Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘colla di pesce’

PANNA COTTA VANIGLIA COULISSE MIRTILLI (57)+

Un “Dolcepensiero”: dopo una grigliata di carne, in cui avevo ospiti i miei cari suoceri, ho voluto proporre questa deliziosa panna cotta. Adoro l’aroma della vaniglia in ogni sua forma: in stecca, in polvere, in aroma liquido… sembra che la sua aggiunta renda magica ogni preparazione oltre che conferire un aroma delizioso. Come finale, una coulisse di mirtilli freschi, frutti che io adoro e che sono stati protagonisti principali delle mie vacanze in montagna quando ero piccina; curiosa di cosa combinavano i miei fratelli più grandi, li seguivo per i sentieri che erano casa nostra ma appena mi imbattevo nelle fresche distese di questi frutti, mi ci sedevo in mezzo e a mano mano con le mie manine, che divenivano sempre più blu, spizzicavo dalle delicate piantine questi frutti magici perché credevo che li mangiassero anche fate, folletti e gnomi che credetemi anche oggi che ho 39 anni, credo esistano davvero nei boschi a me molto cari. E di cosa combinassero i miei fratelli, credetemi non me ne fregava più nulla… ih ih ih! Ma torniamo alla ricetta: la panna è aromatizzata con la vaniglia mentre la coulisse è semplicemente un concentrato di frutta ovvero una salsa di atta a guarnire dolci. Perfetta anche per le cheese cake.

PANNA COTTA VANIGLIA COULISSE MIRTILLI (5)+

INGREDIENTI

100 grammi di mirtilli freschi

400 ml di panna fresca

140 grammi di zucchero

10 grammi di colla di pesce

5 ml di aroma alla vaniglia

qualche goccia di limone

foglioline di menta fresca

PANNA COTTA VANIGLIA COULISSE MIRTILLI (9)+

PREPARAZIONE

Porre ad ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda per una decina di minuti. Mettere in un pentolino metà della panna e scaldarla a fuoco basso ma senza farla bollire; immergere nella panna la colla di pesce ben strizzata e mescolare fin quando quest’ultima si sarà sciolta completamente. Versare l’altra metà della panna, unire lo zucchero e la vaniglia, mescolare bene il tutto e quando inizia il bollore, togliere dal fuoco. Lasciar intiepidire. Intanto preparare la coulisse di mirtilli: lavare ed asciugare bene la frutta; frullare molto bene e aggiungere qualche goccia di limone, porla in frigo. Prendere quattro bicchieri di vetro e versare sul loro fondo la panna cotta. Porre in frigo. Dopo un’oretta o quando la panna si sarà solidificata (operazione che potete fare anche un’oretta prima della cena), distribuire la coulisse in superficie alla panna. Terminare con qualche fogliolina di menta.

Nella coulisse non ho messo colla di pesce perché adoro affondare il cucchiaio nella panna e godermi poi la frutta così al naturale anche perché la servo direttamente nei bicchieri.

PANNA COTTA VANIGLIA COULISSE MIRTILLI (19)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

PANNA COTTA ALLA LIQUIRIZIA

CAKE AI MIRTILLI

MUFFIN AI MIRTILLI

CREMA AL MASCARPONE E MIRTILLI

PANNA COTTA VANIGLIA COULISSE MIRTILLI (53)+

Read Full Post »

CHEESECAKE DOUBLE CHOCOLATE (3)+

Un “Dolcepensiero” per un luglio piacevole: il caldo opprimente non è ancora arrivato, si sta molto bene e il temporale di ieri che c’era nell’aria, ha rinfrescato un poco. Domani 10 luglio saranno nove anni di matrimonio con il mio adorato Marco, in totale sono 17 anni che amo il mio bellissimo ragazzone. Festeggeremo molto tranquillamente con un dopo cena con i nostri genitori e con il nostro Matteo: un buffet di dolce per finire in bellezza una giornata d’estate bella come fu quella di nove anni fa. Ho preparato il tiramisu’ al limoncello (che sarà presto un post tutto per voi), la meringata con le gocce di cioccolato però sarà quella della nostra pasticceria preferita, qualche biscotto che potete già vedere qui nel blog e tante bollicine fresche e italiane. Non mancherà questa deliziosa cheesecake,  dolce fresco ma golosissimo realizzato con due ottimi cioccolati e per finire tantissime striscioline ancora di cioccolato profumato e tiepido, un piacere di ricamo che ho realizzato con Matteo. Deliziosa!

INGREDIENTI

14 grammi di colla di pesce

115 grammi di burro + una noce piccola per la tortiera

210 grammi di biscotti tipo digestive

400 grammi di formaggio spalmabile

una dozzina di capsule di cardamomo  “I gusti Vegetali” della ditta Ferri (link)

50 grammi di cioccolato fondente al 75% di cacao

50 grammi di cioccolato gianduia

20 grammi di cioccolato (per la decorazione)

200 ml di panna fresca da montare

120 grammi di zucchero a velo

CHEESECAKE DOUBLE CHOCOLATE (14)+

PREPARAZIONE

Mettere la colla di pesce ad ammorbidire in acqua fredda. Frullare i biscotti con il burro fuso nel mixer fino a quando si formerà una pasta. Stendere il composto ottenuto sulla base di una tortiera a cerchio apribile del diametro di cm 22/24 cm, imburrata in modo che la carta forno (leggermente umida) aderisca bene. Pressare bene aiutandovi con il dorso di un cucchiaio e porre la base in freezer a rassodare. Preparate la crema miscelando nella planetaria, il formaggio con 50 grammi di zucchero a velo fino ad ottenere un composto morbido e liscio. Scaldare due cucchiai di panna e sciogliervi la colla di pesce strizzata dall’acqua, unire anche i semini neri delle bacche di cardamomo; aggiungere il tutto passato al colino nella crema di formaggio. Montare la panna restante con 70 grammi di zucchero a velo rimasti. Molto delicatamente con una spatola, unire la panna montata zuccherata alla crema di formaggio. Per finire aggiungere i due cioccolati sciolti a bagnomaria. Versare la crema ottenuta sulla base di biscotti livellandola per bene. Mettere la cheesecake in frigorifero per almeno 4-6 ore (meglio se per tutta la notte, infatti sono torte da preparare anche il giorno prima al consumo). Al momento di servire la cake, decorarla con del cioccolato sciolto e intiepidito…

CHEESECAKE DOUBLE CHOCOLATE (16)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

CHEESECAKE AI FRUTTI DI BOSCO

COOKIES AL CIOCCOLATO E SALE ALLA VANIGLIA

TORTINO AL CIOCCOLATO E VANIGLIA IN TAZZA

Con questa ricetta partecipo alla Raccolta:

Con questa ricetta partecipo al contest:
contest-v

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” della domenica: le mie domeniche sono sempre tranquille e passate in famiglia. Il pranzo dai suoceri oppure a casa come oggi ancora un po’ dolorante dalla colecisti, e nel pomeriggio un bel cartone animato al cinema; abbiamo visto “Hotel Transilvania” piacevole, comico e ben fatto. Fuori dagli schemi, si narra della paura dei “mostri” più conosciuti quali dracula e frankeisten per citarne un paio, che si barricano in una sorta di hotel per esorcizzare la paura e la diffidenza verso gli umani. Dracula molto attento alla figlia orfana di madre, cerca di mantenerla all’oscuro della realtà umana ma l’imprevisto di un ospite umano fra i mostri, svelerà che gli umani non odiano affatto i mostri bensì li acclamano addirittura in un festival nel paese accanto… Fra risate e commentini di mio figlio in macchina per i prossimi cartoni da vedere, siamo giunti a casa per una merenda-cena, nel senso che le lasagne di oggi ci hanno proprio deliziato la pancia. E’ da un po’ che avevo voglia di panna cotta aromatizzata alla liquirizia, questo dolce – ahimè solo assaggiato da me, causa dieta dopo operazione – è stata una bella e piacevole scoperta da gustare davanti al camino in compagnia dei miei uomini…

INGREDIENTI PER QUATTRO BICCHIERI

PER LA PANNA COTTA

200 grammi di latte parzialmente scremato

200 ml di panna fresca

40 grammi di zucchero

4 cucchiaini liquirizia in polvere

3 fogli di colla di pesce

una ventina di amaretti

una tazzina di caffè espresso

PER LA FINITURA

200 ml di panna da montare zuccherata

1 bustina di pannafix

qualche mirtillo

liquirizia in polvere q.b.

cacao amaro q.b.

PREPARAZIONE

Mettere in ammollo i fogli di colla di pesce in acqua fredda. Scaldare la panna con il latte e lo zucchero, unire la liquirizia e mescolare bene il tutto senza fare grumi; appena sale il bollore, strizzare la colla di pesce e aggiungerla al composto di panna mescolando energicamente con una frusta a fuoco spento. Versare la panna nei bicchieri, porli in frigorifero quando sarranno freddi, per 4-5 ore. Triturare grossolanamente gli amaretti in una ciotola a cui aggiungerete il caffè mescolando bene il tutto. Estrarre i bicchieri di panna, distribuire gli amaretti al caffè, riporre in frigo. Montare la panna fredda da frigorifero aggiungendo il pannafix, porla in una sacca da pasticceria e creare una bella montagna al di sopra della panna cotta in ogni bicchiere. Terminare con una spolverata di cacao mischiata alla polvere di liquirizia. Lasciare in frigo fino al consumo, terminare con un mirtillo sull’apice.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

PANNA COTTA ALLA VANIGLIA CON FRAGOLE

RISOTTO ALLA LIQUIRIZIA

GELATO ALLA LIQUIRIZIA

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: questo dolce l’ho preparato per un pranzo in proloco, è una coppa con una crema di panna e amaretti arricchita con qualche goccia di crema al wisky. Se amate in particolar modo l’amaretto, oltre al biscotto, potete usare anche il famoso liquore che ne arricchisce ulteriormente il sapore. La base della crema è molto versatile, al posto degli amaretti potete usare anche altri biscotti l’importante che siano molto friabili. Se volete affogarlo, uniteci del caffè caldo ristretto: molto buono. Un consiglio: preparatelo in anticipo e lasciatelo in frigo a raffreddare, diverrà ben sodo.

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

200 grammi di panna fresca per la crema

100 grammi di panna fresca per la finitura

80 ml di latte intero

40 grammi di zucchero

40 grammi di amaretti + 4 per la finitura

2 grammi di colla di pesce

2 tuorli

2 cucchiaini di crema al wisky

cacaco amaro q.b.

PREPARAZIONE

Mettere la colla di pesce (o gelatina alimentare) ad ammolare in una ciotolina di acqua fredda. Lavorare i tuorli con lo zucchero fino a quando diventeranno ben chiari e spumosi. Mettere sul fuoco il latte in un pentolino senza farlo bollire, versarlo a filo nelle uova. Riportare la crema nel pentolino sul fuoco al minimo, senza farlo bollire. Appena inizia a salire, unire la colla di pesce ben strizzata mescolando per bene finchè si scioglie. Allontanare il pentolino dal fuoco. Con la frusta elettrica, montare la panna fredda ben ferma. Unire gli amaretti sbricciolati finemente e mescolare delicatamente aggiungendo la crema al wisky. Amalgamare la panna alla crema di uova, distribuirla nelle coppe dove sul fondo metterete un amaretto intero. Tenere le coppette in frigorifero per almeno due ore prima di gustarle; montare la rimanente panna che userete per decorare le vostre coppe terminando con una spolverata di cacao amaro.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

COPPE DUETTO ALL’AMARETTO

LA COPPA D’INVERNO

PESCHE CON CREMA E BRICIOLE DI BISCOTTI

LA PANIGADA

Read Full Post »

valentine-day2Un “dolcepensiero” per S.Valentino: un dessert al cucchiaio dalla golosa consistenza vellutata. Vi auguro un San Valentino “consistente ma vellutato” pieno di dolce passione e tanto amore…questo penso sia un dolce giusto: dolce come la panna, particolare come il sapore dell’amaretto e unito come la colla!!!

INGREDIENTI PER DUE INNAMORATI:

100 grammi di panna fresca, 40 ml di latte, 20 grammi di zucchero,

20 grammi di amaretti + 4 per la finitura, 1 grammo di colla di pesce,

1 tuorlo, 1 cucchiaino di crema al wisky.

PREPARAZIONE:

coppe-duetto-allamaretto

Mettere la colla di pesce* ad ammolare in una ciotolina di acqua fredda. Lavorare il tuorlo con lo zucchero fino a quando diventera chiaro e spumoso. Mettere sul fuoco il latte in un pentolino senza farlo bollire, versarlo a filo nell’uovo mescolando con una frusta a mano. Riportare la crema nel pentolino sul fuoco al minimo, senza farlo bollire. Appena inizia a salire, unire la colla di pesce ben strizzata mescolando per bene finchè si scioglie per bene. Con la frusta elettrica, montare la panna fredda ben ferma. Unire gli amaretti sbricciolati finemente e mescolare delicatamente aggiungendo la crama al wisky. Amalgamare la panna alla crema ormai fredda e distribuirla nelle coppe, sul fondo delle quali metterete un amaretto intero. Tenere le coppette in frigorifero per almeno due ore prima di gustarle con il vostro-a innamorato-a, decorare con un ciuffo di panna montata e ancora con un paio di amaretti sbricciolati grossolanamente.

coppe-duetto-allamaretto11

*La colla di pesce o gelatina alimentare, un tempo era di origine ittica, ancora oggi conserva il nome di colla di pesce appunto anche se ormai viene definita più comunemente gelatina in fogli sempre un prodotto di origini animali ma assoutamente privo di sapore. E’ adatto perciò, a ricette sia dolci che salate come aspic e bavaresi. Prima dell’uso, si deve ammorbidire in acqua fredda, poi sciogliere in un liquido caldo. Dopo un passaggio in frigo, la preparazione risulta soda ma leggera.

coppe-duetto-allamaretto2

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: