Feeds:
Articoli
Commenti

Posts contrassegnato dai tag ‘zucchine’

Un “Dolcepensiero”: sono in trepida attesa che sia già giovedi mattina. All’alba sarà puntata la sveglia – cosa che da molti anni non succedeva – e poi via… Parigi! quattro giorni di relax, visite a tutto ciò che sarà possibile vedere, tappa a Eurodisney per il mio principino Matteo – ma non solo perchè non vedo l’ora di sentirmi anch’io un po’ Biancaneve o una Principessa (e lì tutto è possibile) – e poi che dire del cibo??? ho già qualche indirizzo segnato: inutile dirvi dove andrò perchè un po’ ve lo immaginate voi che di cibo ve ne intendete, comunque non “preoccupatevi” arriverà anche il reportage fotografico, logicamente. E poi mi sa che i prossimi post saranno un po’… francesi!!!??? vedremo… Questo è quello che mi capiterà fra qualche giorno appunto, ora sono alle prese con lo svuotare il frigorifero di tutto ciò che è difficile conservare in quattro giorni di latitanza (e purtroppo anche dai vostri blog, ma ritorno ancora più carica, credetemi). Come queste zucchine tonde che sono, per me, simbolo soprattutto di estate e pranzi all’aperto: oggi però qui la perturbazione di temporali e pioggia non ci ha abbandonato neanche oggi che è domenica; questo ponte del 2 giugno voleva essere un ponte un po’ più spensierato fatto di piccole gite, avendo anche a casa Marco cosa molto rara, per ben quattro giorni; ma la pioggia ha fatto saltare una gita ad un parco divertimenti con Matteo e un bel giro in moto, quella nuova, di Marco. Vabbè, il prossimo week-end… mi sono detta ma poi sbirciando l’agenda ecco che vedo che il prossimo fine settimana, c’è la Festa di san Vito a Lipomo e pure la scampagnata nei boschi dell’asilo… meglio non pensarci!!! in cucina della proloco con questi primi caldi, è molto sfiaccante ma caspita se mi piace!!! cucinare per grandi portate e tante persone, è davvero una gran figata… ma sarà dialogo per un altro post. Torniamo alla ricettina di oggi che vede come ingrediente principale, la MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP che mi arriva ognitanto direttamente nella mia cucina dalla Campagna, grazie a dei collaboratori di Marco che appena scendono al loro paese, me ne fanno una bella e gran scorta che però finisce in una sola giornata. Mi raccomando quando l’acquistate di controllare che abbia i due loghi che ne conferiscono la giusta e corretta provenienza oltre la dicitura integra. La lavorazione manuale detta “mozzare” ne conferisce la sua forma per lo più sferica che si ottiene lavorando la cagliata fatta con il latte di bufala, una lavorazione antica. Strepitosa nel sapore e nel colore che a volte a sfumature quasi di madreperla, la sua “unica” particolarità è la goccia che ne esce appena la si schiaccia e il sapore in bocca, fresca e morbida leggermente salata. L’adoro… Mi raccomando: qualche euro in più ma accertatevi che sia DOP…

INGREDIENTI

4 zucchine tonde

1 mozzarella di bufala campana DOP

150 grammi di olive nere

1 pomodoro grosso, maturo, sodo e succoso

1 cucchiaiata di capperi di Pantelleria sottosale

sale un pizzico

olio extravergine d’oliva

origano q.b.

PREPARAZIONE

Lavare le zucchine, privarle della calotta superiore e con uno scavino, prelevare tutta la polpa; cuocerle a vapore solo fino a quando saranno morbide ma non farle cuocere troppo. Farle raffreddare. In una ciotola, unire la mozzarella con il pomodoro entrambi a dadini, unire le olive tagliate a metà e i capperi lavati dal sale. Mescolare bene il tutto. Con un pennello, spennellare l’interno delle zucchine con un po’ di olio e sale, riempirle con il composto di mozzarella, terminare con un po’ di origano ed infornare in forno già caldo a 200°C per circa un quarto d’ora.

Partecipo molto volentieri al contest “Buffet in giardinodel blog “La cucina accanto

Partecipo anche al contest “E’ qui la festa?” del blog “Lory – La mia cucina”

Dall’archivio di “Dolcipensieri”:

TORTA SALATA CON ZUCCHINE E POMODORI

ZUCCHINE “SIMIL HOSOMAKI”

LE TONDE ZUCCHINE

LA CAPRESE… PARLA SOLO ITALIANO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” dimenticato chissà dove: nel senso che queste foto si sono intrufolate nei meandri nascosti del mio pc. Quando l’ho portato dal tecnico causa virus (mannaggia!!!) ecco che sono ricomparse come per magia. E mo’ quando le posto? aspetto la prossima estate? e si perchè di ingredienti estivi si parla e si parla di una torta salata fatta in occasione di un barbecue!!! Ma poi ho pensato: “tienile ancora qualche giorno e postale per le feste natalizie, perchè le torte salate sono un buon antipasto oppure un buon inizio cena e intendo quelle cene che si fanno fra amiche, magari per lo scambio dei regali”… e allora eccola qui perchè l’ho rifatta, si l’ho rifatta proprio per il pranzo di del primo dell’anno quando abbiamo terminato tutti i rimasugli del cenone di fine anno preparate come sempre in grande quantità. A voi la scelta: o la tenete presente per la prossima estate con i prodotti che il vostro orto vi regala, oppure utilizzando verdure di coltivazione in serra o congelate, fate voi!!! io le torte salate me le mangerei tutto l’anno, stagione si stagione no!!!

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

2 zucchine

1 grappolo di pomodorini

200 grammi di ricotta

1 uovo

2 cipollotti

1 piccola noce di burro

grana grattugiato

olio extravergine d’oliva

sale e pepe.

PREPARAZIONE

Lavare e tagliare a rondelle le zucchine, farle saltare in una padella antiaderente con olio evo e i cipollotti tagliati a velo. Regolare di sale. Nel frattempo, tagliare i pomodorini in quattro parti eliminando i semini interni, tuffarli nella pentola con le zucchine; continuare la cottura per circa venti minuti bagnando con pochissima acqua tiepida se si dovessero asciugare. Imburrare una teglia e adagiarvi la pasta sfoglia, bucherellarla con una forchetta e riempirla con le zucchine e i pomodori. Schiacciare con una forchetta la ricotta, unire l’uovo sbattuto con un pizzico di sale e pepe e miscelare bene il tutto. Versare il tutto sulle zucchine e pomodori, coprire bene il tutto con una generosa spolverata di grana grattugiato.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

TORTA SALATA PRIMIZIA

ZUCCHINE RIPIENE DI FORMAGGIO

TAGLIOLINE AL VINO PRIMITIVO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”: a volte mi sale la voglia di qualcosa di etnico, ormai immagino l’abbiate capito!!! e quando ho questa voglia, preferisco andare sul sicuro e cucinarmi qualcosa di cinese che è la mia cucina straniera preferita. Questa versione di involtini, è molto corposa e saporita: li trovo perfetti anche come piatto unico per una serata tranquilla fra amici. Lo so’ che ormai siamo in clima natalizio e che dovrei propinarvi ricette a tema, ma ormai conoscete e avete capito che tipa sono, “un po’ fuori le righe, almeno le mie”: vi parlo solo di cio’ che amo mangiare e cucinare, e chi mi vieta la cucina etnica a Natale…? Nessuno e poi potrebbe essere un ottima portata per chi come invitati, a qualche amico straniero.  Di questi involtini, varianti e versioni ce ne sono tante e fra le molte vi propongo la mia: il ripieno di verdura e spaghetti, vede anche qualche gamberetto, il tutto avvolto in fogli di carta di riso. Sono un piatto ormai famoso in tutto il mondo e fanno parte della cucina cantonese.

INGREDIENTI

una decina di gallette di riso

50 grammi di vermicelli di soia

1 porro

1 carota

1 zucchina

1/2 peperone rosso

100 grammi di germogli di soia

125 grammi di gamberetti

mix di spezie per cibi orientali (oppure aglio, sale iodato, zucchero di canna e pepe nero)

salsa di soia

olio di sesamo

olio di semi per friggere

PREPARAZIONE

Tagliare finemente a listarelle la zucchina e la carota precedentemente lavati. Affettare a rondelle il porro mentre il peperone privarlo dei semi interni e tagliarlo a pezzetti. Risciacquare i gamberetti e privarli del filamento nero che hanno sul dorso.

In una wok con un filo di olio di sesamo, tuffare il porro e appena sarà brasato, buttare le carote e le zucchine, mischiare bene il tutto finendo con l’aggiunta del peperone. Unire la salsa di soia e cuocere bene il tutto per cinque minuti. In una ciotolina, stemperare le spezie in acqua tiepida che poi unirete alle verdure aggiungendo anche i gamberetti. Regolare ancora con la salsa di soia e ulteriori spezie, lasciare cuocere a fuoco basso mescolando (di solito vado un po’ ad occhio in base alla voglia di saporito che ho, oppure se ho degli ospiti cerco di non insaporire troppo). Cuocere i vermicelli in acqua leggermente salata fino a quando sono cotti, scolarli e tagliarli a pezzettini. A fuoco spento, unire alle verdure gli spaghetti di soia e i germogli di soia, mischiare bene il tutto. Regolare se necessita, con del sale. Bagnare i fogli di riso in acqua - uno alla volta- e mettere un paio di cucchiai di ripieno in ciascun foglio: ripiegare gli angoli laterali sul ripieno e arrotolare il tutto in modo da avvolgere il ripieno, ottenendo dei piccoli involtini. Continuare con questa operazione fino ad esaurimento del ripieno. Riscaldare l’olio nella friggitrice e tuffare gli involtini: prelevarli appena avranno acquistato un bel colore dorato. Scolarli su della carta assorbente. Porli su un piatto da portata e servirli con nuvolette.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

POLLO CON VERDURINE JULIENNE AI PROFUMI D’ORIENTE

INVOLTINI PRIMAVERA CROCCANTI ALLA VIETNAMITA

VERMICELLI DI SOIA ALLE VERDURE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” dal sapore messicano: questo non è un vero e proprio piatto messicano ma lo chiamato così per la presenza di un mix di spezie messicane, ideali per tacos e per fajtas.  Inoltre le ho arricchite con un buon macinato piccante con peperoncino: il tutto per un contorno un po’ diverso rispetto ai soliti, ma buoni, che accompagnano i cibi messicani. Provatele anche voi, poi fatemi sapere!

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

3 zucchine grosse

spezie messicane q.b.

1 piccolo peperoncino piccante rosso

olio extravergine d’oliva

PER IL RAGU’

400 grammi di macinato di vitello

250 grammi di pomodori pelati

1 cipollotto

2 peperoncini verdi

sale.

PREPARAZIONE

 

Preparare il ragu’: affettare il cipollotto a velo e soffriggerlo con un filo di olio evo; far rosolare la carne rigirandola spesse volte fino a quando risulta ben soffritta. Unire il pomodoro, i peperoncini verdi tagliati sottilmente e privati dei semi interni, miscelare bene il tutto e regolare di sale. Cuocere ancora per qualche minuto e poi unire dell’acqua tiepida per non renderlo troppo denso. Pulire le zucchine, privarle della parte molle all’interno, tagliarle a fettine sottili: farle saltare in una padella con un filo di olio e il peperoncino rosso tagliato a metà, privato dei semi interni; quando iniziano ad appassire, unire il ragù, continuare la cottura spolverizzando con le spezie messicane (inizio sempre con un paio di cucchiaini, poi in base agli ospiti che ho, aggiungo ancora qualche cucchiaino per marcare il piccante). Eliminare il peperoncino fresco rosso. Continuare la cottura per almeno un venti minuti a fuoco basso. Un consiglio che voglio rimarcare è di assaggiare sempre prima di regolare di sale e spezie, ci potrebbe essere il peperoncino che già esalta il piccante.

 

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” dal mondo: questa è una delle ricette che potete leggere anche sul blog di ALICE TV dove vi posso parlare di cucina con sapori dal mondo.

Oggi, almeno virtualmente, ci trasferiamo in Oriente per gustarci questi noodles e cioè una pasta molto diffusa in Asia e in Giappone, per lo più composta da farina di grano ma ci sono anche di riso, tagliati a mo’ di spaghetti o tagliatelle. In oriente sono denominate mian le paste di grano mentre fen quelle di riso e sono, dopo il riso, l’alimento più consumato in Oriente. Possono essere conditi in svariati modi: non può mancare la salsa di soia e un mix di spezie che conferiscono il tono giusto ai piatti orientali. Questi noodles sono ricchi e saporiti, ideali anche come piatto unico: alla pasta si unisce anche della carne.

INGREDIENTI

280 grammi di noodles di grano

300 grammi di petto di pollo

200 grammi di germogli di soia

1 zucchina

1 cipolla

1 carota

qualche cucchiaio di mandorle

mix di spezie orientali q.b. (ginger, peperoncino piccante, coriandolo, aglio, cipollotto, sale iodato, zucchero di canna e pepe nero…)

olio di sesamo

sale rosa dell’himalaya

salsa di soia.

PREPARAZIONE

Affettare la cipolla finemente, tagliare a listarelle sottili la zucchina e la carota; affettare anche il petto di pollo. In una wok, scaldare un filo di olio di sesamo e far tostare le mandorle; appena saranno leggermente tostate, unire il pollo e farlo cuocere bene rigirandolo continuamente, regolare di sale. Unire poi le verdure, rimestare il tutto, bagnare con la salsa di soia (se non amate il sapore forte della salsa, allungatela con dell’acqua tiepida). Continuare la cottura insaporendo con le spezie, per ultimo aggiungere i germogli di soia. Tuffare i noodles in acqua bollente e salata per circa qualche minuto, scolarli e unirli in wok amalgamando bene il tutto.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

NOODLES CON POLLO E SALSA DI SOIA

RISO THAI INTEGRALE CON VERDURE E GAMBERETTI

POLLO CON VERDURINE JULIENNE AI PROFUMI D’ORIENTE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero”:  sfiziose e veloci portate d’inizio pranzo o cena, fattibili ogni giorno dell’anno perchè ormai le zucchine ci sono sempre nei banchi frigo oppure nei reparti freezer. Possono essere un piatto da preparare in anticipo per poi essere presenti quando arrivano i vostri ospiti; inoltre le torte salate o tartellette, offrono un’ampia scelta di varianti sia nell’utilizzo delle varie paste sia nella preparazione dei loro ripieni. Presentate in monoporzioni, sono ideali come finger food.

INGREDIENTI PER QUATTRO MONOPORZIONI (stampi circonferenza cm 10)

1 rotolo di pasta brisè

250 grammi di zucchine

60 grammi di parmigiano grattugiato

50 grammi di pane a pezzettini

1 uovo intero + 1 tuorlo

panna q.b.

1 scalogno

olio extravergine d’oliva

sale e pepe.

PREPARAZIONE

Preriscaldare il forno a 180°C. Lavare le zucchine, tritarle nel robot da cucina a julienne. In una padella antiaderente, scaldare un paio di cucchiai di olio evo, tuffarci lo scalogno tagliato finemente e appena prende colore, unire il pane tagliato a dadini piccoli (più crosta rispetto alla mollica), regolare di sale e pepe, continuare a mescolare fino a quando saranno ben croccanti. Teneteli a parte. Frullare le uova con un pizzico di sale, unire un paio di cucchiai di panna e metà parmigiano, tre cucchiai di zucchine tritate ottenendo una crema densa (nell’eventualità aggiungere della panna). Stendere la pasta brisée e ritagliare quattro dischetti larghi quanto le formine, imburratele e adagiatevi per ogni forma il dischetto di pasta. Versate la crema precedentemente preparata, cospargere ogni tartelletta con le zucchine gratuggiate, spolverate con il rimanente grana e poi con i dadini di pane; ponete le tartellette in forno per circa un quarto d’ora. Passarle poi al grill per un cinque minuti. Servire sia calde che fredde.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

TARTELLETTE GRATINATE ALLE ZUCCHINE E CURRY

SPAGHETTINI PROFUMATI AL TIMO CON ZUCCHINE

FETTUCCINE AL PORCINO CON SPECK CROCCANTE E ZUCCHINE

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” estivo: le torte salate sono un must dell’estate. Comode da mangiare sia calde che fredde quindi possibili da preparare in pochi minuti e molto versatili grazie alla possibilità di utilizzare svariati ingredienti, a volte anche di riciclo. Oppure come in estate, per sfruttare le tante verdure raccolte negli orti: ma quando il nostro orto ormai ha finito di produrre, possiamo utilizzare quelle in vendita coltivate in serra. Non è la stessa verdura, si sà, ma ormai certe verdure sono reperibili tutto l’anno quali le zucchine, una verdura che amo molto. Questa torta comunque sono riuscita a confezionarla con le ultimissime zucchine prodotte dalle mie piantine ormai al traguardo… alla prossima stagione!!!

INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia

2 grosse zucchine

1 uovo

100 grammi di formaggio fresco di capra

100 grammi di feta

olio extravergine d’oliva q.b.

sale q.b.

una noce di burro

maggiorana fresca q.b.

PREPARAZIONE

Lavare le zucchine, eliminare le estremità, tagliarle a fette alte circa 3 mm tenendo il coltello leggermente in obliquo, poi tagliarle a fiammiferi eliminando la parte più molle. Mettere le zucchine in una ciotola, condirle con dell’olio evo e le foglioline di maggiorana, mescolare molto bene. Srotolare la pasta sfoglia in una pirofila leggermente imburrata, bucherellarla, sbattere l’uovo e spennellarlo in superficie, il resto unirlo alle zucchine. Distribuire i formaggi a pezzetti e coprire poi con le zucchine condite. Salare leggermente in superficie, infornare a 180°C per circa una ventina di minuti.

Vi potrebbero anche interessare:

TORTA SALATA VALTELLINA

SPAGHETTINI PROFUMATI AL TIMO CON LE ZUCCHINE

ZUCCHINE DELICATE AI NOCCIOLINI DI CANZO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” zucchinoso: quest’anno ho piantato appena tre piantine di zucchine, non sono diventate gigantesche e invadenti come sempre, forse per colpa della tremenda botta di freddo di maggio e inzio giugno, comunque hanno e stanno producendo tutt’ora abbastanza zucchine per dire: “BASTA!!! non so più come cucinarle!”. Ho sfruttato già ricette pubblicate e per una cenetta fra amici, ho fatto queste tartellette monoporzione profumatissime e morbidissime, in mezz’oretta erano già in forno a cuocere…

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

1 rotolo di pasta sfoglia

300 grammi di zucchine

1 uovo

40 grammi di parmigiano grattugiato

30 grammi di mollica di pane

panna q.b.

1 cipollotto

pangrattato q.b.

olio extravergine d’oliva

sale e pepe.

PREPARAZIONE

Lavare le zucchine, tritarle nel robot da cucina a julienne. Preriscaldare il forno a 180°C. In una padella antiaderente, scaldare un paio di cucchiai di olio evo, tuffarci il cipollotto tagliato a velo e appena prende colore, unire la mollica di pane sbricciolata, regolare di sale continuando a mescolare. Intanto frullare le uova, unire la panna e metà parmigiano, tre cucchiai di zucchine tritate regolando di sale e pepe ottenendo una crema densa, aggiungere un cucchiaio di curry. Stendere la pasta foglia e ritagliare quattro dischetti larghi quanto le vostre formine, imburratele e adagiatevi per ogni forma il dischetto di sfoglia. Iniziare a cospargere ogni tartelletta con un leggero strato di zucchine gratuggiate, sopra versate la crema precedentemente preparata e ponete le tartellette in forno già caldo a 180°C per circa un quarto d’ora. Prelevare le formine, cospargerle di pangrattato e parmigiano e passarle al grill per un cinque minuti. Servire sia calde che fredde.

Dall’archivio di Dolcipensieri:

SPAGHETTINI PROFUMATI AL TIMO CON ZUCCHINE

RISO ALLA VIETNAMITA

TORTA SALATA VALTELLINA

TORTA SALATA ALLE ZUCCHINE E CURRY

TATIN DI SPINACI

PETITE QUICHE AGLI SPINACI CON TALEGGIO

Read Full Post »

Un “Dolcepensiero” un po’ triste: temo che quest’anno il mio orto non darà i frutti che mi aspetto. Ieri ho fatto la prima raccolta di fragole, circa un mezzo chilo ma oggi è arrivata un’altra giornata di vento che certo non l’aiuta. Dopo tanta pioggia che ha allagato letteralmente il terreno, quando sbuca un po’ di sole, è accompagnato da un vento sferzante e addio raccolto. Uffa che stress… fra una settimana parto e fino a fine mese non ci sarò… quindi chi mangerà i pochi frutti che riusciranno a spuntare??? Spero che Marco gli stia un po’ adosso e speriamo che il tempo si sistemi: è dai primi di maggio che non si riesce a capire se l’estate è arrivata. Detto questo, stamattina avevo in mente di gustarmi un primo piatto semplice e veloce che da qualche giorno continuavo a rimandare… è per questo che sono passata nel mio orto e la visione del terreno spaccato dal vento che lo asciuga, credetemi non era un bel vedere. Passando nella zona delle erbe aromatiche (se volete ne avevo parlato qui abbondantemente) mi sono un po’ rincuorata perchè malgrado l’inverno lungo e rigido, il mio timo, salvia e rosmarino si stanno riprendendo benone. La mia scelta oggi è caduta sul timo, spezie ed erba a me molto gradita, che ho abbinato a delle zucchine per uno spaghettino veloce ma gustoso. Quest’anno oltre alle tre erbe sopra menzionate, ho piantato della maggiorana, dell’origano, del prezzemolo riccio e del basilico greco, ottimo da come ho letto, per impreziosire il risotto. 

INGREDIENTI

320 grammi di spaghettini sottili

3 zucchine medie

timo compreso di fiori q.b.

grana gratuggiato q.b.

olio extravergine q.b.

1 spicchio di aglio

sale e pepe.

PREPARAZIONE

Pulire e pelare un po’ le zucchine, privarle della parte molle interna e tagliarle a pezzetti piccoli. In una padella antiaderente, far soffriggere nell’olio evo, uno spicchio di aglio e tuffare le zucchine. Regolare di sale, pepe e profumarle con le foglioline di timo. Nel frattempo tuffare gli spaghettini e farli cuocere, far saltare poi la pasta con le zucchine insieme ad abbondante grana gratuggiato. Terminare con timo fresco e i suoi fiorellini.

Dall’archivio…

SPAGHETTI DI CUORE 

TASCA DI VITELLO CON RICOTTA E OLIVE

FETTUCCINE AL PORCINO CON SPECK CROCCANTE E ZUCCHINE

Read Full Post »

Un”dolce… segno” di primavera: i prati, vicino a casa mia, in questi giorni sono una distesa di rucola selvatica e di fiori gialli che mi hanno fatto pensare subito a questo piattino che avevo visto su riviste e libri, di facile e secuzione, con ingredienti per niente difficoltosi da reperire anzi che abbiamo quasi sempre in casa. Io ho preferito la rucola alla selvatica, per me troppo amara e poi i prati sopramenzionati, sono ai bordi di strade – anche se poco trafficate – comunque sempre polverose di smog. Potete prepararlo in un mezz’oretta circa…

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

320 grammi di riso carnaroli superfino

90 grammi di crescenza

1 carota

1 gambo di sedano

1 zucchina

1 cipolla bianca di Cannara

1 bel mazzetto di rucola

1 bicchiere di vino bianco secco

1/4 di dado classico

1 noce di burro.

PREPARAZIONE

Pulire le verdure per il brodo: mettere a bollire un litro e mezzo di acqua con la carota, la zucchina, la gamba di sedano, mezza cipolla e il pezzettino di dado. Affettare sottilmente l’altra mezza cipolla che farete soffriggere con una noce di burro e appena imbiondirà, tuffare il riso mescolandolo di continuo fino a quando i chicchi iniziano a trasparire. Sfumare con il vino bianco e poi cuocere il riso per circa venti minuti unendo di tanto in tanto il brodo. A metà cottura del riso, con l’aiuto del frullatore ad immersione, frullare poco poco le verdure del brodo, filtrare quest’ultimo nel momento in cui ne aggiungerete ancora al riso. Appena finita la cottura, spegnere i fuochi, unire la crescenza amalgamando bene il tutto ed infine unire la rucola fresca affettata sottilmente. Servire.

LA RICETTE LA TROVATE ANCHE QUI:

Vi potrebbero anche interessare:

RISOTTO SALSICCIA E CARCIOFI

TORTINO DI MELANZANA E SCAMORZA

TORTA SALATA SPINACI E POMODORINI

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

mncooking

La vita è una gioia, gustala!

signorwhite

Hai dannatamente ragione

Taverna dei sapori

Alla scoperta di sapori, sagre, novità e curiosità.

CucinaconPamela

Cooking with Pamela

Le Grandi Recensioni

recensioni semiserie di musica, cinema, letteratura eccetera

LET ME TALK ABOUT...

https://www.facebook.com/giuliosmoke88

Giuls in the World

La vita ed i sogni di una noiosissima studentessa universitaria

Ricette di coppia

Il miglior sito WordPress.com del mondo!

Creare Scout

Lasciate una traccia del vostro passaggio! Commentate! :) grazie

Articolando

Articolando is rolling, the others are stoned

Food & Wine Tuscany

The Best Restaurants and Local Typical of the Tuscany

C'era una volta

les fabuleoux destin de Amelie Poulan

Ascolta i sapori

Questa pagina e' un omaggio a chi mi ha fatto amare la cucina, i sapori di una volta, la qualita' e la ricerca, la passione, e qualche colpo di testa!

cucinachespasso

La nostra famiglia ai fornelli

Gran Bretagna Gastronomica

un mondo di sapori britannici

Beni Culturali 3.0

Promuovere Tutelare Valorizzare

Tavole Romane Blog

per chi vive a Roma e per chi vuole viverla e gustarla come i romani

secondastella72

I pensieri, le parole (di una mamma "in corriera")

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.592 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: