di mare che sento appena tocco la terra sarda; un mix di odori di mare uniti al profumo di mirto e rosmarino che crescono copiosi ai margini dei sentieri che portano al mare… Ed ecco questo piattino prelibato cucinato in un baleno, proprio mentre sto’ per preparare le valigie e avendo ormai il frigo quasi vuoto, sono corsa dal mio pescivendolo di fiducia, per acquistare pesce fresco ideale per questo piatto dai sapori e dai colori estivissimi… da provare anche se si rimane in città.

CODE DI GAMBERI2

INGREDIENTI PER DUE PERSONE*

250 grammi di code di gambero freschissime

1/2 pompelmo rosa

qualche bacca di ginepro

1/4 di cipolla bianca

50 ml di gin

olio extravergine d’oliva

prezzemolo fresco

sale e pepe.

PREPARAZIONE

CODE DI GAMBERI3

Sgusciare le code di gambero, tagliare al vivo gli spicchi di pompelmo, conservando il succo che esce dal frutto quando lo affetti e lo pulisci. Tagliare la cipolla finemente. Versare l’olio in una padella, unire lo scalogno e le bacche di ginepro schiacciate, far scaldare e insaporire bene il condimento. Quando il trito sarà dorato, aggiungere anche i gamberi; farli saltare per un cinque minuti abbondanti dopodichè irrorarli con il gin, lasciar evaporare l’alcol e dopo un cinque minuti, abbassare la fiamma e aggiungere il succo del pompelmo conservato e gli spicchi – lasciandone da parte qualcuno per la finitura del piatto. Rigirarli con cura e dopo qualche minuto regolare di sale e pepe, servire nei piatti con qualche spicchio e il prezzemolo fresco.

CODE DI GAMBERI4

GAMBERI, GAMBERETTI… DI DOLCIPENSIERI

SPIEDINI DI GAMBERI AL SESAMO E ANANAS CON CREMA BIANCA

RISOTTO AL TRITO PROFUMATO CON GAMBERI E ZUCCHINE

JAPANESE RICE

COCKTAIL DI GAMBERI CON INSALATINA VERDE

CODE DI GAMBERI5

HOME

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: