Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘MERYL STREEP’

… me lo sono persa al cinema e allora mi sono comprata il dvd. Julie & Julia vede la meravigliosa Meryl Streep ancora alle prese con un personaggio diversissimo da lei ma che è riuscita a portarlo sul grande schermo in modo magistrale. Una nota di merito per i suoi bellissimi abiti in perfetto stile anni ‘4o e ’50, nonchè i cappellini. La trama del film si sdobbia per raccontare la vita di due donne vissute in anni diversi, diversissime fra loro ma con l’obiettivo di dare un tocco in più alla loro vita: accanto alla Streep infatti, c’è Julie interpretata da Amy Adams una segretaria un po’ annoiata dal suo lavoro, sposata senza figli che prende alla lettera un idea del suo compagno e cioè aprire un blog dove racconterà l’impresa a cui si sottoporrà tutti i giorni, quella di cucinare tutte le oltre 500 ricette di Julia Child, america trasferitasi negli anni ’40 con il marito addetto culturale dell’ambasciata americana, in Francia,  che scrisse un libro di cucina francese. Julia in Francia riuscirà ad abbattere il tabu’ che solo gli uomini possono diventare grandi chef, iscrivendosi e con successo, alla più famosa scuola di cucina: “Le cordon blue” pur essendo un’americana dalla voce squillante e molto caparbia.

Sarà il suo amore per il cibo, che regalerà a Julia, il successo meritato fino a concludere un libro dopo parecchi problemi, libro che diventerà una sorta di bibbia per qualsiasi americano amante della buona cucina. Tutt’oggi la Child è una leggenda negli Stati Uniti. Una critica sul film potrei smuoverla circa le scene: pensavo di vedere più immagini di cucina; solo all’inizio il susseguirsi di come abili ed esperte mani francesi, puliscono il pesce, è l’unica sequenza interessante del film (per quanto riguarda il cibo, sia chiaro). Altre scene riflettono poche preparazioni culinarie francesi, oltre oceano vediamo Julie ogni tanto alle prese con pessimi risultati e un marito sempre più affamato che con poca grazia si mangia fette di torta a go’go’. Ma il film comunque riesce a piacermi fino alla fine: dolcissimo il rapporto di Julia con il marito (Stanley Tuccci, attore che adoro) che la consola sempre amorevolmente quando si dispiace per non poter avere figli, dall’altra parte questa avventura di Julie, porterà a qualche scontro con il marito, scontri in chiave moderna che oggi subiscono prima o poi tutte le coppie, che arrivano a sera troppo stanche, stressate ma non appagate. Ma amore e comprensione alla fine vincono su tutto: scene di ordinaria vita realizzate in anni diversi e con modi diversi, raccontate quasi come gags ma con toni delicati dalla bravissima regista Nora Ephron.

Il film ti porta lungo tutte le 524 ricette cucinate in 365 giorni: l’ultima la famosa ricetta dell’anatra disossata porterà la chiusura del blog non prima di ricevere una telefonata  importante a Julie di una nota giornalista e anche di qualche commento da parte di Julia, la vera Julia, che non troverà bello il progetto della moderna Julie.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: