Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pomodori cuore di bue’

SFOGLIA POMODORI E RICOTTA (2)+

Un “Dolcepensiero” con poca fatica: ho sempre in frigo pasta sfoglia o brisè pronta, anche i formaggi sono sempre presenti perché capitano quelle giornate in cui si arriva a sera inoltrata e devi pure pensare alla cena. La fame è molta ma non si ha voglia di sbattersi troppo perché ogni minuto passato è stato trascorso intensamente. In questo caso si ha bisogno di cibo veloce e facile ma sicuramente buono. Diciamo poi che è l’ultimissimo scorcio di stagione calda, complici le ultime foglioline di timo e basilico che hanno resistito fino ad ora. Questa torta salata simile ad una pizza è una soluzione perfetta. Perdonate le foto fatte in fretta e furia…

INGREDIENTI

350 grammi di pasta sfoglia (ovvero 1 rotolo rettangolare e 1/2)

260 grammi di caprino fresco

2 uova

2 cucchiaini di grana grattugiato

un mazzetto di basilico fresco

un mazzetto di timo fresco

un pizzico di sale e pepe

1 pomodoro cuore di bue grande

olio extra vergine d’oliva q.b.

PREPARAZIONE

Accendere il forno a 200°C. Porre le sfoglie su una placca da forno con carta forno, punzecchiare con la forchetta la pasta e spennellarla con un filo di olio evo. Sbattere le uova con un pizzico di sale e pepe, mescolare molto bene in una ciotola la ricotta e il grana unendo qualche foglia di basilico triturata finemente. Lavorare bene il tutto fino ad ottenere un composto ben omogeneo. Spalmarlo sulla pasta livellando il tutto lasciando un paio di centimetri di bordo puliti. Disporre le fette di pomodoro tagliate sottilmente sopra la ricotta. Insaporire con un pizzico di sale e poco olio evo. Distribuire a caso le foglioline di timo e basilico. Infornare la sfoglia per una mezz’oretta circa finché la superficie è ben asciutta e dorata. Perfetta con insalate o affettati leggeri.

SFOGLIA POMODORI E RICOTTA (5)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

GIRELLE DI PASTA SFOGLIA ALLA PIZZAIOLA

ORZO MEDITTERANEO CON POMODORINI CONFIT

INSALATA DI CAPRINO E FRAGOLE

RISOTTO AL PESTO DI BASILICO CON CARCIOFI

PESTO DI NOCI, BASILICO E MENTA

Read Full Post »

CREPES FRESCA D'ESTATE (3)+

Un “Dolcepensiero”: non rinuncio neanche in estate alle crepes e se proprio il caldo si fa sentire, ecco una bella e fresca versione di crepes fredde. Una ghiotta bontà, ricca ma leggera con un ripieno saporito. Oggi il cielo è azzurrissimo, il sole caldissimo ed è un piacere pranzare all’aria aperta in giardino; inoltre è un piatto che si può preparare in anticipo… perfetto per quelle mattine dove tutti gli impegni sono concentratissimi.

INGREDIENTI

PER LE CREPES

200 grammi di farina 00

4 uova

60 grammi di burro leggermente salato

500 ml di latte

burro q.b. per la padella

PER IL RIPIENO

un paio di pomodori cuore di bue grandi

200 grammi di prosciutto cotto

220 grammi di tonno  “Fratelli Carli”

una ventina di olive taggiasche in salamoia “Fratelli Carli”

olio extra vergine di oliva “Fratelli Carli”

uno spicchio di aglio

origano secco q.b.

un pizzico di sale

CREPES FRESCA D'ESTATE (6)+

PREPARAZIONE

PER LE CREPES

Nella planetaria porre il burro sciolto a bagnomaria con le uova, sbattere energicamente; unire la farina setacciata e diluire con il latte (se amate crepes sottili, aggiungere più latte… regolatevi). Porre la padella per crepes sul fuoco con un leggero velo di burro, cuocere le crepes.

PER IL RIPIENO

Tagliare i pomodori a pezzetti piccoli, porli in una ciotola con olio evo e lo spicchio tritato molto finemente. Snocciolare le olive taggiasche e tagliarle grossolanamente, unire ai pomodori, regolare di sale con una generosa spolverata di origano. Unire se occorre altro olio evo, terminare con il prosciutto cotto tritato e con il tonno a tocchetti.

Riempire generosamente le crepes, ripiegarle in quattro e servire.

CREPES FRESCA D'ESTATE (9)+

Dall’archivio di Dolcipensieri:

CREPES AL SALMONE E BRIE

BRUSCHETTA DI FINE ESTATE

CREPES AL SAINTE MAURE DE TOURAINE

 Con questa ricetta partecipo al contest de “Silvia ai fornelli” – SCADE IL 31 AGOSTO 2013

Con questa ricetta partecipo al contest de: “Petrusina” – SCADE IL 21LUGLIO 2013 CONTEST

Con questa ricetta partecipo al contest

“Ferragosto forno mio non ti conosco”

di “Le padelle fan fracasso” e “Il cucchiaino di Milu’”

logo raccolta estiva

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: auguri a tutti voi per una Pasqua serena e un lunedi dell’Angelo altrettanto rilassante e tranquillo. Sono proprio le festività come il Natale e la Pasqua che adoro per rilassarmi anche seduta tranquillamente a casa. Dopo un gran pranzo tutto a base carne alla griglia per aprire quella che sarà la stagione di cene e pranzi all’aperto, stasera taglieremo una colomba e festeggerò con i miei cari fratelli e nipotini. Anche per quest’anno è sfumata la preparazione della colomba pasquale in casa, ma ci accontenteremo – si fa per dire – di una buonissima colomba confezionata dalla pasticceria.  Il progetto di fare in casa la colomba è per l’ennesima volta rimandato al prossimo anno, ma prima o poi ce la farò!!! Il piatto che vi propongo oggi l’ho preparato per l’ultimo venerdi santo, a base di pesce – la gallinella di mare – come tradizione vuole.

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi di linguine

1 gallinella di mare (circa 500 grammi di peso)

2 pomodori cuore di bue

1 scalogno

1 spicchio di aglio rosa

olio extra vergine q.b.

sale rosso delle Hawaii q.b.

pepe bianco q.b.

prezzemolo q.b.

PREPARAZIONE

Pulire e sfilettare la gallinella di pesce (un’operazione che potete far fare dal vostro pescivendolo di fiducia). Una volta ottenuti dei filetti, tagliarli a quadrotti e porli con un filo di olio evo, un pizzico di sale rosso delle Hawaii e un pizzico di pepe. Tenere da parte. Intanto mettere a bollire l’acqua per le linguine. Tritare lo scalogno finemente, lavare i pomodori cuori di bue e affattarli in piccoli pezzettini: in una padella antiaderente, porre un filo di olio evo in cui metterete lo scalogno, lo spicchio di aglio e una volta sfrigolato il tutto, unire i pomodori togliendo l’aglio, cuocere per un cinque minuti rigirando di tanto in tanto. Unire il pesce, abbassare la fiamma regolando di sale e pepe se necessita. Porre a cuocere la pasta, al ragù, se si asciuga troppo, unire un goccio di acqua di cottura, scolare la pasta che condirete con il ragu’ di gallinella, impiattare e finire con un pizzico abbondante di prezzemolo ben tritato.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

LINGUINE ALL’ASTICE

SPAGHETTI ALLE SARDE CON GAMBERETTINI E POMODORI CUORE DI BUE

RISOTTO CON SPIEDINO DI GAMBERI AGLI AGRUMI

Con questa ricetta partecipo al contest “…e tu… te li fai DUSPAGHI?”

del blog “Acqua e farina.sissisima”

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” d’estate: sono arrivati i fatidici mesi caldi, quelli che si passano al mare oppure a casa ma avendo le serate lunghe e calde, sono ottimi spunti per fare qualche festicciola in più tra amici… ed è proprio nei mesi caldi che cresce la voglia di consumare pesce.  Il piatto che vi propongo oggi è un abituè della mia cucina soprattutto quando sono in Sardegna: veloce da preparare, leggero da gustare è un piacere poi alla mattina andare dal pescivendolo quando sono appena rientrati da una lunga nottata in mare e ti presentano i loro sforzi, prodotti naturali e conservati con amore, pronti per essere consumati dai turisti… insomma un’intensa atmosfera marina che raccolgo tutti gli anni.

PER INGREDIENTI E PREPARAZIONE

Read Full Post »

Un “dolcepensiero”… ancora pasta fredda ebbene si!!! d’altronde fa troppo caldo, caldo afoso, quindi miglior pranzo veloce ad effetto può essere questa pasta fredda perfetta da cucinare anche il giorno prima alla sera quando fa meno caldo per gustarsela con una bella birretta fresca in pausa pranzo. Inoltre questa versione è bella colorata e profumata grazie a del buonissimo basilico fresco!!! 

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi di fusilli

2 pomodori cuore di bue

100 grammi di olive nere denocciolate

1 mozzarella di bufala

100 grammi di prosciutto cotto a dadini

4 wurstel piccoli

basilico fresco

olio extravergine d’oliva

sale.

PREPARAZIONE

Lessare la pasta in abbondante acqua salata; nel frattempo lavare e affettare i pomodori a trancetti che metterete in una ciotola capiente, tagliare a pezzi la mozzarella di bufala e anche i wurstel che unirete ai pomodori. Condire con un filo di olio evo e un pizzico di sale. Scolare la pasta, passarla sotto acqua corrente e unirla ai pomodori con la mozzarella. Unire le olive, il prosciutto cotto a dadini e mischiare bene il tutto regolando sia di sale sia di olio (se necessario e/o in base ai vostri gusti). Terminare con il basilico tagliato fine fine.

Dall’archivio “freddo” di Dolcipensieri:

PASTA FREDDA FAGIOLI, FUNGHI E FONTINA DOLCE 

RISO E FARRO FREDDO AI FRUTTI DI MARE

PASTA AL FORNO IN CREMA AL PREZZEMOLO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” dalla Sardegna… e si perchè questo piatto l’ho preparato proprio là, il giorno dell’arrivo di Marco anticipato causa varicella del mio piccolo Matteo. Un piatto semplice, fresco ma appetitoso al tempo stesso. Ideale da gustare con un buon e fresco bicchiere diVermentino di Gallura: vino bianco DOCG, è prodotto nella zona fra Olbia-Tempio e Sassari dove si estende la collina della Gallura appunto. Di colore giallo paglierino intenso con riflessi verdognoli, il suo odore è intenso che persiste in bocca: Possiede sentori propri della macchia mediterranea con un retrogusto di fiori freschi. Perfetto sia come aperitivo, servito fresco. Ottimo anche con i primi piatti saporiti sardi, perfetto anche con il pesce arrosto, molluschi e crostacei. Ma trova la sua perfetta e indiscussa combinazione con il pecorino dolce sardo.

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi fra riso e farro

12 cozze

12 gamberi

2 calamari

100 grammi di seppioline

100 grammi di polipetti

8-10 olive farcite

1 pomodoro cuore di bue

olio extra vergine d’oliva q.b.

1/2 cipolla

1 costa di sedano

sale e pepe.

PREPARAZIONE

Raschiare le cozze che poi risciacquerete. In abbondante acqua salata, tufare il riso e il farro: far cuocere per circa 20 minuti. Tagliare i calamari, i polipetti e le seppioline a piccoli tocchetti. Mettere in una pentola antiaderente larga abbondante olio evo con la cipolla tagliata a fettine sottili, unire le cozze con un cucchiaio di acqua tiepida di cottura del riso. Attendere la loro apertura. Far cuocere per qualche minuto, poi aggiungere i calamari, i gamberi, i polipetti e le seppioline. Regolare il pesce con un pizzico di sale e pepe e cuocere a fuoco basso per una decina di minuti. Far intiepidire. Scolare il riso, passarlo velocemente sotto acqua corrente fredda, dopodiche metterlo in una capiente ciotola aggiungendo le olive, il pomodoro tagliato a pezzi e il sedano tagliato a rondelline. Unire infine il pesce, mescolare con un filo di olio evo.

Vi potrebbero anche interessare:

RISO THAI CON VERDURE E GAMBERETTI

ZUPPA DI FARRO

SPAGHETTI AI FRUTTI DI MARE IN CARTOCCIO

Questa ricetta la trovi anche su

Read Full Post »

 

Un “Dolcepensiero” rustico per S.Valentino: si stà avvicinando ma quest’anno è un po’ offuscato da altri eventi che vi ho già accennato (compleanno mio e di Matteo e il carnevale, divisi tra romano e ambrosiano). E allora il giorno degli innamorati è un po’ messo da parte ma non del tutto: questa ricettina che definisco rustica è al tempo stesso “di cuore” quindi in tema con la serata che sta per arrivare… cuori di carciofi freschi e cuori di bue sodi e polposi di un bel rosso. Se il vostro/a compagno/a amano primi piatti saporiti e decisi, questa è la portata che fa per loro…
INGREDIENTI

320 grammi di spaghetti

1 porro

2 carciofi spinosi sardi

150 grammi di pancetta affumicata

1 pomodoro cuore di bue

origano

olio extravergine d’oliva

sale e pepe.

PREPARAZIONE

In una padella antiaderente con un leggero filo di olio evo, saltare il porro tagliato finemente a rondelle (solo la parte più chiara), unire la pancetta tagliata a cubetti e far rosolare bene il tutto a fuoco basso. Unire poi il carciofo pulito e tagliato finemente, far appassire unendo dell’acqua di cottura della pasta. Regolare di sale e pepe. Tuffare gli spaghetti in acqua bollente salata, un attimo prima della loro cottura, unire il cuore di bue tagliato a dadini con una generosa spolverata di origano, far saltare bene il tutto. Unire la pasta scolata, saltare bene  e servire ben caldi.

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” passato… insomma: settimana di “straordinaria follia”. Tutti e tre malati, a turno ma malatucci tra virus, influenza, cervicale, congiuntivite e chi più ne ha più ne metta… di cucinare proprio nessuna voglia, vinceva solo la spossatezza!!! La ricettina che vi sto’ postando ha già qualche giorno – forse settimana – preparata per una cenetta del tutto semplice ma studiata all’alba delle 18.30 e quando stasera ho rivisto le foto, mi è venuto che certo languorino che ti lascia solamente il riso in bianco senza neanche una noce di burro… Ma proprio oggi ho gioito dopo aver scartato il mio regalo di compleanno – in anticipo – da parte di mio marito: la PLANETARIA KENWOOD, un desiderio realizzzato che da molto tempo avevo nel cassetto… e adesso non posso far altro che impastare e montare e chissà che altro. Tornando al mio rotolo, è la classica ricetta in cui ho cercato di arricchire con ciò che avevo nel frigo e devo dire che è proprio venuto saporito; e ora vi state chiedendo del nome: perchè Napoli??? beh con tutto questo freddo cerchiamo di pensare a paradisi più caldi, senz’altro rispetto che qui a Como dove il freddo è polare!!! e poi gli ingredienti richiamavano questa bellissima località.

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

80 grammi di prosciutto cotto

1 pomodoro cuore di bue

80 grammi di fontina dolce a fette

qualche spicchio di fontina piccante

olive farcite

acciughe sott’olio

origano

sale.

PREPARAZIONE

In una teglia piatta ricoperta con carta da forno, stendere la pasta. Sovrapporci il prosciutto cotto, la fontina a fette, il pomodoro tagliato a fette, gli spicchi di quella piccante, le olive tagliate a rondelle e i filetti di acciughe. Salare leggermente e spolverizzare con origano.

Ripiegare i lembi della sfoglia, premere molto bene e infornare a 200°C per circa una mezz’oretta. Servire  a fette magari con del soncino fresco condito con un filo di olio evo.

Vi potrebbe anche interessare:

PANZEROTTI PIZZOCCHERATI

LO STRUDEL DI DICEMBRE

STRUDEL AI FORMAGGI E SEMI DI SESAMO

Read Full Post »

MI TROVATE ANCHE SUL BLOG DI IVAN BACCHI – ALICE TV

pasta fredda al salmone 1

INGREDIENTI PER DUE PERSONE

180 grammi di pasta corta

1 scatola di filetti di salmone

1/2 pomodoro cuore di bue

125 grammi di mais dolce

il succo di un limone

aglio q.b.

prezzemolo q.b.

qualche cetriolo sott’aceto

olio extravergine d’oliva

sale.

PREPARAZIONE

pasta fredda al salmone 2

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, terminata la cottura passare la pasta sotto acqua corrente fredda per evitare che si attacchi. Preparare la tartare di pomodoro: tagliare il pomodoro a dadini e riporlo in una terrina con il prezzemolo, sale, aglio grattugiato e olio extravergine; mescolare bene il tutto e con esso condire la pasta. Unire poi il mais, i cetrioli tagliati a fettine spesse ed infine il salmone a pezzi. Spruzzare con il succo di limone, condire il tutto e regolare, se necessario, con qualche goccia di olio e un pizzico di sale.

pasta fredda al salmone 3

SE AMATE LA TARTARE AL POMODORO…

… FUSILLI MAXI AL PESTO DI RUCOLA CON TARTARE DI POMODORO FRESCO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” isolano: ed eccoci finalmente sull’isola… e con mia grande sorpresa funziona pure la rete, quindi colgo l’occasione per postarvi questa ricettina particolare e coloratissima grazie a dei stupendi peperoni… qui il caldo si sente, anche se meno umido, il sole splende quasi da accecare, l’acqua è color smeraldo e diversamente da come mi aspettavo e si diceva, c’è tantissima gente. La voglia di cucinare non mi è passata e, se la rete non mi abbandona, vi terrò aggiornati sui piatti che riuscirò a cucinare con i prodotti buonissimi della Sardegna… se no ci sentiremo a settembre. A tutti questa ricettina da gustare in veranda con un fresco Vermentino…

pasta fredda con peperoni

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi di pasta mista (ideale per paste fredde)

2 peperoni

olive verdi q.b.

capperi q.b.

acciughe sott’olio q.b.

2 pomodori cuore di bue

olio extravergine d’oliva

sale

PREPARAZIONE

pasta fredda con peperoni2

Lavare i peperoni, tagliarli a metà per il lungo, eliminare i semi e il picciolo, metterli in una teglia con la parte tagliata verso il basso e bagnarli con un filo di olio. Infornare a 190°C e dopo circa sette minuti girateli e coprirli con un foglio di carta stagnola. Continuare la cottura per altri sette minuti. Sfornarli e metterli in una terrina: coprirli ermeticamente con della pellicola e lasciarli così per circa venti minuti, poi si può procedere a togliere la pelle che si toglierà facilmente. Salate l’acqua che avete messo sul fuoco, gettate la pasta. Affettare i pomodori a dadini e i peperoni – privati della pelle – a fettine sottili.

pasta fredda con peperoni3

Scolare la pasta che passerete subito sotto acqua corrente fredda: conditela con un filo di olio, aggiungete a vostro piacimento – per quano riguarda le dosi – le olive verdi tagliate a lamelle, i capperi risciacquati sotto acqua corrente e ben strizzati, qualche filetto di acciuga, i pomodori ed infine i peperoni. Regolare di sale e servire a temperatura ambiente.

pasta fredda con peperoni4

I PEPERONI DI DOLCIPENSIERI:

PEPERONI ALLA PIZZAIOLA

NOODLES ALLE VERDURE 

GNOCCHETTI DI PATATE CON CREMA  DI PEPERONI ARANCIONI E ASIAGO DOP

PEPERONI ALLA SIRACUSANA

pasta fredda con peperoni5

HOME

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: