Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘olive farcite’

Un “Dolcepensiero” molto facile facile: ecco un secondo antipasto del mio cenone di capodanno. Facile facile, ebbene si ma di gran effetto perchè molto appetitoso. Si tratta di un piatto di solo assemblaggio, preparato anche all’ultimo momento avendo a disposizione ingredienti che trovi anche dal tuo negoziante di fiducia…

infatti la ricetta oggi ve la racconto senza indicarvi il peso o quatità degli ingredienti. Dunque, ho acquistato delle olive verdi giganti farcite con un filetto di peperone rosso durante il mio solito giro natalizio alla CITTA’ DEI BALOCCHI che ogni anno si tiene a Como in piazza Cavour dove sono ospitati, in piccole casette di legno, venditori di ogni regione d’Italia che vendono i loro prodotti artigianali. Apro una parentesi invitandovi a venire a Como durante il periodo natalizio, perchè merita e l’aria che si respira è un mix di tradizioni e fashion life… e trovate tantissime possibilità di fare ottimi acquisti oltre che ammirare le piazze intorno alla città tempestaten di luci… Tornando alla ricetta, queste olive sono di origine siciliana. Arrivata a casa le ho messe in una ciotola privandole della loro salamoia e le ho spolverate di peperoncino, prezzemolo tritato molto finemente e pepe nero. Invece dal mio pescivendolo di fiducia, sono corsa a comprare queste alici – fortunatamente già pulite e aperte – ottime per creare questo antipasto veloce. A casa le ho adagiate su un piatto e spruzzate con succo di limone. Durante il pomeriggio del 31 dicembre, ho preso le alici una per una, ho messo un oliva intera oppure tagliata a metà se l’alice era piccola, ho avvolto il pesce azzuro intorno all’oliva e le ho poste su un piatto poi leggermente bagnate con dell’olio extravergine d’oliva. Poste in frigo fino al momento del loro utilizzo…

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” dalla Sardegna… e si perchè questo piatto l’ho preparato proprio là, il giorno dell’arrivo di Marco anticipato causa varicella del mio piccolo Matteo. Un piatto semplice, fresco ma appetitoso al tempo stesso. Ideale da gustare con un buon e fresco bicchiere diVermentino di Gallura: vino bianco DOCG, è prodotto nella zona fra Olbia-Tempio e Sassari dove si estende la collina della Gallura appunto. Di colore giallo paglierino intenso con riflessi verdognoli, il suo odore è intenso che persiste in bocca: Possiede sentori propri della macchia mediterranea con un retrogusto di fiori freschi. Perfetto sia come aperitivo, servito fresco. Ottimo anche con i primi piatti saporiti sardi, perfetto anche con il pesce arrosto, molluschi e crostacei. Ma trova la sua perfetta e indiscussa combinazione con il pecorino dolce sardo.

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi fra riso e farro

12 cozze

12 gamberi

2 calamari

100 grammi di seppioline

100 grammi di polipetti

8-10 olive farcite

1 pomodoro cuore di bue

olio extra vergine d’oliva q.b.

1/2 cipolla

1 costa di sedano

sale e pepe.

PREPARAZIONE

Raschiare le cozze che poi risciacquerete. In abbondante acqua salata, tufare il riso e il farro: far cuocere per circa 20 minuti. Tagliare i calamari, i polipetti e le seppioline a piccoli tocchetti. Mettere in una pentola antiaderente larga abbondante olio evo con la cipolla tagliata a fettine sottili, unire le cozze con un cucchiaio di acqua tiepida di cottura del riso. Attendere la loro apertura. Far cuocere per qualche minuto, poi aggiungere i calamari, i gamberi, i polipetti e le seppioline. Regolare il pesce con un pizzico di sale e pepe e cuocere a fuoco basso per una decina di minuti. Far intiepidire. Scolare il riso, passarlo velocemente sotto acqua corrente fredda, dopodiche metterlo in una capiente ciotola aggiungendo le olive, il pomodoro tagliato a pezzi e il sedano tagliato a rondelline. Unire infine il pesce, mescolare con un filo di olio evo.

Vi potrebbero anche interessare:

RISO THAI CON VERDURE E GAMBERETTI

ZUPPA DI FARRO

SPAGHETTI AI FRUTTI DI MARE IN CARTOCCIO

Questa ricetta la trovi anche su

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” passato… insomma: settimana di “straordinaria follia”. Tutti e tre malati, a turno ma malatucci tra virus, influenza, cervicale, congiuntivite e chi più ne ha più ne metta… di cucinare proprio nessuna voglia, vinceva solo la spossatezza!!! La ricettina che vi sto’ postando ha già qualche giorno – forse settimana – preparata per una cenetta del tutto semplice ma studiata all’alba delle 18.30 e quando stasera ho rivisto le foto, mi è venuto che certo languorino che ti lascia solamente il riso in bianco senza neanche una noce di burro… Ma proprio oggi ho gioito dopo aver scartato il mio regalo di compleanno – in anticipo – da parte di mio marito: la PLANETARIA KENWOOD, un desiderio realizzzato che da molto tempo avevo nel cassetto… e adesso non posso far altro che impastare e montare e chissà che altro. Tornando al mio rotolo, è la classica ricetta in cui ho cercato di arricchire con ciò che avevo nel frigo e devo dire che è proprio venuto saporito; e ora vi state chiedendo del nome: perchè Napoli??? beh con tutto questo freddo cerchiamo di pensare a paradisi più caldi, senz’altro rispetto che qui a Como dove il freddo è polare!!! e poi gli ingredienti richiamavano questa bellissima località.

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

80 grammi di prosciutto cotto

1 pomodoro cuore di bue

80 grammi di fontina dolce a fette

qualche spicchio di fontina piccante

olive farcite

acciughe sott’olio

origano

sale.

PREPARAZIONE

In una teglia piatta ricoperta con carta da forno, stendere la pasta. Sovrapporci il prosciutto cotto, la fontina a fette, il pomodoro tagliato a fette, gli spicchi di quella piccante, le olive tagliate a rondelle e i filetti di acciughe. Salare leggermente e spolverizzare con origano.

Ripiegare i lembi della sfoglia, premere molto bene e infornare a 200°C per circa una mezz’oretta. Servire  a fette magari con del soncino fresco condito con un filo di olio evo.

Vi potrebbe anche interessare:

PANZEROTTI PIZZOCCHERATI

LO STRUDEL DI DICEMBRE

STRUDEL AI FORMAGGI E SEMI DI SESAMO

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: