Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘magatello di vitello’

Un “Dolcepensiero” del lunedi: capita spesse volte che il pranzo della domenica sia l’occasione per pranzare con tutti i propri famigliari. A volte ci sono quelli che si invitano all’ultimo momento, a volte c’è chi invece “si perde per strada” causa malanni di stagione. E così prima di infornare l’arrosto, mi sono accorta che forse era un po’ troppo “lungo” ed essendo un arrosto non legato, ne ho approfittato per tagliarne qualche fettina sottile per cucinarmela il giorno dopo; e così ho fatto: ne ho ricavato delle sottili e morbide fettine, cucinate con una ricettina molto veloce. Personalmente quando acquisto dal mio macellaio di fiducia tagli di carne per farne degli arrosti, abbondo sempre un “zichinino” appunto per avere poi la possibilità di avere quasi pronto il pranzo del lunedi o addirittura la cena: una sana e genuina fettina di carne con un’insalata fresca oppure con della verdura al vapore, sono perfetti ma se vi avanza dell’arrosto già cotto tagliatelo a fettine sottilissime, mettete qualche fettina in un bel panino con un pizzico di sale, un velo di maionese o senape, qualche fettina di insalata oppure qualche cetriolino e vi gustate un saporito e appetitoso panino… ma adesso ecco la mia ricetta del lunedi…

LA RICETTE CON INGREDIENTI E PREPARAZIONE, LA POTETE TROVARE QUI

IL MIO SECONDO BLOG SUL PORTALE TUTTO AL FEMMINILE DE “IL SOLE 24ORE”

Read Full Post »

 

Un “Dolcepensiero” tutto italiano: sulla patria del vitello tonnato c’è un pizzico di disparità. Chi dice che provenga dalla Francia, sarà per il fatto che a volte lo chiamiamo “vitel tonee'”? per me è tutto italiano, precisamente piemontese. Piatto cult per i pic-nic, ottimo come secondo piatto o addirittura come antipasto, la sua salsa che ne ricopre la carne è ideale anche per preparare altri piatti o anche come intingolo. Infatti quale miglior riutilizzo per l’arrosto avanzato, se non quello di ricoprirlo con la salsa tonnata??? La preparazione è un po’ lunga causa tempo di cottura della carne, ma poi il tutto si accorcia quando il mixer fa la sua parte e crea quella cremina che tutti o quasi, adoriano.

INGREDIENTI

800 grammi di magatello di vitello

200 grammi di tonno

10 acciuge piccole

10-12 capperi di Pantelleria sottosale

olio extravergine di oliva q.b.

120 grammi di carote (circa 4)

120 grammi di cipolla bianca

2 gambi di sedano

250 grammi di maionese

2 uova sode

sale grosso.

PREPARAZIONE

In una casseruola capiente, mettere tanta acqua per ricoprire per intero la carne: aggiungere la carota, il sedano, la cipolla tutti lavati e spezzettati. Far salire l’acqua in ebollizione e poi calare la carne precedentemente salata con qualche granello di sale grosso. Cucinarla a fuoco lento coperta con un coperchio e lasciatela per circa 3 ore. Terminata la cottura, lasciar raffreddare la carne e poi affettatela sottilmente. Cuocete le uova in acqua fredda, dal momento del bollore calcolare circa sette minuti, passarli sotto acqua fredda e sbucciarli. In un mixer mettere qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, i capperi passati sotto acqua corrente per levare tutto il sale, le acciuge e il tonno. Azionare il mixer, aggiungervi la maionese e le uova sode intiepidite. Create una salsina densa ma morbida: se necessario aggiungere olio per emulsionare bene il tutto. Porre le fettine su un piatto da portata. Versare la salsa sopra le fettine, terminate con qualche cappero intero.

Mi raccomando: non buttate il brodo rimasto, sarà ottimo per fare il risotto… che a presto posterò! Nel caso non cucino niente il giorno dopo, lo conservo in freezer pronto per l’uso. Credetemi il risottto vi ringrazierà.

Vi potrebbero anche interessare:

VITELLO CARCIOFATO

INVOLTINI ALLA VALDOSTANA

ARROSTO ALL’ARANCIA

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: