Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘PESCE’

Un “Dolcepensiero”: auguri a tutti voi per una Pasqua serena e un lunedi dell’Angelo altrettanto rilassante e tranquillo. Sono proprio le festività come il Natale e la Pasqua che adoro per rilassarmi anche seduta tranquillamente a casa. Dopo un gran pranzo tutto a base carne alla griglia per aprire quella che sarà la stagione di cene e pranzi all’aperto, stasera taglieremo una colomba e festeggerò con i miei cari fratelli e nipotini. Anche per quest’anno è sfumata la preparazione della colomba pasquale in casa, ma ci accontenteremo – si fa per dire – di una buonissima colomba confezionata dalla pasticceria.  Il progetto di fare in casa la colomba è per l’ennesima volta rimandato al prossimo anno, ma prima o poi ce la farò!!! Il piatto che vi propongo oggi l’ho preparato per l’ultimo venerdi santo, a base di pesce – la gallinella di mare – come tradizione vuole.

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi di linguine

1 gallinella di mare (circa 500 grammi di peso)

2 pomodori cuore di bue

1 scalogno

1 spicchio di aglio rosa

olio extra vergine q.b.

sale rosso delle Hawaii q.b.

pepe bianco q.b.

prezzemolo q.b.

PREPARAZIONE

Pulire e sfilettare la gallinella di pesce (un’operazione che potete far fare dal vostro pescivendolo di fiducia). Una volta ottenuti dei filetti, tagliarli a quadrotti e porli con un filo di olio evo, un pizzico di sale rosso delle Hawaii e un pizzico di pepe. Tenere da parte. Intanto mettere a bollire l’acqua per le linguine. Tritare lo scalogno finemente, lavare i pomodori cuori di bue e affattarli in piccoli pezzettini: in una padella antiaderente, porre un filo di olio evo in cui metterete lo scalogno, lo spicchio di aglio e una volta sfrigolato il tutto, unire i pomodori togliendo l’aglio, cuocere per un cinque minuti rigirando di tanto in tanto. Unire il pesce, abbassare la fiamma regolando di sale e pepe se necessita. Porre a cuocere la pasta, al ragù, se si asciuga troppo, unire un goccio di acqua di cottura, scolare la pasta che condirete con il ragu’ di gallinella, impiattare e finire con un pizzico abbondante di prezzemolo ben tritato.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

LINGUINE ALL’ASTICE

SPAGHETTI ALLE SARDE CON GAMBERETTINI E POMODORI CUORE DI BUE

RISOTTO CON SPIEDINO DI GAMBERI AGLI AGRUMI

Con questa ricetta partecipo al contest “…e tu… te li fai DUSPAGHI?”

del blog “Acqua e farina.sissisima”

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” in piena estate: si parla di pesce ed ecco che si pensa all’estate anche se quest’anno lascia un po’ a desiderare… ma ci siamo!!! quindi oggi vi presento un piatto semplice da realizzare anche se molti si scoraggiano appena sentono la parola pesce. Si pensa sempre alla difficoltà nel pulirlo e agli odori: ma se parliamo di grigliata questi pochi e banali ostacoli si possono superare… e come? beh il pesce lo trovate già bello e pulito ormai ovunque se poi avete una pescheria di fiducia – come nel mio caso – potrete chiedere di prepararvelo già adatto alla cottura al contrario se avete una persona che ama destreggiarsi in cucina – come mio marito che si è pure comprato un costosissimo coltello per sfilettare il pesce – beh il gioco è fatto! Mentre gli odori si sfumano nell’aria essendo una grigliata e di solito la si fa all’aperto, al contrario se non avete un ambiente esterno non vi scoraggiate: è estate e le finestre sono aperte così fate assaporare i profumi della vostra cucina anche ai vostri coinquilini!!! cosa vi sembra??? per me un’idea molto allettante!

PER INGREDIENTI E PREPARAZIONE

Dall’archivio di Dolcipensieri su DSW:

LINGUINE ALL’ASTICE

RISOTTO AI GAMBERI DI SICILIA

CAPESANTE AL FORNO IN NIDO D’AMORE

MERLUZZO IN CROSTA DI PATATE

SPAGHETTI E GAMBERI MARINATI

INSALATINA FRA MARE E ORTO

FILETTO DI BRANZINO AL FORNO

SEPPIOLINE CON AROMI D’ORTO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: il profumo del sugo di pesce che aleggia per la cucina mi fa subito pensare al mare e alle cene all’aperto nel mio ristorante preferito… e si perchè nelle località di mare la pasta con il pesce non manca mai al ristorante e se volete cimentarvi in cucina, è bello andar a comprare il pesce fresco oppure per essere più veloci, magari acquistare del buon e fresco sugo già fatto magari nel vostro negozietto preferito… tutte ottime possibilità per gustare il piatto must dell’estate… io faccio così fra qualche giorno, e non vedo l’ora!!!

INGREDIENTI E PREPARAZIONE

Dal blog su DONNE SUL WEB

LINGUINE ALL’ASTICE

RISOTTO CON GAMBERI DI SICILIA E BROCCOLI

MERLUZZO IN CROSTA DI PATATE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” con Un pizzico di magia: per questa ricetta devo ringraziare CHIARA de il blog “Un pizzico di magia” che mi ha fatto arrivare, direttamente a casa mia, le FAVE DI CACAO che qui a Como sembrano un prodotto del tutto introvabile, a parte un negozietto bio che ne è sempre sprovvisto!!! sarà… la carinissima Chiara oltre che essersi privata delle sue fave di cacao, mi ha pure abbinato insieme una sua ricetta scritta di suo pugno ma che potete trovare qui, e anche delle notizie su queste gemme marroni. Il cacao è la base per fare il cioccolato e se è di ottima qualità, anche il cioccolato sarà di qualità (ovvio, direte voi). Le fave di cacaco di Chiara arrivano dalla Piantagione di Terreiro Velho nell’isola di Prìncipe di Claudio Corallo, sono tostate, al naturale con ancora la loro buccia da togliere; per sbucciare la fava di cacao dovrete tenerla fra due dita comprimendola leggermente in modo da rompere il tegumento. La parte più tonda è il germe, tolto otterrete la parte più pregiata, quella da cui deriva poi il nostro cioccolato. In cucina sono molto usate per svariate preparazione sia dolci che salate, come in questa ricetta. Chiara mi ha consigliato di abbinarle al carpaccio di pesce spada ma non ne ho trovato oppure a pesci affumicati… e avendo una voglia immensa sia di pesce che di provare questo tesoro, mi sono imbattuta nella mia inventiva senza però dimenticare le dritte di Chiara ed ecco cosa ne è uscito:

INGREDIENTI PER DUE PERSONE

2 tranci di pesce spada

un paio di fave di cacao

2 arance biologiche e/o non trattate

1 limone biologico e/o non trattato

qualche granello di pepe rosa

olio extravergine d’oliva q.b.

sale q.b.

PREPARAZIONE

Con l’apposito attrezzo, grattare delle scorzette sia di arancia sia di limone e tenerle da parte per il finale. Tagliare l’arancia a fette che adagerete sul fondo delle ciotoline, spremete l’altra arancia e il limone. Tagliare a bocconcini i tranci di pesce spada. Mettere su fuoco una padella con fondo in ceramica, ungerla con un filo leggero di olio evo e far sfrigolare velocemente i bocconcini continuando a farli saltare in padella, regolare di sale e granelli di pepe rosa schiacciati con le mani. Sfumare con un cucchiaio di succo di arancia e uno di limone. Unire i bocconcini di pesce spada scolati; unire al fondo di cottura (fuoco spento) il resto dei succhi mischiando, inumidire ancora il pesce con qualche cucchiaio di fondo di cottura, grattare le fave di cacao e terminare con le scorzette di agrumi e qualche granello di pepe rosa. Servire appena appena tiepido!

Con le mie ricette potete trovarmi anche qui:

Dall’archivio di Dolcipensieri:

INSALATA DI MARE CON VINAIGRETTE ALL’ARANCIA E PEPE ROSA

PESCE SPADA POMODORI E CAPPERI

PLUM CAKE ALL’ARANCIA E SEMI DI PAPAVERO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” classico: e si perchè sulle mie tavole delle feste natalizie, non può mancare la classica insalata di mare ma questa volta ho iniziato il 2011 con una piccola variante al classico. Mio marito Marco adora questo antipasto e la variante l’ha trovata ancor più buona e fresca. L’ho preparata sia per la vigilia e dopo l’ok ben accetto, l’ho riproposta per le portare di pesce del cenone di capodanno. Un bel capodanno che doveva essere molto tranquillo dalla serie “pizza in pizzeria” avendo il bimbo piccolo poi tramutata in cena con i miei genitori ma avendo anche mio fratello un bimbo piccolo, alla cena a casa si sono uniti anche loro. Poi una mia cara amica mi ha fatto il classico invito dell’ultimo giorno che si è poi tramutato in un mio invito alla mia cena: tanti addendi che hanno regalato la bellissima somma di una cena all’insegna del buon cibo, dei giochi a premi con i bimbi e di tanta tranquillità, quella che solo il focolare domestico ti regala: del buon e caldo tepore che durante le feste si riesce a gustare molto ma molto di più!!! Ma passiamo allaprima ricetta che vi propongo e che ho gustato durante il mio cenone: 

INGREDIENTI

1 kg. di pesce per insalata di mare (l’ho trovato già pronto e cotto al vapore dal pescivendolo di fiducia)

1 gamba di sedano

mezzo peperone rosso

1 arancia biologica

PER LA VINAIGRETTE

olio extravergine d’oliva q.b.

il succo di un’arancia biologica

il succo di mezzo limone biologico

qualche granello di pepe rosa

pepe misto macinato fresco q.b.

sale rosa dell’Himalaya q.b.

PREPARAZIONE

Preparare la vinaigrette spremendo l’arancia e il limone, miscelare i succhi in una ciotola con dell’olio extravergine d’oliva, unire il pepe misto macinato fresco, il sale rosa e qualche granello di pepe rosa schiacciato. Tagliare i pezzi grossi di pesce – tranne i gamberi – in pezzi piccoli che unirete alla vinaigrette. Tagliare a pezzetti la gamba di sedano e il peperone a listarelle, unirli al pesce e mescolare bene il tutto. Lasciate riposare in frigo per un’oretta rigirando qualche volta. Tagliare l’altra arancia a fette il più sottili possibili, createvi un letto in una ciotola bassa e poneteci l’insalata di mare scolata; filtrare poi la vinaigrette che unirete al pesce nella ciotola. Terminare con qualche granello di pepe rosa e qualche scorzetta di arancia, porre in frigo fino al suo consumo.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

INSALATA LESSATA di Dolcipensieri

TRANCIO DI SALMONE CON VINAIGRETTE AL POMPELMO ROSA E FIOCCHI DI SALE DI CIPRO di Dolcipensieri

CROSTATA DI PERE CON CREMA ALL’ARANCIA di Dolcipensieri

CARPACCIO DI STORIONE AL PEPE ROSA di Dolcipensieri

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: