Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘CONFETTURA DI MORE PROFUMATA AL LIMONE’

Un “Dolcepensiero” a tutte le mamme e a Dolcipensieri… non potevo non dedicare qualche riga alla festa della mamma perchè me lo merito come mamma ma soprattutto se lo meritano anche le nostre, mia e di mio marito fra l’altro per loro doppiamente festeggiata essendo ormani nonne. Una festa passata in famiglia con la semplicità di cui sono sempre stata circondata ma con quei piccoli gesti, pensieri e regali che fanno di ogni attimo passsato con mia mamma, un dono prezioso. E al blog Dolcipensieri, anche lui festeggiato in questi giorni quando nacque nel 2008 così come passatempo e/o archivio delle ricette della mia cucina, passione cresciuta con il tempo e dono indiscusso della mia mamma… quindi miglior cosa è festeggiare tutto insieme i due avvenimenti a me molto cari. E non potevo fare di meglio, la crostata era il dolce che in casa mia non mancava mai: frolla confezionata con uova freschissime di giornata e confetture di frutta fresca del giardino di mio padre; una volta uscita dal forno, mia mamma la sistemava sulla credenza della cucina con il coltello li accanto sempre pronto per tagliarne una fetta e con quattro uomini per casa, devo dire durava molto poco. Durante la cena o il pranzo, sempre abbondante, almeno più della metà terminava e la rimanenza piano piano durante la giornata o la mattina dopo, tendeva sempre a diminuire fino a lasciare lì sulla credenza la pirofila sporca ma vuota… troppo faticoso porla nel lavello; a volte addirittura la pirofila sembrava già pulita perchè era un piacere passarci il dito per poi leccarlo, così buono e burroso. La crostata di oggi è un dolce ricordo a quelle belle giornate, un ricordo alla mia mamma che mai ho visto arrabbiata e che tutt’oggi è un’affidabile e buonissima nonna, ma con una veste un po’ più moderna con farina di riso… di cui vi ho già parlato qui. Quindi… Auguri a tutte voi mamme che mi leggete, auguri a Dolcipensieri che senza di voi non sarebbe così emozionante e divertente redigere da ben quattro anni!

INGREDIENTI

PER LA FROLLA

2 uova biologiche

225 grammi di farina di riso

25 grammi di farina di mais

100 grammi di zucchero semolato

100 grammi di burro leggermente salato+una noce di burro per la teglia

1/2 bustina di lievito per dolci

PER LA FINITURA

confettura di more e cardamomo (qui la ricetta)

confettura di prugne gialle e cannella (qui la ricetta)

PREPARAZIONE

PER LA FROLLA. Nel mixer, passare la farina di mais per renderla molto fine. Nella planetaria unire le due farine con il lievito, aggiugere le uova e il burro ammorbidito tagliato a tocchetti, infine lo zucchero. Impastare per bene fino a quando inizia a formarsi una palla che rifinirete lavorandola con le mani. Ricoprire il panetto con della pellicola e fatelo riposare per un’oretta nel frigo. Togliere il panetto dal frigo, rinvigorire la frolla con le mani e con un poco di farina, taglianre un terzo e stenderla tanto quanto l’ampiezza della pirofila da cm 26. Porre la frolla all’interno della teglia imburrata ed infarinata, eliminare la pasta in eccesso e bucherellare il fondo con una forchetta. Ricoprire l’interno con le confetture, un gusto per ogni metà. Con la pasta restante e stesa, tagliare delle listerelle per ricoprire le confetture. Porre in forno a 180°C per circa 40 minuti o fino a doratura. Servire.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

CROSTATA CON CONFETTURA ALLE MORE 

CONFETTURA DI MORE PROFUMATA AL LIMONE

OVIS MOLIS AL CACAO CON CONFETTURA DI FRAGOLE E ACETO BALSAMICO

Con questa ricetta partecipo al contest “Il buffet perfetto”

del blog “Tra cucina e pc”

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” fatto tutto in casa: la crostata è il dolce più casalingo a mio parere, questa ha un cuore con confettura di more e limone che ho postato qui. Il mio Matteo con gli stampini, ha confezionato delle stelline per metterle in superficie con delle strisce, e devo dire che è venuta proprio bene. Anche perchè in pochi secondi non c’erano neanche le briciole…

INGREDIENTI

confettura di more e limone (la ricetta la trovate qui)

300 grammi di farina con lievito

100 grammi di burro chiarificato

100 grammi di zucchero

2 uova intere

la buccia di mezzo limone

un pizzico di sale

zucchero a velo.

PREPARAZIONE

Impastare nella planetaria con la frusta a K la farina con lievito, lo zucchero, la buccia del limone e il burro freddo fino ad ottenere un composto a briciole. Unire le uova, un pizzico di sale e continuare ad impastare fino a quando il composto si rapprende e forma una palla. Avvolgere la pasta in un foglio di pellicola per alimenti e lasciarlo riposare in frigo nel reparto meno freddo, per circa 30 minuti. Stendere l’impasto preparato e rivestire il fondo di una tortiera a cerniera con diametro di cm 22, rifinire il bordo e bucherellare la pasta con una forchetta, coprirla con un foglio di carta da forno bagnato, strizzato e riempito di fagioli secchi. Cuocere in forno già caldo a 200°C per venti minuti. Prelevare la base dal forno ma senza spegnerlo, versare la confettura sulla crostata. Con la pasta avanzata, confezionare dei biscottini con l’aiuto di formine (Matteo questa volta a scelto la stellina e poi a ritagliato le strisce), infornare ancora per 10 minuti. Terminare con zucchero a velo quando la torta sarà ben fredda.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

CROSTATA DI FRUTTA E NOCI PROFUMATA AL POMPELMO

CROSTATA AL COGNAC

MOUSSE ALLE MORE CON CIOCCOLATO E GELATO ALLA PANNA

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” che fa la differenza… e si perchè fra CONFETTURA e MARMELLATA c’è una bella differenza. Noi tutti i giorni chiamiamo marmellata ciò che, a base di frutta, si può spalmare su una semplice fetta di pane, ma essere precisi, si parla di marmellata quando la frutta protagonista è un agrume (che può essere arancia, mandarino, limone, pompelmo e bergamotto). Si parla di confettura quando si utilizza altra frutta o anche della verdura. La ricetta più antica risale alla storia greca: era loro abitudine cuocere le mele cotogne con miele per conservarle. Per la mia versione di oggi, il frutto protagonista è la mora di rovo raccolte nel giardino di mio padre ma che si possono trovare anche nei boschi: è possibile raccogliere questi succosi frutti, che nascono e crescono spontaneamente, a cavallo fra il mese di agosto e settembre.

INGREDIENTI

500 grammi di more di rovo

450 grammi di zucchero

il succo di un limone

la buccia di 1/2 limone

PREPARAZIONE

Sterilizzate i vasetti in acqua bollente, riempiteli e lasciateli raffreddare. Lavare le more, privarle del picciolo e sgocciolarle. Metterle in un recipiente con lo zucchero e il succo del limone, coprire e lasciare macerare in frigo per un paio di ore, dopodichè mescolare con un cucchiaio di legno e lasciare ancora in frigo per altre due ore. Quindi versate il composto in un tegame, con il frullatore ad immersione, frullare le bacche, portate a bollore cuocendo per circa un quarto d’ora mescolando e schiumando regolarmente. La confettura sarà pronta quando velerà il cucchiaio. Con un passa verdura a fori piccoli, passare la confettura per eliminare i semini, unire poi la buccia del limone e mescolare. Versare la confettura nei vasetti, quindi coprirli con uno strato di pellicola per alimenti. Conservate la confettura al riparo dalla luce.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

CONFETTURA DI FRAGOLE E ACETO BALSAMICO

CROSTATA DI FRUTTA E NOCI PROFUMATA AL POMPELMO

APERITIVO ALLE FRAGOLE

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: