Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘TORTA SALATA’

LA RICETTA LA TROVATE QUI… in attesa dei vs. sempre graditi commenti:

effettuate il LOGIN così mi passate a trovare!

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: una torta salata buona e saporita, perfetta per le prime serate invernali dove i cibi che si gustano sono tutti saporiti e corposi…

INGREDIENTI

un rotolo di pasta sfoglia

100 grammi di asiago a fette

75 grammi di zola dolce

100 grammi di speck a listarelle

una noce di burro

PREPARAZIONE

Ungere la pirofila con la noce di burro, stendere la pasta sfoglia. Porre metà delle fette di asiago sulla pasta, tagliare a listarelle lo speck che unirete alla torta salata lasciandole un po’ da parte, terminare con le rimanenti fette di asiago e il gorgonzola a fiocchetti; per terminare finire con lo speck messo da parte. Mettere in forno già caldo a 180°C per circa 20 minuti. Io la trovo più squisita tiepida tiepida perchè il formaggio si compatta meglio. Servita con della buona birra biologica chiara ben fresca.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

SFOGLIATA DI ZUCCHINE

BRISE’ DELL’ALBERTO

FETTUCCINE AL PORCINO CON SPECK CROCCANTE E ZUCCHINE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”:  sfiziose e veloci portate d’inizio pranzo o cena, fattibili ogni giorno dell’anno perchè ormai le zucchine ci sono sempre nei banchi frigo oppure nei reparti freezer. Possono essere un piatto da preparare in anticipo per poi essere presenti quando arrivano i vostri ospiti; inoltre le torte salate o tartellette, offrono un’ampia scelta di varianti sia nell’utilizzo delle varie paste sia nella preparazione dei loro ripieni. Presentate in monoporzioni, sono ideali come finger food.

INGREDIENTI PER QUATTRO MONOPORZIONI (stampi circonferenza cm 10)

1 rotolo di pasta brisè

250 grammi di zucchine

60 grammi di parmigiano grattugiato

50 grammi di pane a pezzettini

1 uovo intero + 1 tuorlo

panna q.b.

1 scalogno

olio extravergine d’oliva

sale e pepe.

PREPARAZIONE

Preriscaldare il forno a 180°C. Lavare le zucchine, tritarle nel robot da cucina a julienne. In una padella antiaderente, scaldare un paio di cucchiai di olio evo, tuffarci lo scalogno tagliato finemente e appena prende colore, unire il pane tagliato a dadini piccoli (più crosta rispetto alla mollica), regolare di sale e pepe, continuare a mescolare fino a quando saranno ben croccanti. Teneteli a parte. Frullare le uova con un pizzico di sale, unire un paio di cucchiai di panna e metà parmigiano, tre cucchiai di zucchine tritate ottenendo una crema densa (nell’eventualità aggiungere della panna). Stendere la pasta brisée e ritagliare quattro dischetti larghi quanto le formine, imburratele e adagiatevi per ogni forma il dischetto di pasta. Versate la crema precedentemente preparata, cospargere ogni tartelletta con le zucchine gratuggiate, spolverate con il rimanente grana e poi con i dadini di pane; ponete le tartellette in forno per circa un quarto d’ora. Passarle poi al grill per un cinque minuti. Servire sia calde che fredde.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

TARTELLETTE GRATINATE ALLE ZUCCHINE E CURRY

SPAGHETTINI PROFUMATI AL TIMO CON ZUCCHINE

FETTUCCINE AL PORCINO CON SPECK CROCCANTE E ZUCCHINE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” estivo: le torte salate sono un must dell’estate. Comode da mangiare sia calde che fredde quindi possibili da preparare in pochi minuti e molto versatili grazie alla possibilità di utilizzare svariati ingredienti, a volte anche di riciclo. Oppure come in estate, per sfruttare le tante verdure raccolte negli orti: ma quando il nostro orto ormai ha finito di produrre, possiamo utilizzare quelle in vendita coltivate in serra. Non è la stessa verdura, si sà, ma ormai certe verdure sono reperibili tutto l’anno quali le zucchine, una verdura che amo molto. Questa torta comunque sono riuscita a confezionarla con le ultimissime zucchine prodotte dalle mie piantine ormai al traguardo… alla prossima stagione!!!

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

2 grosse zucchine

1 uovo

100 grammi di formaggio fresco di capra

100 grammi di feta

olio extravergine d’oliva q.b.

sale q.b.

una noce di burro

maggiorana fresca q.b.

PREPARAZIONE

Lavare le zucchine, eliminare le estremità, tagliarle a fette alte circa 3 mm tenendo il coltello leggermente in obliquo, poi tagliarle a fiammiferi eliminando la parte più molle. Mettere le zucchine in una ciotola, condirle con dell’olio evo e le foglioline di maggiorana, mescolare molto bene. Srotolare la pasta sfoglia in una pirofila leggermente imburrata, bucherellarla, sbattere l’uovo e spennellarlo in superficie, il resto unirlo alle zucchine. Distribuire i formaggi a pezzetti e coprire poi con le zucchine condite. Salare leggermente in superficie, infornare a 180°C per circa una ventina di minuti.

Vi potrebbero anche interessare:

TORTA SALATA VALTELLINA

SPAGHETTINI PROFUMATI AL TIMO CON LE ZUCCHINE

ZUCCHINE DELICATE AI NOCCIOLINI DI CANZO

Read Full Post »

Un “dolcepensiero” pratico: le torte salate le trovo di una praticità unica in cucina perchè le puoi preparare in anticipo per poi consumarle quando e come vuoi, ottime anche fredde. Al mare le faccio spesso per avere qualcosa di svizzioso ma al tempo stesso pratico, da mangiare per pranzo. Se poi confezionate con prodotti del luogo, sono ancora più buone e sfiziose. Per questa torta in versione ovale, ho usato formaggi e salumi “made Sardegna” e devo dire che ce la siamo mangiata in pochi bocconi.

INGREDIENTI (non ho indicato le dosi, ho usato quanto bastava per coprire la pasta!)

1 rotolo di pasta sfoglia

1 mozzarella

1 uovo

fette di prosciutto cotto sardo q.b.

pecorino sardo semi stagionato q.b.

dolcesardoq q.b.

rosmarino q.b.

sale e pepe

PREPARAZIONE

Srotolare la pasta sfoglia e spennellarla con l’uovo sbattuto con un pizzico di sale e pepe. Ricoprirla con le fette di prosciutto cotto, il dolcesardo a pezzi, abbondante pecorino grattugiato grossolanamente e ancora fette di prosciutto cotto; terminare con le fette di mozzarella e una spolverata di rosmarino tagliuzzato molto finemente. Ripiegare i bordi, spennellarli con l’uovo e se avanza, metterlo al di sopra della torta. Infornare per circa venti minuti a 200°C o fino a duratura.

Dall’archivio di Dolcipensieri – cucina sarda:

RICOTTA SALATA FRITTA

SPAGHETTI CON VERDURE E SALSICCIA SARDA

TARTARE ESTIVA ALLA SARDA

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” di fine inverno: la primavera è scattata da pochi giorni – a guardare il calendario – ma, l’inverno strafreddo, non mi ha ancora lasciato del tutto ne tanto meno ha lasciato spazio al sole; le temperature sono salite ma qui stà piovendo, a parte oggi che andava e veniva un tiepido sole. I sapori invernali imperversano ancora la mia cucina, tant’è che ho sfruttato l’ultimo cavolo verza che c’era in circolazione… a dire il vero questa ricetta ha già qualche giorno, ma mi perdonerete se non troverete più gli ingredienti, beh la terrete per l’anno prossimo… posso solo dirvi che era buonissima e l’ho chiamata Valtellina perchè gli ingredienti sono quelli dei pizzoccheri. La differenza la fa il formaggio: al posto del bitto ho usato una buona e saporita fontina valdostana piccante!!!

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

1 patata media

12-15 foglie di cavolo verza

80 grammi di montasio

200 grammi di fontina piccante

grana grattugiato q.b.

una noce di burro

PREPARAZIONE

Pelare e affettare la patata, lavare e tagliare a julienne il cavolo verza.

In una pentola far bollire abbondante acqua salata dove lesserete le patate prima  e la verza in un secondo tempo. Scolarle e farle raffreddare. Tagliare a dadini piccoli i formaggi,  imburrare la teglia dove adagerete la pasta sfoglia. Riempirla con le verze e le patate, ricoprirla con i tocchetti di formaggi, una generosa spolverata di grana gratuggiato; ripiegare i bordi che spennellerete con un po’ di burro sciolto o dell’uovo, infornare per circa venti minuti oppure fino a quando non prenderà un bel colore dorato in superficie. Di solito la preparo mezza giornata prima, in modo che si possa compattare per poi servirla leggermente riscaldata…

Vi potrebbero anche interessare:

PANZEROTTI PIZZOCCHERATI

TORTA SALATA SPINACI E POMODORINI

FIDELIN CON STELVIO DOP E VERDURINE BURRO E SALVIA

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: ecco un’altra torta salata veloce e molto buona, ideale per un pranzo a piatto unico oppure come entrèe di una cena tra amici con un ottimo vino bianco. Gli ingredienti usati sono reperibili tutto l’anno anche nel banco frigo, quindi è una ricetta che io definisco “jolly” indicata per dare quel tocco in più… semplice ma sfizioso!

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta brisè

3 uova

500 grammi di spinaci

150 grammi di crescenza

50 grammi di fontina gratuggiata

qualche pomodorino

2 noci di burro

sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

Sbattere le uova con un pizzico di sale e pepe e farne una frittata in una padella antiaderente con una noce di burro; farla raffreddare e con l’altra noce di burro imburrare la teglia rotonda dove porrete la vostra sfoglia di pasta brisè. In acqua bollente salata, tuffarci gli spinaci e sbollentarli per circa cinque minuti. Riempire la tortiera con gli spianci ben strizzati, mettere la crescenza a pezzetti e sovrapporci la frittata. Ripiegare i lembi di pasta spenellati con una cucchiaiata di uovo sbattutto conservato in precedenza. Tagliare i pomodorini a metà, premerli nella frittata, spolverare con la fontina gratuggiata e infornare a 200°C per circa venti minuti.

Vi potrebbero anche interessare:

TORTA SALATA 4 FORMAGGI E NOCI

TATIN DI SPINACI

ORECCHIETTE MARITATE DI GRANO SARACENO

Read Full Post »

Un “dolcepensiero”: ultimamente c’è mio padre che si è “inghiottito” di torte salate. Quelle che preferisce sono a base di formaggi, calde  e saporite; oltre ad essere veloci da preparare, possono sistemare una cena magari organizzata all’ultimo momento mettendo d’accordo grandi e piccini. Vorrei aprire una parentesi su un formaggio delizioso quale è il BRIGANTE SARDO cioè la caciotta tipica sarda dal gusto particolarmente dolce e delicato a base di latte di pecora e ottenuto mediante salatura con sale marino. E’ un formaggio a pasta molle che conserva il gusto e il sapore del classico pecorino, che vede il suo inizio alla commercializzazione verso gli anni settanta. I migliori sono ancora prodotti dai pastori negli ovili subito dopo la mungitura delle pecore…

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

50 grammi di brigante sardo

50 grammi di taleggio

50 grammi di gorgonzola

50 grammi di provolone

1oo grammi di prosciutto cotto

1 noce di burro

gherigli di noce

PREPARAZIONE

Tagliare a dadini il brigante sardo e il provolone, stendere un velo di burro sulla tortiera e adagiarvi la pasta sfoglia. Ricoprirne il fondo con il prosciutto cotto, il formaggio a dadini mentre sia il gorgonzola che il taleggio li metterete a fiocchetti. Ripiegarne i bordi. Tagliare i gherigli di noce a metà e spolverare tutta la torta salata. Infornare per mezz’ora a 220°C.

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: andar a comprar frutta e verdura in queste settimane è uno spasso per gli occhi. Infatti il bancone del fruttivendolo passa dagli aranci e gialli degli agrumi ai verdi intensi di broccoli, coste e carciofi. Ideali quest’ultimi per calde e soffici torte salate.

INGREDIENTI

1 foglio di pasta sfoglia

1 kg di coste e erbette

3 mozzarelle

2 uova biologiche

grana grattugiato q.b.

1 noce di burro

sale pepe.

PREPARAZIONE

Lavare la verdura, tuffarla in acqua bollente salata per almeno un dieci minuti. Scolarla e lasciarla raffreddare. Spalmare la tortiera con il burro e sovrapporci la pastasfoglia. Tagliare a fette la mozzarella e fare un primo strato, ricoprirla con le foglie delle coste e le erbette mentre i gambi (delle coste) tagliarli con la mezzaluna. Sbattere le uova con un pizzico di sale e pepe che cospargerete poi su tutta la torta; terminare con altre fette di mozzarella, spolverare con una generosa grattugiata di grana. Ripiegare i bordi, spenellarli con un po’ di uovo avanzato ed infornare per una mezz’ora in forno preriscaldato a 180°C.

Vi potrebbero anche interessare:

BRISE’ DELL’ALBERTO

TORTA BRISE’ CON FORMAGGI PROFUMATA AL TIMO

CROSTATA SALATA ZUCCHINE E CURRY

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” tutto in famiglia: spero mi perdonerete le foto; questa torta sfornata, è partita subito per altre mete… infatti è una torta salata fatta apposta per il mio papi. La macchina fotografica digitale è rimasta a casa, dove avevo fatto queste con la torta ancora calda nella pirofila. Tornando alla ricetta, di solito quando ho un po’ di avanzi di formaggi duri, penso sempre a fare la pasta ai formaggi ma un giorno avendo in frigo una scorta di paste stese, ho messo tutto in una teglia e voilà… la felicità di mio papà che si è leccato i baffi anche il giorno dopo riscaldata e, a detta di lui, ancora più buona. Insomma come per la pizza o il risotto a volte, non si sà perchè, anche la torta salata risulta più buona il giorno dopo. E’ così anche per voi???

INGREDIENTI

1 foglio di pasta brisè

60 grammi di formaggio casera

60 grammi di gorgonzola

60 grammi di mascarpone

50 grammi di asiago

2 mozzarelle

150 grammi di prosciutto cotto

50 grammi di gherigli di noce

1 uovo

una noce di burro.

PREPARAZIONE

Spalmare la noce di burro su tutta la tortiera dove vi adagerete il foglio di pasta brisè. Tagliare a dadini la casera e l’asiago mentre le mozzarelle a fette. Iniziare a fare il primo strato con la mozzarella, continuare a coprire con il prosciutto a fette (tenetene un paio a parte), continuare con il formaggio a tocchetti. In una scodella, miscelare il gorgonzola con il mascarpone e ponetelo a ciuffeti sulla torta. Terminare tagliando a listarelle il prosciutto cotto che porrete ai bordi della torta, ripiegatene quindi i bordi che spennellerete con l’uovo sbattuto. Terminate con le noci spezzettate grossolanamente e infornate a 180 °C – forno ventilato per circa 25 minuti.

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: