Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘CONFETTURA DI FRAGOLE’

Un “Dolcepensiero” che ti fa dire… che buona!!!, e quanto è stata facile e veloce da preparare. Ho aperto l’ultimo barattolo della mia confettura di fragole e aceto balsamico della stagione scorsa quando le mie piante di fragole, hanno prodotto ben otto chili di gustosi frutti… Speriamo che anche quest’anno diano lo stesso raccolto, anche perchè le ho promesse a molte amiche!!! Tra l’altro mio padre mi ha fatto i complimenti per quanto sono belle le mie piantine di fragole: le ho donate anche all’asilo dove la classe di Matteo si è cimentata a fare l’orto sempre con l’aiuto di nonno Alberto. Ora attendiamo i primi frutti!!! Tornando a questa ricettina, ho preparato queste tortine per accompagnare il mio secondo di carne per il primo maggio riscuotendo un buon successo soprattutto dalla mia mamma, quindi perchè non riproporle anche per la FESTA DELLA MAMMA? Perdonatemi il ritardo del post, riesco solo ora a fare gli AUGURI A TUTTE LE MAMME, in particolar modo alle mie amiche fantastimamme dell’asilo e a tutte le mamme che seguono il mio blog.

IL MESE DI MAGGIO E’ PER DOLCIPENSIERI IL MESE DEL SUO COMPLEANNO: CON QUESTE BELLE TORTINE VORREI RINGRAZIARE TUTTI VOI CHE MI GUARDATE E MI LASCIATE UN VOSTRO AFFETTUOSO COMMENTO, FACENDOVELE ASSAGGIARE ANCHE SOLO VIRTUALMENTE… E A ME NON RESTA CHE DIRVI: BUON SECONDO BLOG ANNIVERSARIO!!!

INGREDIENTI PER 4 TORTINE

1 rotolo di sfoglia

300 grammi di fragole

confettura di fragole e aceto balsamico

gelatina per frutta

zucchero a velo

succo di limone

burro e farina per le formine.

PREPARAZIONE

Stendere la pastasfoglia e ritagliare 4 cerchi della dimensione dei vostri stampini che avrete imburrato ed infarinato. Stendere un disco per pirottina e ricoprirla con i fagioli secchi per evitare che la sfoglia si gonfi. Cuocere a 180°C – forno ventilato per circa 15 minuti: valutate la doratura della sfoglia come controllo della cottura. Spalmare con la confettura: io ho usato la mia incata sopra ma sono squisite con qualsiasi marmellata ai frutti rossi o di bosco. Tagliare le fragole a tocchetti piccoli, bagnateli con qualche goccia di limone e ricoprite tutta la marmellata. Spolverizzatele con zucchero a velo. Preparare la gelatina: io ho usato quella Paneangeli con l’aggiunta di acqua e qualche goccia di limone, fatela intiepidire e poi mettetela sulla frutta delle vostre tortine. Servire con un fresco spumante o qualche pallina di gelato al limone, buona idea no???

dall’archivio di Dolcipensieri:

PICCOLE TORTE ALLO YOGURT E MANGO

OVIS MOLLIS AL CACAO CON CONFETTURA DI FRAGOLE E ACETO BALSAMICO

DAIQUIRI ALLA FRAGOLA

Read Full Post »

Un “dolcepensiero” dal colore rustico: sono andata a fare la spesa e vado subito in visibilio quando arrivo davanti al banco della frutta e verdura, soprattutto in questo periodo dove a differenza del grigiore delle giornate uggiose, dal fruttivendolo ti imbatti invece in colori straordinari che passano dai marroni rustici ai più vivi colori dei frutti tropicali che a Natale non possono mancare… ed ecco che per questa volta, mi sono comprata delle bellissime PERE MARTIN SEC e delle MELE RENETTE che mi hanno colpito per i loro colori ambrati. Le prime sono pere piccole e regolari: hanno una buccia ruvida di color ruggine con la polpa biancastra e granulosa, poco succosa ma molto aromatica e profumata: veramente deliziose. Invece le mele Renette Grigie prendono il nome dalla caratteristica della loro buccia rugginosa e dalla omonima località di Barge un paese in provincia di Cuneo dove viene coltivata e da dove ha avuto origine. E’ un frutto tipicamente invernale perchè la loro raccolta avviene a fine ottobre. E’ una mela carinissima da vedere non solo per il colore della sua buccia ma soprattutto per la loro forma schicciata che gli conferisce una rotondità panciuta. E’ un frutto ideale per la cottura in forno, perfetta per uno strudel come in questo caso meraviglioso connubio con le pere Martin.

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

2 mele renette

2 pere martin

un pugno di uvetta

un pugno di gherigli di noci

1 cucchiaio di pinoli

1 cucchiaio di mandorle

130 grammi di confettura alle fragole e balsamico

succo di limone non trattato

panna fresca

cannella.

PREPARAZIONE

Preparate il ripieno mescolando le mele e le pere sbucciate e tagliate a tocchetti insieme al succo del limone. Unire l’uvetta precedentemente ammorbidita in acqua calda, i pinoli e le noci sbricciolate grossolanamente con le mani mentre le mandorle tagliatele con un coltello in modo d’avere delle fettine sottili. Lasciate macerare il tutto per una mezzoretta. Srotolare il foglio di pasta sopra una teglia ricoperta con un foglio di carta da forno, riprendete il ripieno, dategli una bella mescolata aggiungendo la confettura di fragole e balsamico. Quando il tutto è ben amalgamato, disponete il ripieno nel centro della pasta, ripiegate i lati a mo’ di pacchetto, giratelo sotto sopra; effettuate dei taglietti in diagonale sul dorso dello strudel per far respirare l’impasto interno in cottura. Lasciate nel forno ventilato lo strudel senza aprire per un ora a temperatura moderata di circa 180°C. Nel frattempo versare la panna fresca nello sifone, aggiungere la polvere di cannella, aggiungere le cartucce, scuoterlo e metterlo in frigo per almeno un’ora. Servire lo strudel con la panna.

H O M E

B L O G

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” con 45.000 GRAZIE: anche questa volta apro un post ringraziando tutti voi che con solide presenze o anche con dei “fuggi e via”, passate da qui per curiosare… e non solo. Ho aperto questo blog da circa un anno e qualche mese, ma non credevo di riuscire a simpatizzare con molti di voi, per il semplice motivo che il mio, di cucinare, è un hobby che mia ha dato però la possibilità di avere una bella collezione anche fotografica al posto dei miei tanti quaderni scritti a mano dove appuntavo di tanto in tanto ricette di famiglia oppure ritagli di giornale. Quindi grazie per le vostre oltre 45.000 visite e grazie per la vostra amicizia: GRAZIE DI CUORE!!! Serena C.

edi ovis mollis (29)ì+

INGREDIENTI PER 12 BISCOTTI circa:

100 grammi di farina bianca

100 grammi di burro

50 grammi di fecola di patate

50 grammi di zucchero

3 tuorli sodi

la scorza grattugiata di un limone non trattato

confettura di fragole all’aceto balsamico

un pizzico di sale

due cucchiai di cacao amaro

zucchero a velo

PREPARAZIONE:

edi ovis mollis (28)+

Tirare fuori le uova dal frigorifero con circa due ore di anticipo per evitare che si crepino in cottura. Usare una pentola che possa contenere comodamente tutte le uova, perchè se si urtano durante la cottura il guscio potrebbe creparsi lasciando fuoriuscire l’albume. Dopo questi accorgimenti, mettere le uova su fuoco medio coperte con acqua fredda abbondante. Appena l’acqua comincia a bollire, contare sei minuti (otto se sono freschissime di pollaio); trasferitele con un mestolo forato in una ciotola di acqua fredda, lasciatele per circa dieci minuti, poi picchiettate i gusci con il dorso di un cucchiaio perchè si crepino. Per sgusciarle, cominciate dal fondo dove c’è la piccola sacca di aria.

uova (1)+

Foderare una grattugia con carta da forno e gratuggiate la scorza del limone lavato (solo la parte gialla) che, invece di bloccarsi tra i fori, si fermerà sulla carta da forno. Impastate il burro liquefatto a bagnomaria con la farina, quindi aggiungete la fecola di patate, lo zucchero e i tuorli sodi passati al setaccio. Aggiungere un pizzico di sale e la scorsa del limone gratuggiata lasciata cadere dalla carta da forno. Lavorare l’impasto in modo da ottenere un composto omogeneo e morbido. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigorifero per un paio di ore. Lavorare l’impasto ancora freddo per qualche minuto spolverandolo con il cacao fino a quando questo diventa del tutto marrone chiaro/scuro; dividetelo poi in palline poco più grandi di una noce. Disponete i biscotti sulla placca foderata con carta da forno e premeteli al centro con un dito, in modo da formare un incavo di circa 3-4 mm. Cuocete gli ovis molis in forno già caldo a 180° per circa venti minuti, sfornateli e lasciateli raffreddare. Scaldare due cucchiai di confettura in un pentolino con due cucchiai di acqua, in modo da renderla fluida.

edi ovis mollis

Trasferirla in una tasca da pasticceria e spremetela nell’incavo che avete creato nei biscotti.

edi ovis mollis (2)+

Lasciate raffreddare la confettura, spolverate con poco zucchero a velo e servite.

edi ovis mollis1

Ricette simili:

ovis mollis (28)

OVIS MOLIS CON CONFETTURA ALLE ALBICOCCHE

H O M E

B  L  O  G

Read Full Post »

sformatini di fragole

INGREDIENTI

250 ml di crema di yogurt greco

una manciata di fragole abbastanza piccole

100 ml di latte

2 fogli di gelatina

2 cucchiai di zucchero

1 cucchiaino di estratto alla vaniglia

confettura di fragole.

PREPARAZIONE

sformatini di fragole2

Immergere i fogli di gelatina in un poco di acqua fredda. Nel frattempo, riscaldare il latte con lo zucchero e quando è caldo e lo zucchero sciolto, strizzare i fogli di gelatina ed aggiungerli. Far raffreddare il tutto, aggiungere l’essenza di vaniglia ed infine lo yogurt avendo cura di mescolare bene il tutto con una frusta. Tagliare a fettine le fragole e formare uno strato ben compatto in ogni stampino, versare poi la crema di yogurt e far rapprendere il tutto in frigo per almeno un quattro ore. Quando gli sformatini risultano ben fermi e compatti, con l’aiuto di un coltello avendo cura, staccare lo sformatino dallo stampimo e adagiarlo su un  piatto con una base di confettura di fragole e qualche fragola fresca accanto.

sformatini di fragole3

un altro dessert fragoloso: GELATO DI FRAGOLE

sformatini di fragole4

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: