Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ravioli’

Un “Dolcepensiero” finalmente fatto:… è da un mesetto circa che ogni volta che andavo a fare la spesa, non riuscivo a trovare i semi di papavero, sempre esauriti. Finalmente la consegna di questi semini è arrivata. Ed ecco che mi sono cimentata nel produrre ravioli a pasta fresca con un ripieno delicato ma con un sughetto ben deciso aromatizzato da un rosmarino ancora profumatissimo… Molto ma molto buoni!!!

INGREDIENTI PER SEI PERSONE

PER LA PASTA FRESCA

400 grammi di farina 00

4 uova

un cucchiaio di semi di papavero

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

sale

acqua tiepida q.b.

PER IL RIPIENO

200 grammi di ricotta

100 grammi di noci

pepe nero

sale

PER IL SUGHETTO

250 grammi di salsiccia fresca

un paio di cucchiaiate di ripieno dei ravioli

latte q.b.

2 rametti di rosmarino

sale

PREPARAZIONE

PREPARARE LA PASTA: versare nel robot la farina setacciata, unire le uova, un presino di sale, i semi di papavero e il cucchiaio di olio. Azionare il robot e far scendere a filo l’acqua tiepida fino a quando si forma una palla. Prelevatela con le mani infarinate e impastate ancora qualche minuto. Con la macchina per la pasta, stendere le sfoglie e con un tagliapasta rotondo, tagliare dei dischetti.

PREPARARE IL RIPIENO: in una ciotola, stemperare con l’aiuto di una forchetta, la ricotta; unire le noci pestate nel mortaio, una spolverata di pepe e un presino di sale. Mischiare bene il tutto.

CONFEZIONARE I RAVIOLI: porre al centro di un dischetto una piccola palla di ripieno (lasciatene da parte un paio di cucchiaiate); sovrapporre un altro dischetto e premere leggermente i bordi, continuare così fino ad esaurimento della pasta. Poneteli su un canovaccio per riposare.

PREPARARE IL SUGHETTO: intanto che bolle l’acqua, in una pentola antiaderente far rosolare la salsiccia tagliata a pezzettini fino a quando sarà ben tostata aggiungendo qualche cucchiaio di acqua tiepida. Unire qualche cucchiaio di latte e stemperare il ripieno lasciato da parte. Continuate la cottura della salsiccia allungando, se necessario, ancora con latte, è bene non far asciugare il sughetto: regolate di sale. Tagliuzzate il rosmarino molto finemente e unitelo al sughetto con qualche gheriglio di noce.

Calare i ravioli nell’acqua bollente salata per qualche minuto, condirli con il sughetto, farli saltare in padella  e finire con qualche semino di sesamo e un po’ di parte liquida del sugo…

Vi potrebbero anche interessare:

FIOR DI RAVIOLI ALLA SCAMORZA CON SALSA ALLO ZAFFERANO

Read Full Post »

culurjonis11

Un “Dolcepensiero” con profumo d’estate: i CULURJONIS sono una specialità culinaria sarda. Il piatto, con varianti a seconda del paese d’origine, è presente sostanzialmente in due varianti, prediligo quelli dell’Ogliastra e delle zone dell’interno e vengono preparati con pasta fresca di semola di grano duro con un ripieno di pecorino sardo (fresco di uno o due giorni), oppure di patate chiusi in modo da formare con le dita una piccola spiga, cotti in acqua bollente e conditi sempre col semplice sugo di pomodoro con basilico e pecorino grattugiato a volontà.

culurjonis1

Read Full Post »

Un “dolcepensiero”: adoro la cucina valtellinese; giorni fa per condire dei freschi ravioli al prosciutto crudo, ho aperto il frigo e in primo piano avevo questa bella slinzega dal bel colore rosso rubino che mi ha accentuato l’appettito. E’ cosi ho creato un pesto semplice ma assai appetitoso.

ravioli-al-pesto-valtellinese

INGREDIENTI PER DUE PERSONE

250 grammi di ravioli freschi al prosciutto crudo

150 grammi di slinzega

125 ml di panna da cucina

rametti di timo

latte q.b.

noce moscata

sale e pepe

1 noce di burro

PREPARAZIONE

Mettere l’acqua a bollire per i ravioli, nel frattempo tagliare a pezzettini la slinzega che passerete poi nel mixer.

ravioli-al-pesto-valtellinese-1

Aggiungete delle foglioline di timo lavate e asciugate. Far soffrigere una piccola noce di burro, aggiungere della panna che farete stemperare con un goccio di latte, spolverizzare con noce moscata e pepe. Far cuocere a fuoco basso, unire un presino leggero di sale (la slinzega è già molto saporita). Far scendere i ravioli nell’acqua salata, far cuocere per il tempo necessario e dopo, con l’aiuto di una schiumarola, unire i ravioli al pesto cosi ottenuto. Se risulta troppo asciutto, aggiungere un pò di acqua di cottura, servire ben caldo con rametti freschi di timo.

ravioli-al-pesto-valtellinese-2 

Read Full Post »

ARRIVA HALLOWEEN E CHISSA’ PERCHE’ PENSO A TUTTO CON LA TONALITA’ CHE VA DAL GIALLO, ARANCIO E ROSSO…SARA’ PER IL COLORE DELLA ZUCCA SIMBOLO DI HALLOWEEN, SARA’ PER L’AUTUNNO BELLO E TIEPIDO COME DA MOLTO TEMPO NON CAPITAVA. ANCHE IN CUCINA ADORO PREPARARE PIATTI DALLO STUCCHEVOLE COLOR GIALLO, ALLORA QUALI MIGLIORI ALLEATI NELLA SCAMORZA AFFUMICATA E NELLO ZAFFERANO?? SI PERCHE’ LA ZUCCA SARA’ BUONA E DUTTILE AI VARI CIBI AUTUNNALI, MA DOPO UN PO’ PENSO CHE STANCHI…almeno a mio marito stà uscendo dagli occhi. Per cambiare un pò ingredienti, ho preparato della pasta fresca tradizionale, per assemblare poi dei delizioni ravioli a forma di fiore, perchè l’autunno è la stagione dove margherite, garofanini e crisantemi hanno la loro miglior fioritura, come dimostrano le foto dei miei fiori in cortile.

INGREDIENTI PER LA PASTA SFOGLIA PER PASTE FRESCHE RIPIENE

Esistono diversi tipi di ravioli sia per forma che per il ripieno in essi contenuto. Oggi la foggia dei miei ravioli è inerente ai fiori sopra, quindi ho utilizzato uno stampino a forma di fiore. Per quanto riguarda il ripieno, mi sono fatta prendere dal colore dorato delle scamorzine affumicate mentre per il sughetto, ho optato per lo zafferano che rilascia un bellissimo ed intenso giallo, tipico colore per una settimana dedicata ad halloween, anche in cucina naturalmente…

 400 grammi di farina 00

4 uova

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

sale.

PREPARAZIONE

Versate la farina nel cestello del robot da cucina, unite le uova.

Unite un pò di sale e l’olio. Fate partire l’impasto, se dopo un minuti non si forma la palla, unite gradatamente un pò di acqua tiepida fino al raggiungimento della palla appunto. Coprite con un canovaccio umido per tenta minuti, poi impastate ancora un pò ma questa volta a mano. Dividete l’impasto in palle grosse come una pesca che farete poi passare nella macchinetta per fare la sfoglia.

La pasta per fare le sfoglie

Prendete una palla e fatela passare nella macchinetta con un grado di spessore largo in modo che l’impasto si unisca ben bene, fare la stessa operazione per tutte le palle ottenute. Diminuire lo spessore fino ad un livello fine e ripassare tutte le sfoglie: otterrete così sfoglie sottili adatte ai ravioli. (un cosnsiglio che vi posso dare è quello di leggere comunque le istruzione della vostra macchinetta per ottenere un buon risultato).

...fate passare la pasta per ottenere la sfoglia...

Lasciate riposare le sfoglie adagiate sul tavolo infarinato, in modo che si asciughino; preparate così il ripieno per i vostri ravioli.

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

6 scamorzine affumicate

2 formaggini freschi alle erbe

prezzemolo

PREPARAZIONE

Passare nel tritatutto le scamorzine affettate in quattro pezzi. Sminuzzarle.

Passare nel tritatutto le scamorzine...

Metterle in una ciotola e aggiungervi i formaggini alle erbe con il prezzemolo tritato finemente. Con l’aiuto di una forchetta, schiacciare i formaggini e poi mischiare il tutto insieme.

...aggiungervi i formaggini freschi...

Con il ripieno formare delle palline che adagerete su di una sfoglia a intervalli regolari e con il minimo spazio per poi ritagliare i ravioli.

Con il ripieno formare delle palline...

Sovrapporre un’altra sfoglia e con l’aiuto di uno stampino, in questo caso a forma di fiore, ritagliare i ravioli; con l’aiuto di una forchetta, schiacciare i lembi dei ravioli per far aderire le due sfoglie.

...ritagliare i ravioli...

Lasciar riposare i ravioli almeno per mezz’ora prima di tuffarli in acqua bollente.

INGREDIENTI PER IL SUGO:

1 confezione di panna da cucina

1 noce di burro

1 bustina di zafferano

latte q.b.

grana grattugiato

sale e pepe

noce moscata

5-6 noci tritate.

PREPARAZIONE:

in una pentola antiaderente, sciogliere la noce di burro con un goccio di latte, stemperare la noce moscata, aggiungere la panna, aggiustare di sale e pepe; in una ciotola, sciogliere lo zafferano con un pò di acqua calda, aggiungerlo in pentola, insapporire con un paio di cucchiai di grana grattugiato e far cuocere a fuoco bassissimo assaggiando il sughetto per un’eventuale aggiunta di noce moscata, sale o pepe. Tritare le noci grossolanamente e aggiungerle al composto. Far bollire l’acqua, salarla e far calare i ravioli facendoli cuocere per cinque minuti abbondanti; assaggiare un raviolo, più che altro per constatare la morbidezza del ripieno. Scolare con una schiumarola i ravioli, aggiungerli al sugo e far saltare a fuoco vivo il tutto. Servire con una spoleverata di pepe e grana grattugiato.

MI TROVI ANCHE NELLA RUBRICA “RICETTANDO” NELLA SEZIONE “IBLOG” SU

Print

Read Full Post »

DEDICATO A MIO MARITO CHE HA FATTO L’ALPINO…

Ingredienti

Per la pasta sfoglia per paste fresche ripiene:

400 grammi di farina 00

4 uova

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

sale.

Per il ripieno

1 formaggella L’ALPINO

latte q.b.

erba cipollina q.b.

Per il sugo

4 pomodori freschi

aglio

olio

basilico

sale e pepe

Preparazione

Versate la farina sulla spianatoia, unite le uova, un pò di sale e l’olio. Impastate molto bene fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico.

Coprite con un canovaccio umido per trenta minuti, poi impastate nuovamente e stendete delle sfoglie sottili con il mattarello. Per lavorare bene, non lasciate essiccare la sfoglia.

Nel frattempo preparate il ripieno: in una ciotola schiacciate con la forchetta la formaggella L’ALPINO avendolo privato prima della crosta, aggiungete del latte ammorbidendo il tutto; aggiungere l’erba cipollina lavata e tritata finemente, mescolare energicamente per ottenere una crema omogenea.

Con un coppa pasta dal diametro di cm 10, tagliate dei cerchi, mettete al centro un cucchiaino abbondante di ripieno e ripiegarli a mezzaluna schiacciando i bordi con una forchetta sia da un lato che dall’altro.

Preparate il sugo: tagliare a dadini i pomodori e metterli in una pentola con l’olio e l’aglio; far rosolare bene i pomodori, salare e pepare aggiungendo acqua di cottura per non far asciugare il sugo. 

Passare in acqua bollente salata per cinque minuti i ravioli cosi ottenuti, scolarli e condirli con il sugo di pomodoro, aggiungere del basilico fresco tritato.

Read Full Post »

Ingredienti

Per la pasta sfoglia per paste fresche ripiene:

400 grammi di farina 00, 4 uova, 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva, sale.

Per il ripieno

150 grammi di gorgonzola dolce, latte q.b., prezzemolo q.b., 2 cucchiai di pinoli

Per il sugo bianco

100 grammi di gorgonzola dolce, 70 ml di panna, latte, aglio, una noce di burro, noce moscata q.b., sale e pepe, prezzemolo.

Preparazione

Versate la farina sulla spianatoia, unite le uova, un pò di sale e l’olio. Impastate molto bene fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico.
Coprite con un canovaccio umido per trenta minuti, poi impastate nuovamente e stendete delle sfoglie sottili con il matarello. Per lavorare bene, non lasciate essiccare la sfoglia.
Nel frattempo preparate il ripieno: in una ciotola schiacciate con il gorgonzola dolce, aggiungete del latte ammorbidendo il tutto; aggiungere il prezzemolo e i pinoli tritati grossolanamente; mescolare energicamente per ottenere una crema omogenea.
Con un taglia pasta dal diametro di cm 5, tagliate dei cerchi (devono essere di numero pari).

 

 

 

Mettete al centro di un dischetto un cucchiaino di ripieno, sull’ altro dischetto spalmare poco ripieno su tutta la superficie, sovrapporre quindi i due dischetti, schiacciare i bordi con una forchetta sia da un lato che dall’altro.

Preparate il sugo bianco: soffriggere l’aglio con una noce di burro, aggiungere la panna stemperata con un po’ di latte; far cuocere per un paio di minuti, salare e pepare aggiungendo acqua di cottura per non far asciugare il sugo bianco. Aggiungere una bella spolverata di noce moscata.

Passare in acqua bollente salata per cinque minuti i ravioli cosi ottenuti, scolarli e condirli con il sugo bianco, aggiungere del prezzemolo fresco tritato.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: